Home ATTUALITÀ Frana Cassia Antica, Masini: “Al via il cantiere, da domani s’inizia”

Frana Cassia Antica, Masini: “Al via il cantiere, da domani s’inizia”

paolo-masini1.jpg“Nella mattina di domani, martedì 11 marzo, inizieranno gli interventi preliminari per il consolidamento del versante di via Cassia interessato dalla frana del 31 gennaio”. Ad annunciarlo è Paolo Masini, assessore allo Sviluppo delle Periferie, Infrastrutture e Manutenzione Urbana di Roma Capitale, spiegando che “i tecnici del Dipartimento e dell’impresa inizieranno le operazioni di disboscamento della collina e di installazione del cantiere, e proseguiranno i monitoraggi e i rilievi già avviati nelle scorse settimane.”

“Per il ripristino definitivo, come già detto nella conferenza stampa dello scorso giovedì 6 marzo, la legge ci impone la presentazione del progetto ai privati proprietari del terreno. Ma l’avvio del cantiere – conclude  Paolo Masini – è la dimostrazione che non intendiamo fermarci davanti alla burocrazia, perché occorre dare respiro ad un quadrante, quello di Roma Nord, che oggi è ‘strozzato’ dalle 66 frane causate dal maltempo di fine gennaio”.

Visita la nostra pagina di Facebook

10 COMMENTI

  1. @ Kris, domanda di riserva??? non si può chiedere l’ “impossibile”, quando iniziano a partorire qualcosa… sempre che sia vero… dato che il livello di credibilità è sotto zero..

  2. Dal comunicato post conferenza stampa
    ” A breve inizieranno dunque i lavori che saranno eseguiti dal Comune “in danno” e che prevedono opere di calcestruzzo armato di contenimento al piede della scarpata e opere di rimodellazione del profilo della stessa scarpata.”

    siamo passati

    “alla presentazione del progetto ai privati proprietari del terreno”

    Buon Natale sempre in coda in Via Pareto ……..

  3. …Della serie… strada sempre chiusa e lavori sulla collinetta…
    Dopo 45 giorni ancora devono “proseguire i monitoraggi e i rilievi…” ahahahahah

  4. Non vorrei essere accusata di “sciacallaggio” come ho visto fare recentemente verso chiunque avesse esternato perplessità o scetticismo sui modi e tempi di risoluzione del problema.
    Ma un avviso cosi rilevante e di interesse generale, non poteva essere diramato (anche) dal Municipio con maggiori chiarimenti su: procedure, tempistica e costi?
    Siamo ancora, purtroppo dopo 40 giorni, a fumose e preoccupanti “…proseguiranno i monitoraggi e i rilievi già avviati nelle scorse settimane..” o, peggio ancora “…presentazione del progetto ai privati proprietari del terreno…”
    Tradotto: ancora non sono finiti i monitoraggi e ancora dobbiamo presentare il progetto ai privati….

  5. CHE SPETTACOLO….!!!! Leggere dopo 40 giorni che…iniziano gli interventi PRELIMINARI.. è da “avanspettacolo”

  6. da “The Blues Brothers” – Scuse

    “….ero rimasto senza benzina, avevo una gomma a terra, non avevo i soldi per prendere il taxi, la tintoria non mi aveva portato il tait, c’era il funerale di mia madre, era crollata la casa, c’è stato un terremoto, una tremenda inondazione, le cavalette, non è stata colpa mia, lo giuro su Dio!….”

  7. In compenso però , con una solerzia da far invidia anche ad equitalia , hanno impedito l’accesso ed il transito degli scooter chiudendo il varco.
    Non era corretto transitare ma era tanto utile.
    Invece di allargare di 1-15mt il passaggio per risparmiare perlomeno alle due ruote il giro di peppe di corso francia …
    Ora dico , perché il pedone può rischiare la valanga melmosa (?) e lo scooterista no ?

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome