Home ATTUALITÀ Labaro-Prima Porta, Chirizzi (PD): “No alla soppressione della linea 200D”

Labaro-Prima Porta, Chirizzi (PD): “No alla soppressione della linea 200D”

chirizzi240.jpg“La politica di razionalizzazione del trasporto pubblico romano penalizza Prima Porta-Labaro”. Lo sostiene Luigina Chirizzi, consigliera PD del XV Municipio, spiegando che “la prevista soppressione della linea 200D, che passando per Tor di Quinto porta a Piazza Mancini, è un errore”.

“Per i cittadini di Prima Porta/Labaro questo servizio, unito a quello svolto dalla linea 200, che raggiunge Piazza Mancini passando per Via Flaminia, è l’unica possibilità di collegamento su gomma tra la periferia e il Centro. In un periodo di crisi sarebbe più opportuno potenziare il trasporto pubblico proprio nelle periferie. Togliendo il 200D – sottolinea Chirizzi – si accentua lo squilibrio nel rapporto tra i servizi erogati in centro rispetto a quelli erogati nella periferia. In questo senso, anche la commissione mobilità del XV Municipio ha espresso parere negativo sulla soppressione della linea 200D.”

“Se nonostante questo la proposta del Campidoglio fosse comunque confermata, allora se di “razionalizzazione”si tratta, sarebbe il caso che i chilometri risparmiati con la soppressione della linea 200D fossero recuperati – conclude Chirizzi – per il potenziamento della linea 200.”

8 COMMENTI

  1. Mi perdoni Consigliera Chirizzi: ma se il Sindaco Marino vuole sopprimere, tra le altre, anche la linea 200D per risparmiare, cosa risparmierebbe se Lei vuole recuperare i chilometri per il potenziamento della linea 200, allora lascerebbe in vita la linea 200D….

  2. La soppressione della 200D la trovo sacrosanta essendo la stessa gia ampiamente servita da altre linee.trovo invece scandaloso che la sig.ra Chirizzi non usi parzialmente questo risparmio per potenziare una linea periferica come lo 035 che riguarda un utenza ben maggiore di quella servita dalla 200D e che ha una frequenza(ogni 25 minuti quando funziona nei feriali e 50 minuti nei festivi e mesi estivi) ridicola per un servizio pubblico.Valle Muricana con i suoi residenti,sig.ra Chirizzi,esiste o è un invenzione topografica?

  3. Il ragionamento della consigliera Chirizzi credo proprio che sia orientato in questo senso, ovvero recuperare i chilometri risparmiati dalla sopressione del 200D per potenziare linee che hanno bisogno di un numero maggiore di corse, oppure più semplicemente lo stesso 200, che come noto è molto frequentato specie nelle fascie orarie di punta. D’altronde, proprio perché si tratta di un riordino delle tratte, puntando all’efficienza ed al numero di passeggeri trasportati, ritengo più utile riversare risorse in una linea che collega tutti al centro, passando per nodi molto importanti per la nostra comunità (tanto quanto Labaro, quanto Prima Porta e Valle Muricana). Il 200 permette infatti di arrivare comodamente in tante zone di Roma usufruendo di vari interscambi, tanto quanto il treno della Roma Nord fa trasportando i passeggeri verso la Metropolitana.

  4. ci sono linee a roma poco utilizzate anche per via via della bassa frequenza o perchè incomplete. Ad esempio il 303 (giustiniana) che passa ogni 45 minuti oppure lo 020 che continua a girare senza fare fermata all’altezza di tenuta piccirilli perchè non è mai stata realizzata la pedana. il 200 deviato (credo che passi ogni ora) risulta per questa ragione poco utilizzato. Queste linee andrebbero completate e rafforzate. Ciò che non va fatto è invece far pagare il dissesto finanziario del comune alla periferia romana: nella crisi che viviamo che attanaglia imprese e famiglie serve uno sforzo degli enti locali per tutelare i servizi pubblici soprattutto se rivolti alle zone della città più popolari.

    Sopprimere il 200 deviato significa indebolire complessivamente la linea 200 (80% del percorso coincide) che è l’unico mezzo su gomma che collega labaro prima porta (VALLE MURICANA COMPRESA) con il nodo di piazza mancini. Si abbia la maturità di difendere il territorio e quanto è stato conquistato in passato.

    M. Tolli

  5. Io penso che la soluzione IDEALE sarebbe quella che il 200D vada a incrementare la frequenza dello 035 prolungando la sua corsa sino a Borgo Pineto ;
    – Tempi di attesa ridotti .
    – Opportunita di avere un collegamento diretto con piazza Mancini .
    – Riduzione dei tempi di attesa .
    Facendo questa operazione si RIPORTEREBBE RIEQUILIBRARE il servizio per un quartiere enorme che conta oltre 11000 persone ed ha un servizio pessimo fermo a 30anni fa , per DISTRAZIONE CARO MARCO “””oppure per altro “”””inferiore di gran lunga a quello di Santa Cornelia che conta un bacino di utenza almeno 4 volte inferiore al nostro .

    Avendo spiegato ampiamente alle varie commissioni Mobilita’le nostre problematiche qualcuno si metta una mano sulla coscienza e provveda in maniera PRODUTTIVA e fruttuosa alla rimodulazione del Servizio.
    Ricordo anche che nella passata consigliatura ho provveduto a segnalare piu’ volte la pericolosita della fermata a via Verdello e simo ancora in attesa di una SISTEMAZIONE SICURA della stessa . Il GOVERNO di un territorio e’ una cosa impegnativa quando riguarda la SICUREZZA e’ necessario e non si puo’ accantonare.

  6. leggere alcune risposte provenienti non da semplici cittadini ma da persone che occupano un ruolo seppur politico lascia esterefatti .Dire che il percorso della 200D è per l’80% lo stesso della 200 significa fare cattiva informazione.Il percorso comune alle due linee è ampiamente servito dalla ferrovia Roma Nord e da altre linee.Non ricordare che la creazione della 200 fu dovuto al sovrapporsi delle linee 205.203,202,204 che non garantivano un regolare servizio causa il traffico sulla Flaminia.è dimenticare la storia.Percorsi più brevi e regolari con interscambi dovrebbero garantire un servizio più efficiente che è poi quello che chiedono i cittadini che usufruiscono dei mezzi pubblici.Difendere collegamenti lunghi su gomma per venire incontro alle esigenze di pochi è antieconomico.Visto il periodo è compito di un buon amministratore gestire al meglio le risorse a disposizione e non difendere particolarismi.E’ con la maturità che si dovrebbe capire che gli errori commessi in gioventù si devono sanare per affrontare serenamente una buona vecchiaia.

  7. Caro rocco, non penso di fare alcuna disinformazione. Esprimo le mie, personali, opinioni e lo faccio con serenità e disinteresse. Nulla di più.
    Cmq ripeto: la linea 200 collega i nostri quartieri al nodo di piazza mancini. Una linea su 4 passa per tor di quinto e ponte milvio mentre le altre per corso francia. Questa linea la utilizzavo spesso, da studente del liceo farnesina, per tornare a casa. Assieme a me molti ragazzi di labaro, prima porta che andavano al bernini.

    L’agenzia della mobilità deve fare dei tagli e sostiene che quella di cui parliamo si una linea poco frequentata. Attenzione: non inutile, ma poco frequentata. Io continuo a pensare che sia invece una linea utilissima ma poco credibile nel senso che è difficile organizzare i propri spostamenti affidandosi alla 200D che passa una volta ogni ora se va bene. Ripeto: andrebbe rafforzata.

    Ultima considerazione da uomo che conosce le Istituzioni e la pubblica amministrazione: la manovra è quella di rivedere la spesa tagliando un pò di corse. Il criterio, non ci prendiamo in giro, è quello di tagliare là dove (si pensa) non ci saranno manifestazioni di piazza.(i tuoi commenti lo dimostrano) Se viene cancellata la linea 200d si compie un atto per risparmiare e nessuno quindi recupererà i km/vettura per un altra linea di periferia che andrebbe giustamente potenziata (035, 303, 024 ecc).

    Io ho le mie convinzioni: si tagli altrove, non sul trasporto.

    Buone cose

    m

  8. caro marco rispetto le tue opinioni ma non posso dimenticare il ruolo politico che svolgi;quindi le tue non possono essere considerate delle semplici discussioni ma atti che influenzano la vita altrui.Riguardo ai tuoi trascorsi giovanili non differiscono tanto dai miei con la sola differenza che la situazione per la mia zona è rimasta la stessa di trent’anni fa’ se non peggio.sai quante volte per tornare a casa(sei km.dalla stazione ferroviaria di prima porta) l’ho fatta a piedi?Alcune settimane fa ho assistito ad un incontro sul PGTU e da quello che ho capito saranno lacrime e sangue perchè la logica è quella di fare cassa e non di riprogettare un vero e proprio trasporto urbano,alcune idee presentate durante l’incontro malgrado il favorevole parere personale dei tecnici non saranno neanche prese in considerazione perchè andrebbero ad intaccare interessi localistici del politico di turno.Quindi con il rispetto reciproco dico che se dal 12/05 non vedrò più la 200D non cadrò in depressione.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome