Home ATTUALITÀ Orfani di cassonetti a Cesano

Orfani di cassonetti a Cesano

cassonettiCassonetti che vanno e cassonetti che non vengono. Ci scrive un nostro lettore di Cesano per denunciare che “in via Pietro Bellino ed in via Ferraiolo l’AMA ha tolto improvvisamente i cassonetti della raccolta indifferenziata, lasciandone alle circa 200 famiglie che vivono in questa zona solo due (uno in via Bellino angolo via Gambino ed uno in via Marchini).”

“Questa operazione – sottolinea il nostro lettore – oltre a creare un disservizio ai residenti che devono percorrere centinaia di metri per gettare la spazzatura, ha fatto sì che l’unico cassonetto rimasto in via Bellino sia costantemente strapieno, con l’immondizia che viene gettata ai lati del cassonetto occupando il marciapiede costringendo i pedoni a scendere pericolosamente sulla sede stradale, che ricordo essere strada rettilinea dove novelli Alonso lanciano le loro auto e moto a folli velocità. Anche lo spettacolo che si presenta non è certo dei migliori, con vere montagne di rifiuti che abbiamo visto solo in alcune zone d’Italia durante le note emergenze rifiuti”.

“Concordo con lo spostamento operato da AMA dei cassonetti che erano situati belli solitari in via Palatucci, che avevano reso la strada una vera discarica a cielo aperto, ma ora questa operazione non la condivido proprio – incalza il nostro lettore ricordando che “molti residenti di paesi limitrofi, dove si utilizza la raccolta differenziata obbligatoria, sono consueti gettare i rifiuti nei cassonetti di Cesano, specie lungo le strade di scorrimento che adducono alla stazione ferroviaria. Se lo spostamento è stato fatto per risolvere il problema dei ” pendolari della spazzatura” propongo ad AMA di ricollocare i cassonetti appena tolti in vie interne del piano di zona b20 (ad es. via Ripa di Meana) dove è più difficile, per coloro di passaggio, di gettare i rifiuti ( sia quelli ingombranti che non)”.

“Mi auguro – conclude – che questa segnalazione possa smuovere qualcosa.”

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. Ma non è che in altre zone di Roma stiano meglio. Dopo avere segnalato lo stato pietoso dei cassonetti al Fleming, in particolare a Via Bartolomeo Gosio e a via Citta della Pieve, l’AMA è stata capace solamente di ridurne il numero in alcuni punti, e proprio quelli dell’indifferenziata, lasciano poi chissà perchè quelli ridotti peggio. Ovviamente di differenziata come ormai avviene in altri municipi di Roma neanche a parlarne, nonostante il nostro quartiere abbia molti condomini che avrebbero poche difficoltà ad organizzarsi in tal senso, con il risultato che anche qui transitano i “pendolari della spazzatura” per depositare i propri scarti.

  2. riporto la risposta ufficiale che ho avuto dall’ama in seguito alla nota che ho scritto una decina di giorni fa:

    “In relazione alla lettera del 10/04/2014 prot. n° 29794 si informa che i cassonetti di Via Palatucci sono stati rimossi da AMA e riposizionati nelle vie limitrofe (sempre nell’ambito delle distanze previste dal Contratto dei Servizi) proprio per evitare il formarsi di discariche abusive, mentre quelli di Via Pietro Bellino sono caduti all’interno del camion all’atto della vuotatura. Per quest’ultimi ho inoltrato personalmente un sollecito presso l’autorimessa che mi ha garantito il riposizionamento entro 48 ore.”

    pertanto almeno il problema relativo a via Bellino si sta risolvendo…

  3. La ringrazio per la pronta comunicazione e l’aggiornamento della situazione. Informo comunque, che alla data odierna non risulta ricollocato alcun cassonetto in via Bellino.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome