Home ATTUALITÀ Osteria Nuova, Gianni (PD): “Scuola via Quero, riunione plenaria altro che carbonara”

Osteria Nuova, Gianni (PD): “Scuola via Quero, riunione plenaria altro che carbonara”

gianni.jpg“La riunione di questa mattina sulla Scuola di Via Quero di Osteria Nuova non è stata assolutamente una riunione nè segreta nè tantomeno carbonara come l’hanno definita i consiglieri municipali NCD Stefano Erbaggi e Isabella Foglietta”. La smentita arriva con una nota a firma Gabriele Gianni, consigliere PD del XV Municipio.

“La riunione – spiega Gianni – è stata convocata dalla Presidente della Commissione Scuola di Roma Capitale Valeria Baglio ed oltre ai rappresentanti del Municipio Roma XV, erano presenti tra gli altri: Dario Nanni Presidente Commissione Lavori Pubblici di Roma Capitale, i tecnici del Dipartimento S.I.M.U. di Roma Capitale, i tecnici del Dipartimento Ambiente di Roma Capitale, la Preside dell’istituto Giulia Ponsiglione, ma soprattutto i rappresentanti dei genitori dell’istituto e i rappresentanti del comitato di quartiere di Osteria Nuova.”

“Vista la lunga lista di partecipanti comprensiva di istituzioni e cittadini e vista la pubblicazione della notizia sul sito internet della scuola, ci sembra molto difficile pensare che questa sia stata una riunione carbonara” chiosa il consigliere che conclude ironizzando: ” questa è stata una riunione organizzata dal Comune di Roma e non dal XV Municipio e quindi se i consiglieri municipali del Nuovo Centro Destra, Erbaggi e Foglietta hanno problemi di comunicazione con i consiglieri comunali del Nuovo Centro Destra che sono all’interno della Commissione Scuola di Roma Capitale, non devono lamentarsi con noi”.

Visita la nostra pagina di Facebook

7 COMMENTI

  1. @ Gianni: mi permetto di dissentire: la correttezza istituzionale dovrebbe essere la convocazione ufficiale del Comune di Roma al Municipio e alla relativa totalità della Commissione Consiliare oppure, in subordine, il Presidente del Municipio e/o della Commissione Municipale avrebbero dovuto comunicarlo a tutti i membri della commissione stessa.
    Non può giustificarsi dicendo “non hanno letto il sito della scuola” oppure “i Consiglieri comunali del loro Partito non li hanno avvisati”
    Proprio perché, come asserisce, si trattava di “incontro istituzionale” avreste dovuto comunicarlo alle Istituzioni (tutte).

  2. Carissima sig.ra Madia,
    Ritengo che nel suo intervento faccia confusione tra ciò che è per lei “corretto” (e, nello specifico, non lo è per me) e ciò che è stato regolarmente fatto.
    In questo caso non può in alcun modo affermare che la procedura seguita dalla commissione scuola del comune, dai tecnici e dal presidente del municipio non siano totalmente impeccabili.
    Aggiungo inoltre, e ci tengo a specificarlo, che io non ho alcun interesse a far si che siano presenti i consiglieri Foglietta e Erbaggi che, proprio in virtù del loro ruolo di opposizione (il quale , in mia opinione, non hanno ancora capito di ricoprire) dovrebbero seguire i temi e esserne informati.
    Il fair play in politica non esiste. È stato inventato per poter piangere additando gli altri e accusandoli di essere stati cattivi.
    La prossima volta i consiglieri Erbaggi e Foglietta facciano bene il loro lavoro e si presentino agli appuntamenti invece di frignare.

    Cordialmente
    Gabriele Gianni

  3. @gabriele gianni

    nessuno dice che “non è legale” quello che è avvenuto… ma che non è corretto sì!

    qui non si tratta di fair play (anche perchè con il Comune dello stesso colore del Municipio sappiamo tutti che alla fine si deciderà quello che vuole la maggioranza del Municipio!) ma di bon ton e questo, il suo commento ne è l’esempio, manca completamente in parte dell’attuale maggioranza….

    del resto lo stile non si improvvisa… o uno ce l’ha o non ce l’ha….

  4. @ Sig. Gianni, le faccio notare che i rappresentanti del suo partito che oggi amministrano con lei il municipio XV, fino allo scorso anno si lamentavano che la precedente amministrazione non li informava di nulla e non erano coinvolti,come opposizione nell’amministrazione della cosa pubblica. Lei oggi ha ratificato il fatto che non è cambiato nulla… allora sorge spontanea la domanda : perché ci si lamentava di Giacomini ??

  5. Carissimo sig. Nico Ferri, Stefano,
    leviamoci dalla testa la convinzione che la sinistra, in quanto tale, debba essere composta da tontoloni alla buona costretti alla correttezza al limite della stupidità dalle proprie convinzioni, tanto da doversi sentire in obbligo di prestare il fianco al primo che passa.
    No. Siamo di sinistra perchè abbiamo delle idee sul presente e sul futuro e le perseguiamo con i mezzi che la legge ci permette di mettere in campo.
    Ieri è stato chiuso un importante accordo sulla mensa di Osteria Nuova con tutte le parti, dalla preside al Comitato di Quartiere (a buon intenditor poche parole)
    Il caro Stefano più volte si è vantato di avere un passato da politico navigato e radicato sul territorio, questa volta ha solamente preso una toppa. Che sia disattenzione, altro da fare, riluttanza a venire visto che non c’era una nostra commissione aperta e non si prendeva il gettone, troppa strada da percorrere, problemi fisici, personali, lavorativi, una strategia politica atta a fare quel comunicato… non mi interessa.
    La realtà è stata che non ha seguito la vicenda, non ha seguito la commissione comunale come ad esempio ho fatto io, non ha curato i rapporti che ha sul territorio col comitato di quartiere (e ne ha…), non ha sentito i genitori del plesso scolastico, non ha parlato con gli esponenti dell’NCD presenti in commissione scuola, non ha chiesto nulla al presidente del municipio, all’assessore o al presidente della commissione scuola…
    Capita di sbagliare, ma riconoscere le proprie colpe è un segno di maturità, personale prima che politica.
    Detto ciò mi scuso ma per oggi, per motivi lavorativi, non posso più rispondere.

    Cordialmente
    Gabriele Gianni

  6. @ Sig. Gianni, mica ho affermato che lei e i suoi compagnucci siete tontoloni??? non mi sembra, mi verrebbe spontanea la locuzione latina “excusatio non petita,accusatio manifesta”, io non l’ho detto ma se lo dice lei.. Io mi ricordo solo delle posizioni nettamente contrastanti tra i genitori dei bambini e il suo presidente, ora lei ci fa sapere che è stato raggiunti un accordo tra le parti, vedremo se i genitori l’approveranno…

  7. @gianni non sono venuto perchè sono stato avvisato dal comitato di quartiere e del comitato genitori solo mezz’ora prima (quando lo hanno saputo loro!)….. il consigliere comunale di NCD in commissione scuola sai che non è presente in questo momento perchè è a fine 9° mese di gravidanza…
    ripeto: tutto regolare ma siccome non leggo le stelle si poteva fare una comunicazione in comm. LL.PP. e scuola (nel secondo caso c’è stata il giorno stesso dell’incontro…), così non è stato…

    su tutto il resto taci che è meglio…. soprattutto su certe accuse ridicole…

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome