Home ATTUALITÀ Via del Podismo, Zotta (M5S): “Preoccupanti dichiarazioni di Torquati e Ariola”

Via del Podismo, Zotta (M5S): “Preoccupanti dichiarazioni di Torquati e Ariola”

zotta2.jpg“Leggiamo con molta sorpresa, stupore e preoccupata perplessità – afferma in una nota inviata a VignaClaraBlog.it Teresa Zotta, consigliera M5S nel XV Municipio – le dichiarazioni del Presidente Daniele Torquati e dell’Assessore Simone Ariola riguardo la destinazione del manufatto di via del Podismo e dell’area circostante.”

“Di quale concorso di idee parlano? Ricordiamo al Presidente e all’Assessore che esiste una risoluzione approvata all’unanimità nella seduta del Consiglio del 17 dicembre 2013 con già il parere favorevole delle Commissioni Patrimonio, Politiche sociali e Ambiente e dei rispettivi Assessori, con la quale si indica chiaramente l’uso e la destinazione dell’area in questione da affidare tramite bando.”

“Con la sua dichiarazione – conclude Zotta – il Presidente Torquati, avvalendosi della sua carica, intende snaturare quanto è stato approvato dal Consiglio?”

Visita la nostra pagina di Facebook

Via del Podismo, Roma, RM, Italia

10 COMMENTI

  1. Questa il dispositivo risolutivo del testo votato:
    “Il Consiglio del Municipio Roma XV risolve di impegnare il Presidente e la giunta del Municipio XV
    1) a destinare attraverso un bando ad associazioni che operino nel sociale il manufatto in oggetto comprensivo di tutta l’area verde di Via del Podismo;
    2) ad espletare tutte le procedure necessarie per stilare un bando per la destinazione dei beni di Via del Podismo CHE PRENDA IN ESAME l’attività come quelle in premessa”
    Questa è la nostra dichiarazione: “sarà affidato alla cittadinanza in maniera totalmente trasparente e con la massima pubblicità tramite un bando pubblico ed un concorso di idee.”
    Singolare che la Consigliera Zotta sia “preoccupata” della trasparenza e non voglia la partecipazione dei cittadini per un utilizzo di un bene pubblico.
    Cordiali Saluti

    Daniele Torquati
    Presidente del Municipio Roma XV
    daniele.torquati@comune.roma.it
    http://www.danieletorquati.it

  2. Chiarisca ai lettori che cosa intende per ” concorso di idee ” Presidente Torquati, invece di giocare con le parole. Certo che sono preoccupata; sono preoccupata per l’eventualità di “ procedure negoziate senza bando… ( previste dal concorso di idee così come disciplinato dall’art. 108 del Codice) Mi preoccupo sì della trasparenza, ma di una probabile mancanza di trasparenza. Non dica a me che non voglio la partecipazione dei cittadini quando da dicembre sto aspettando che si approvi il regolamento e l’istituzione della consulta dei comitati con pari dignità di tutti i cittadini degnamente rappresentati da tutti i comitati
    Veda Presidente Torquati: in Commissione Politiche sociali abbiamo già cominciato a parlare di bando per poter affidare quell’area come da proposta approvata all’unanimità. Le procedure sono state espletate, il manufatto è di nuovo nella disponibilità del Municipio , ci aspettiamo finalmente il bando che prenda in esame, quanto in premessa ( della risoluzione ).
    Cordiali saluti a Lei
    semplicemente Teresa Zotta

  3. Comunicato: “Ieri ci siamo riappropriati di un bene pubblico che, a differenza del passato, sarà affidato alla cittadinanza in maniera totalmente trasparente e con la massima pubblicità TRAMITE UN BANDO PUBBLICO ed un concorso di idee.”
    Mi sembra chiaro, altrimenti avremmo detto PROCEDURA NEGOZIATA (che tra l’altro rispetto ad un bene in concessione non so che cosa sia).

    Cordiali Saluti

    Daniele Torquati
    Presidente del Municipio Roma XV
    daniele.torquati@comune.roma.it
    http://www.danieletorquati.it

  4. Torquati, come al solito si gioca sulle parole…. Ma di quale “concorso di idee” parla ?? L’idea già c’è, ed è stata votata (all’unanimità) in Consiglio !!!
    Si deve solamente fare un bando pubblico che individui un soggetto capace di sviluppare e mettere in atto l’indirizzo espresso 5 mesi fa !!!!!! dal Consiglio….
    Non insista a mistificare i fatti con la cortina fumogena del “bando pubblico trasparente”, l’abbiamo capito che sarà affidato così.
    Il problema è solo nel Concorso di idee… che ripeto, non serve in quanto le attività sono state già stabilite.
    p.s. “…a differenza del passato…” ?? si sbaglia ancora, anche precedentemente la casetta era stata affidata tramite bando pubblico…

  5. Ancora parole che non spiegano Presidente Torquati.
    Il mio pensiero, è andato immediatamente al D.LGS 163, 2006 – Codice appalti. Il suo? Non l’ha ancora spiegato.
    Ci aspettiamo finalmente il bando che prenda in esame, quanto in premessa ( della risoluzione approvata all’unanimità a dicembre); ovviamente con il passaggio in Commissione Politiche Sociali

    Ancora cordiali saluti

    Teresa Zotta.

  6. @ Decio Meridio mi permetta di dissentire. Perchè attenzione a Facebook? Lì si esprimono le proprie riflessioni in libertà e senza prudenza; tra amici che magari hanno condiviso esperienze, progetti, semplici chiacchierate.

  7. Consigliera Zotta, sono andata a curiosare su Facebook, e ho notato un “post” sulla bacheca del Presidente Torquati in cui una sua amica, a proposito della casetta del Podismo, gli chiedeva… Daniele, è quella di cui mi hai parlato ? è possibile vederla ….??
    Forse D.M. alludeva a questo ??
    E’ vero che lì ” tutti possono esprimere riflessioni in libertà e senza prudenza” ma anche a me è sembrato “singolare” (perdoni l’eufemismo) che gli amici di Torquati, dopo averne parlato (e fin qui nulla tutto normale…) si sentano legittimati di andarla a vedere privatamente e comunque PRIMA che sia pubblicato un bando….
    A mio parere, quando si amministra, la “prudenza” anche su FB, non è mai in eccesso ma diamogli il beneficio della voglia smisurata di trasparenza.
    Un caro saluto, Roberta

  8. @Roberta la mia riflessione era sullo strumento fb in generale; non ho avuto modo né tanto meno voglia e tempo di andare a vedere in casa d’altri. Ora che lei ci informa di quel post, che dire? Che resto convinta, in generale, che su fb cadono tutte le inibizioni e si scrive, a volta per il solo gusto di scrivere. Nel caso specifico è, sicuramente, come dice Lei: voglia smisurata di trasparenza che, a onor del vero e leggendo le risposte ai vari comunicati, anima un po’ tutti ( oggi ).
    Ho chiesto ieri in Commissione di organizzare un sopralluogo per vedere. Ho anche chiesto da tempo di poter vedere un altro posto, ma non c’erano le chiavi ( è sempre una questione di chiavi ).
    Dovremo chiederlo su fb? No, preferisco insistere in Commissione.

    Un caro saluto, Teresa

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome