Home ATTUALITÀ Lettori – Via Cortina D’ampezzo, solo il 446 non basta

Lettori – Via Cortina D’ampezzo, solo il 446 non basta

446-120.jpg“Le vicende meteo che hanno messo fuori uso diverse strade del quadrante nord (Panoramica, via Trionfale, via Cassia Antica, solo per citarne alcune) hanno seriamente penalizzato viale Cortina d’Ampezzo e il suo comprensorio. Per uscire dalla zona, sia lato Trionfale che lato Cassia, da troppi giorni si è costretti a lunghissime file, che forse neppure nei tempi peggiori si sono viste”. Così ci scrive il nostro lettore Dario D. segnalando l’inadeguatezza del trasporto pubblico.

“Tutto questo è già noto ai lettori di VignaClaraBlog.it oltre che alle migliaia di persone che debbono sottostare ad un duplice calvario quotidiano, in una zona dove la scorrevolezza del traffico e l’efficienza dei mezzi pubblici hanno sempre lasciato molto a desiderare.”

Solo il 446 non basta

“Andando oltre al grosso problema contingente – continua Dario – con la speranza che i lavori di manutenzione e ripristino della viabilità siano brevi resta di fondo un problema non secondario per chi abita nel comprensorio di Viale Cortina d’Ampezzo, già gravato dagli oneri comunali e da quelli consortili. Ossia il trasporto pubblico.
Il mitico 446, infatti, è talmente un disservizio che, ormai, per uscire dalla zona si deve prendere la macchina e appoggiarsi, trovando parcheggio, ai mezzi ATAC che percorrono la Trionfale verso il Centro o finire a piazza Mancini, con l’onere aggiuntivo del parcheggio.”

“Il 446 – sottolinea Dario – viene da troppo lontano (Circonvallazione Cornelia) con lunghi tratti molto trafficati e intasati, prima del Gemelli e poi sulla Trionfale, per rispettare i tempi delle già esigue corse. E questo penalizza poi la disponibilità dei mezzi al ritorno.”

Una proposta

“Siccome ho visto crescere a Roma il numero delle linee cosiddette “Circolari”, si potrebbe immaginare che, oltre al 446, in viale Cortina d’Ampezzo transiti un mezzo circolare di raccordo con la Trionfale – via Mario Fani, oppure con Vigna Clara, dal percorso breve (una estensione del 48, ad esempio). Da uno dei due lati, i passeggeri potrebbero beneficiare poi delle altre linee in transito.”

“In tal modo si aumenterebbero le corse per uscire e rientrare nella zona, senza sobbarcarsi attese che troppo spesso superano i 30-40 minuti (con il sospetto che ogni tanto qualche corsa venga intenzionalmente soppressa). A beneficiarne sarebbero migliaia di cittadini che in questo comprensorio abitano o lavorano e sono costretti a subire le inefficienze dell’ATAC.”

“Lo so – conclude Dario – che di questo problema bisognerebbe parlarne in XV Municipio ma il “raglio” di noi comuni e semplici elettori non avrebbe alcun ascolto (con qualsiasi amministrazione!) e nessun esito.”

Visita la nostra pagina di Facebook

6 COMMENTI

  1. Sebbene la proposta sia ragionevole, concentrerei idee e risorse sulla soluzione del problema principale (il ripristino della circolazione ordinaria, a cominciare dalla Galleria Giovanni XXIII, inspiegabilmente ad una corsia).

  2. Il ripristino della circolazione ordinaria lo voglio considerare scontato. Invece e’ fondamentale e mi batterei molto per la proposta di introdurre una circolare che permetta di raggiungere la trionfale o piazza giuochi per potere accedere a maggiore scelta di linee bus. Che bisogna fare per ottenere questa semplificazione per il comprensorio?

  3. …non solo, ma da Corso di Francia, per raggiungere i Parioli(senza dover per forza cambiare a Piazza Mancini), possibile ci sia solo il 223?

  4. Sono d’accordo con l’articolo, il 446 non basta. Senza macchina mi sento in trappola xkè se non arriva il 446 non ho alternative per uscire da via cortina d’ampezzo.

  5. Buona proposta ma che, viste le risorse del Comune, reputo difficile da realizzare.
    Forse con un impegno economico minore, basterebbe aumentare le corse…

  6. Il caso linea 446 che da Cornelia/ mamcini passano con il contagocce mo che e’ chiusa cassia piazza giochi delfici e’un caos poiché fa un giro di Peppe fate qualche cosa ma una navetta possibile!! Marco P

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome