Home ATTUALITÀ Farnesina Porte Aperte, visite guidate il 29 maggio

Farnesina Porte Aperte, visite guidate il 29 maggio

farnesina.jpgDopo il successo delle edizioni precedenti, Farnesina Porte Aperte rinnova l’impegno del Ministero degli Esteri alla promozione del proprio patrimonio e alla valorizzazione della storia dell’edificio e delle sue collezioni, promuovendo la cultura della legalità e della visibilità dei risultati.

Ne dà notizia il Ministero degli Esteri spiegando che “aprire le porte della Farnesina al pubblico non significa soltanto mostrare le collezioni d’arte, gli ambienti della diplomazia internazionale, l’Unità di Crisi, i documenti diplomatici dell’Archivio Storico e la Biblioteca. Significa anche, in una normale giornata di lavoro, trasmettere alla società civile il forte spirito di servizio che accomuna tutti i dipendenti, per trasformare uno spazio pubblico in un bene condiviso da tutti.”

I visitatori saranno guidati all’interno dell’edificio attraverso due distinti percorsi di visita.

Luoghi e documenti del negoziato internazionale

Nel primo, denominato Luoghi e documenti del negoziato internazionale sarà possibile scoprire il patrimonio storico-artistico della Farnesina attraverso la visita ai suoi saloni di rappresentanza, nonché il patrimonio storico, archivistico e librario della Biblioteca degli Affari Esteri, istituita dal Conte di Cavour all’indomani dell’Unità d’Italia.

Arricchiscono ulteriormente il percorso la speciale mostra sulle “macchine cifranti storiche”, per la prima volta esposte al pubblico ed utilizzate nel secolo scorso dal Ministero degli Affari Esteri per le comunicazioni classificate tra Roma e le sedi diplomatiche e consolari all’estero, e la possibilità di assistere ad una riunione in corso nella Sala delle Conferenze Internazionali.

I visitatori che si prenoteranno per la visita delle ore 16:00 – grazie alla collaborazione con l’Associazione Turismo Culturale Italiano – avranno la possibilità di visitare, oltre al Palazzo della Farnesina, anche Villa Madama. L’edificio cinquecentesco costruito su progetto di Raffaello è oggi sede di rappresentanza del Governo italiano e fa da scenario ad importanti incontri internazionali cui partecipano il Presidente del Consiglio ed il Ministro degli Esteri.

Diplomazia ed emergenza

Nel secondo percorso, Diplomazia ed emergenza, accanto alla visita ad alcuni fra gli ambienti più significativi del Palazzo, sarà possibile visitare l’Unità di Crisi, la struttura del Ministero degli Affari Esteri preposta alla tutela dei connazionali e degli interessi italiani in situazioni di rischio.

Il Palazzo della Farnesina

Cornice di entrambi i percorsi è il Palazzo della Farnesina – uno degli edifici più interessanti della prima metà del Novecento italiano, progettato dagli architetti Del Debbio, Foschini e Morpurgo nel corso degli anni Trenta come sede del Partito Nazionale Fascista – nonché l’imponente apparato decorativo risalente agli anni Cinquanta-Sessanta e la raccolta d’arte contemporanea del Ministero degli Affari Esteri, che comprende opere dei più rappresentativi artisti italiani del Novecento (tra i quali Burri, Dorazio, Merz, Novelli, Pistoletto, Sironi, Vedova).

Come partecipare

E’ possibile prenotare la visita sul sito del Ministero degli Affari Esteri. Orario visite: 09,30 – 17,00 (ultimo ingresso ore 16,00). L’ingresso sarà consentito prioritariamente a chi si è registrato e, in base alle disponibilità, a chi è privo di registrazione. Non è previsto un servizio di guardaroba per caschi, trolley e altre borse di grandi dimensioni, il cui ingresso non sarà comunque consentito all’interno del Ministero. Tutti i visitatori saranno dotati di badge da riconsegnare all’uscita.
(fonte Ministero degli Affari Esteri)

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome