Home ATTUALITÀ Convocato fra polemiche Consiglio straordinario su allagamenti nel XV

Convocato fra polemiche Consiglio straordinario su allagamenti nel XV

Nata sulle scia delle polemiche, la seduta straordinaria del Consiglio del XV Municipio interamente dedicata agli allagamenti che hanno messo in ginocchio Prima Porta oltre che gran parte del territorio di Roma Nord, si terrà martedì 11 febbraio a partire dalle 10,30. La seduta, sulla base dell’articolo 13 del regolamento municipale, era stata richiesta nei giorni scorsi dall’NCD e da FI. E dopo la convocazione aumentano le polemiche.

“Torquati è ambiguo come Marino” tuonano infatti consiglieri NCD che in nota accusano Daniele Torquati, presidente del Municipio, di incoerenza e di preferire il partito anziché i cittadini alluvionati.

Stando al comunicato, pare che il Nuovo Centro Destra abbia chiesto di far svolgere la seduta di Consiglio direttamente sul posto, a Prima Porta, come già avvenuto in passato per altri casi eccezionali ma che Torquati non lo abbia ritenuto utile “in questa fase in cui molte famiglie sono ancora nel fango”.

Però, mercoledì 5 febbraio, Torquati ha partecipato ad un’assemblea presso il circolo PD di Prima Porta alla quale era presente anche il segretario romano del PD e nella quale si è parlato di allagamenti.

Questo fatto non va giù ai consiglieri dell’NCD che accusano Torquati di tenere “un comportamento di assoluta incoerenza che denota lo scarso senso delle istituzioni e del dovere propri del Presidente e della sua Giunta. E’ stato come dire ‘il partito prima dei cittadini’. Torquati dimentica che oggi è prima di tutto il Presidente di un Municipio e deve rispondere di ciò che fa (e che non fa) ai cittadini, indipendentemente dalla loro appartenenza politica. Evidentemente, per lui il confronto è utile e opportuno solo se fatto all’interno delle sedi del proprio partito, sedendosi accanto solamente ai cittadini che condividono il suo medesimo credo politico”.

“Caro Presidente – concludono – siamo noi e tutti coloro che, come lei stesso ha ricordato, sono ancora nel fango, ad essere non solo infinitamente tristi ma anche indignati!”

Visita la nostra pagina di Facebook

28 COMMENTI

  1. @ CONSIGLIERI DEL NCD
    Perchè anche quest’altra inutile polemica nei confronti di Torquati??
    Scusate, lo sapete che la convocazione del Consiglio (giorno, ora, luogo) non la decide lui, ma il Presidente del Consiglio, sentita la Conferenza dei capigruppo, vero??

  2. Ma lei lo sa che sono della stessa coalizione e dello stesso partito? Mi sta dicendo che Torquati non ha il controllo della sua maggioranza?

  3. Elisabetta, Lei crede che, nella scorsa consiliatura, si chiedesse il permesso a Giacomini per convocare il Consiglio??
    I ruoli! ci sono dei ruoli!!

  4. @Diamante,
    Oggi in Municipio “non si muove foglia che Torquati non voglia”. Ovviamente con “l’esclusione” di quanto accaduto all’hotel Flaminius in quest’ultime settimane…

  5. @diamante ovviamente no… Infatti la dimostrazione di questo lo si vede nella composizione della giunta attuale…

    Sta per caso dicendo che il PD non concerta le proprie azioni con il presidente?

    Per essere precisi oggi in capigruppo solo SEL, per la maggioranza, aveva pensato di appoggiare la nostra richiesta di fare in loco il consiglio di martedì prossimo…

  6. vorrei interloquire con coloro che hanno lasciato i precedenti commenti,domandando a loro:
    Non è forse il caso di discutere insieme senza bandierine e propagande sulle inadempienze fin ora riscontrate e porre in essere i rimedi coordinando le azioni politiche in modo trasversale per uscire dall’emergenza e trovare tutte le più logiche soluzioni?
    credete che il colore politico risolva la tristezza che sta colmando il cuore dei cittadini colpiti dalle malversità del 31 gennaio? Non sarà meglio unire le forze per restituire a loro la dignità e la serenità che vanno ricercando?
    Solo così spero possa avere il senso di occuparsi di politica almeno nei momenti difficili come l'”EMERGENZA ALLUVIONE”
    grazie

  7. Quando c’e stata la neve a ROMA , e quello si che era un evento eccezzionale, il centro sinistra invece di essere tutti uniti per aiutare i cittadini in difficolta’ , la prima cosa che hanno chisto le dimissioni del Sindaco, si parlava solo di ALEMANNO. questo comportamento che ebbe a l’epoca il centro sinistra come lo vogliamo chiamare ? Pero’ le assicuro che noi non siamo fatti di quella pasta, quando capitano queste calamita’ noi del centro destra ci mettiamo sempre a disposizione del cittadino che si trova in difficolta’.

  8. è difficile non essere in sintonia con le opportune e sensate parole del Sig. LAZZARINI. Faccio notare però che la polemica politica riguardo la partecipazione del Presidente ad una riunione sull’alluvione in una sede di partito, atteneva proprio al fatto che in questa fase è utile che le forze politiche collaborino fattivamente tra di loro e non è certo partecipando ad una riunione in una sede di partito che si contribuisce a rassenerare gli animi contribuendo a quella collaborazione giustamente da lei richiamata. Il tutto peraltro faceva seguito alle dichiarazioni sui social network nelle quali il Presidente Torquati aveva espresso riserve sull’utilità di un consiglio in questa fase. A tale riguardo segnalo a DIAMANTE che sul piano formale è vero che la convocazione è prerogativa della Presidenza del Consiglio, ma le parole del Presidente Torquati sui social network davano conto della sua posizione/opinione politica sull’utilità di un consiglio. E’ questione di sostanza non di formalismi regolamentari.

  9. Derenti condivido in pieno, ma mi permetta solo qualche “sottolineatura” in blu: “eccezionale” (1 sola zeta) e “che ebbe all’epoca” (con 2 elle e l’apostrofo)…
    Scusi la pignoleria… D.M.

  10. Bravo Antonello , le responsabilità invece vanno individuate perchè venerdì sera ero presente io quando Torquati ha mandato al Pascal le famiglie , ed ero presente io quando il Pascal era chiuso . Questa è stata l’accoglienza . Adesso signor Diamante , se vuole , può anche mettere l’accento su eventuali errori di ortografia, ma la realtà rimane questa . Molta gente che ha votato a sinistra si è già pentita … che a Lei piaccia oppure no , il dato non cambia !

  11. Chiedo alla Redazione una delucidazione: consiglio straordinario richiesto da Ncd e Fi. Ufficialmente in Municipio non esiste nessun gruppo Fi, bensì l opposizione è composta ufficialmente da consiglieri del ncd, Fdi, Pdl, 5stelle e misto. Se qualcuno ha aderito a Forza Italia perché non lo comunica ufficialmente?

  12. L’ennesima polemica del NCD e in particolare del Cons. Erbaggi che cerca di negare che in questi giorni io come la totalità dei Consiglieri e degli Assessori sono stati giorno e notte a Prima Porta, mentre lui era comodo sul suo divano e ogni tanto cercava di dimostrare la sua esistenza e consistenza politica scrivendo un comunicato al giorno. Hanno iniziato il 31 mattina e non si sono mai fermati. Senza commento il tacco a spillo della Consigliera Casasanta in Via Frassineto, come il mocassino asciutto alla fine dei giochi del Cons. Antoniozzi che si sono precipitati ogni qual volta c’era un riflettore acceso o un giornalista con la sete dello scandalo, che non c’è stato. Da stendere un velo pietoso.
    Sono rammaricato che tra questi Consiglieri ci sia il Cons. Mocci con il quale ho condiviso l’esperienza della neve. Tanto di cappello ad Andrea Simonelli e Vito Nigro, quanto a Luca della Giovampaola che essendo della zona hanno percepito il dramma della loro gente e capito lo spirito con il quale queste tragedie si affrontano, cercando di essere una comunità e non sguaiati politici con il vizio di non essere mai leali. Onore a l’ex Sindaco Alemanno che in visita alla Parrocchia di Via della Giustiniana ci ha tenuto a telefonarmi e mettersi a disposizione per aiutare, soprattutto perchè, lui quanto noi, siamo consapevoli che la quasi totalità dei problemi di Prima Porta sono imputabili a chi dal 2002 ad oggi non ha fatto nulla, pur essendo al governo da anni, per migliorare la situazione. Ma questo a noi non interessa, perchè abbiamo l’obiettivo nonostante tutto di migliorare la situazione indipendentemente da chi ci vuole aiutare senza interessi di parte. Per il resto una vergogna vera, la vergogna che mi rende orgoglioso di non essere uguale a voi, indipendentemente dallo schieramento politico.
    Cordiali Saluti

    Daniele Torquati
    Presidente Municipio Roma XV
    daniele.torquati@comune.roma.it

  13. “Sono rammaricato che tra questi Consiglieri ci sia il Cons. Mocci con il quale ho condiviso l’esperienza della neve.”
    @Torquati, sinceramente non ho capito a cosa ti riferisci, di cosa sei rammaricato e cosa centra la neve… L’unica certezza emersa in questi giorni è il fatto che l’amministrazione si è fatta trovare impreparata da un evento straordinario che doveva essere previsto. Purtroppo in Municipio fino al giorno prima del 31 G. ancora si parlava di spazzaneve. Si era completamente fuori strada. Poi metteteci tutte le toppe che vi pare, dite pure che la colpa è la nostra e che siamo cattivi con l’aver chiesto il consiglio straordinario … i fatti accaduti sono altri.

  14. Sono rammaricato che tra i comunicati ho letto anche il tuo nome. Tutto qui. Anche se, conoscendoti un po’ e non volendo proprio mettere una pietra sopra alla stima che ho nei tuoi confronti, credo che se fosse capitato a Cesano non ti saresti mai sentito di partecipare a questa schifezza che avete messo in piedi in questa settimana.
    Il Municipio era così impreparato che ha tirato fuori in mezz’ora il piano di evacuazione proprio per Prima Porta al quale il Municipio Roma XX non aveva mai dato seguito e che non aveva mai preso in considerazione, realizzato l’unità di crisi e i turni H24 di tutti i tecnici. Ti vorrei far notare che non solo tre mesi fa Via Frassineto si è allagata, ma nei 5 anni vostri si è allagata quasi una volta l’anno. Ti faccio notare, infine, che la quantità di mm di acqua annui sono quasi 800, il 31 ne sono caduti, in meno di tre, ore 130.
    Se questo era prevedibile, voi siete delle persone corrette e dei politici per passione.
    Cordiali Saluti

    Daniele Torquati
    Presidente Municipio Roma XV
    daniele.torquati@comune.roma.it

  15. Caro Daniele, continui a trovare giustificazioni non prendendoti le responsabilità sul fatto che tutto ciò doveva essere previsto. Non puoi credere di essere esente da critiche dopo quello che è accaduto. Sei il Presidente del Municipio e le critiche costruttive le devi accettare. È un dato ufficiale ormai che l’unità di crisi è stata convocato il giono seguente la notte che è iniziato l’alluvione. Il Municipio era già i ginocchio. .. Molte cose si potevano evitare se la macchina si era mossa prima e la gente veniva avvertita in tempo. Nessuno mette in discussione che è stato un evento eccezionale e di “portata superiore alla media”. Come nessuno mette in dubbio il lavoro che è stato fatto da parte tua e di altri e quanto impegno è stato messo. Come io e altri non ci siamo mai vantati di ciò che abbiamo fatto in quei giorni e del contributo, seppur modesto, che abbiamo dato. Bene tutto, però rimane il fatto che ormai “i buoi erano usciti dal recinto” quando l’amministrazione iniziava a svegliarsi… cioè la mattina di venerdì. Daniele, molte cose potevano essere evitato e questo non è stato fatto. Ora dai pure la colpa al mocassino, ai tacchi a spillo, a Cesano o Corso Francia… dimenticavo, oppure ai 5 anni di amministrazione Giacomini, queste rimangono sempre giustificazioni e tu non fai altro che continuare a lacerare il rapporto con l’opposizione, così come stai facendo ormai da 6 mesi.

  16. Caro presidente con viva emozione leggo le sue parole nelle quali lascia trasparire il buon grado di responsabilita’ e la compostezza del linguaggio adoperato lascia intendere la sua onesta’ con la quale sta affrontando la situazione
    Merito le va dato quando umilmente riconosce ai colleghi di opposizione il loro impegno fatto di non mera critica ma di collaborazione.
    Per restituire fiducia ai cittadini non occorre sciolinare comunicati da campagna elettorale ma fatti concreti e certezze alla risoluzione dei problemi e sono certo che la gente sapra’ tenerrne conto per giudicare a tempo debito
    Voglio esprimerle la mia gratitudine che e’ pur insignificante in questo momento ma lei la prenda come piccola iniezione di fiducia per andare avanti.ovviamente lo stesso vale per tutti coloro che senza troppe chiacchiere stanno collaborando a favore dei cittadini del nostro quartiere

  17. @Torquati capisco la stanchezza ma smettila di dire cose false…

    prima di tutto ti voglio tranquillizzare ma il NCD è coeso e unito nel nostro Municipio e condividiamo tutte le iniziative che sono state effettuate dall’inizio della legislatura.

    come ho già avuto modo di dirle direttamente l’unica persona che salvo di questa maggioranza è l’assessore paris che sta provando a destreggiarsi in mezzo a mille problemi organizzativi…

    chi ha mai negato il tuo impegno e quelli dei tuoi collaboratori/consiglieri in questi giorni??? al massimo, e non ho problemi a ribadirlo, ritengo che l’assenza di un “generale” abbia comportato tanta confusione e errori, ma sono stati fatti in buona fede… casomai il problema era perchè non c’era qualcuno che coordinava il tutto…

    chi ti ha detto che stavo seduto sul divano? parlare così è l’ennesima dimostrazione della tua inadeguatezza a ricoprire questo ruolo…
    io non sbandiero gli interventi manuali fatti, i sopralluoghi a casa della gente alluvionata, gli aiuti alimentari ed economici dati ecc… che servono solo in un primo momento ma che DEVONO essere accompagnati da azioni concrete per dare una speranza a tante persone…

    proprio ieri stavo interloquendo con l’Ass. PAris per conoscere dei dati numerici di allagati/danneggiati per poterli fornire al Senatore Augello, all’europarlamentare Angelilli, al Consigliere Regionale De Lillo e ai cons. Comunali Mennuni e Belviso per poter fare qualcosa di CONCRETO.

    parlo dello stanziamento di fondi da parte della Regione Lazio;
    parlo del reperimento di fondi straordinari dall’europa;
    parlo dell’organizzazione delle procedure di rimborso per i danneggiati;
    parlo di scoprire veramente le cause di tale alluvione per evitare che si possa ripetere.

    e siccome sono una persona seria tralascio di elencarti tutte le mancanze dell’amministrazione capitolina prima e municipale dopo….

  18. OLTRE E PAROLE ER VOTO nun ve confonnete c’ha er doppio senso si proprio cosi . Ormai e parole vostre fanno solo rumore , n’rumore tremendo che pe fallo fini a gente e’ disposta a tutto . Ancora nun ve se mparati che a gente de chiacchiere vostre nun gne freaga gnente .
    A sitauazione e’ chiara da anni solo che preferite venne artre chiacchiere schieranno sordati CAPIATANATI da gente infilata dappertutto e , favoriti magari passanno davanti all’artri co e domande de rimborso , pe fa vede che esistete.

  19. Dopo tante parole e tante ce ne saranno martedì 11/02/2014 vorrei a nome personale complimentarmi e ringraziare il presidente Torquati per il lavoro fin qui svolto,lavoro,ma lui lo sa,è solo l’inizio.Lontano dalle chiacchiere strumentali provenienti anche dal suo partito ha dimostrato di saper andare oltre riconoscendo meriti che andavano al di là dell’appartenenza,dando il giusto valore al senso di comunità.Comunità che degnamente rappresenta nella carica di presidente.Grazie presidente da uno che non lesina critiche ma riconosce le qualità di un uomo.

  20. Mocci.
    – In tutto l’anno cadono 800 mm di acqua in 80 giorni, una media di 10mm ogni perturbazione. Il 31 in tre ore sono caduti 130mm. Prevedibile? Si da Nostradamus. Considerando che in 5 anni avete solo dimostrato le chiacchiere per il riasanamento di Prima Porta e che soprattutto non siete neanche stati in grado di trasmettere il piano confezionato nel 2011 che noi abbiamo attuato io farei un attimo di silenzio.
    – In 6 giorni siamo stati 24 ore su 24 a Prima Porta la polemica inutile sul fatto che 10 minuti sono passato in una sezione del PD dove tra l’altro anche li c’erano gli sfollati, la polemica dopo due ore dalla perturbazione sull’incapacità mia e di Marino, il Consiglio chiesto in piena emergenza. Queste non sono “critiche costruttive”, sono semplicemente operazioni di sciacallaggio. E’ inutile che ti ostini a difendere l’indifendibile. Sei una persona seria e me lo ricordo.
    Erbaggi.
    – Della coesione del NCD non ce ne può fregare di meno e nessuno lo ha mai tirato in ballo.
    – Io non faccio il “generale” e non ho intenzione di farlo. Provo a fare il Presidente del Municipio.
    – Il fatto che a giorni dell’alluvione tu debba chiedere i dati la dice lunga di quanto tu sia stato attivo. Su i sopralluoghi nelle case private non ho nessun dubbio, è quello che hai fatto per 5 anni durante la tua esperienza da assessore. Interessi particolari a scapito di quelli dell’intera comunità. In perfetta linea con il passato sia in ordinaria che in straordianria amministrazione. Su questo onore alla tua coerenza.
    Per tutto quello che dobbiamo fare, abbiamo l’obiettivo di farlo senza l’aiuto di quelli che non si sono dimostrati all’altezza in passato, ma soprattutto che non hanno le qualità morali di condividere con noi gli interessi dei cittadini.
    E siccome sei una persona seria inizia ad avere la decenza del silenzio, che di chiacchiere ne hai fatto molte.
    Cordiali Saluti

    Daniele Torquati
    Presidente Municipio Roma XV
    daniele.torquati@comune.roma.it

  21. @torquati

    Ma sei impazzito?? Interessi particolari??? Io sono andato in giro di case di persone che non conoscevo, dando una mano come tutti…. Ma che cosa dici??

    I dati ufficiali li ha giustamente chi governa perché coordina gli interventi di tutte le squadre di intervento… Mi stupisco che tu non lo capisca….

    Dalle tue risposte sparate a caso è evidente che non capisci o non vuoi capire…. Problemi tuoi…

  22. Caro Daniele, mi dispiace che continui a sbagliare non assumendoti le responsabilità fino in fondo. Continui a dare colpe e responsabilità a precedenti amministrazioni o ad altri, così come stai facendo da sei mesi … Ripeto per l’ultima volta, non voglio sembrare “logorroico”, nessuno mette in dubbio il lavoro che stati facendo in questi giorni. Bene che sei stato insieme ad altri 24 ore su 24 a Prima Porta, lo abbiamo capito, l’hai comunicato in tutti i modo e te ne diamo atto. Questo però non ti toglie (vi toglie) dalla responsabilità che non siete stati preparati ad affrontare l’emergenza annunciata prima del 31 Gennaio. Ed a pagare sono stati i cittadini. La polemica la fa chi sostiene il contrario addossando le colpe agli altri… o chi continua a criticare la richiesta del Consiglio Straordinario. Non mi sembra che abbiamo chiesto e preteso di fare il Consiglio nei giorni 2/3… Febbraio. Però farlo Martedì 11 come è stato deciso è giusto e doveroso. Non vedo dove sta la polemica. Sei tu che hai pubblicando la nostra nota su facebook, avviando commenti di cattivo gusto. Comportamento “scarsamente istituzionale” che un Presidente non dovrebbe avere.
    Sicuramente era difficile prevedere che sarebbe caduti 130 mm di acqua in 3 ore, ma come si fa a non essere in allerta dopo tutti gli avvisi che ha fatto la Protezione Civile prima del 31??? Perché l’unità di crisi è stata convocata Venerdì 1 Febbraio alle 9.30 quando già stava succedendo il caos??? Invece di pensare a Nostradamus era sufficiente dare uno sguardo all’allerta annunciata attraverso bollettini e comunicati della Protezione Civile che di seguito sono riportati (in parte) dal 28 al 30 Gennaio 2014.
    28 gennaio 2014
    “Maltempo: allerta per neve al nord, temporali su Lazio e Sardegna”
    “… Su Sardegna e Lazio l’avviso prevede precipitazioni sparse, anche a carattere temporalesco, che potranno essere accompagnate da rovesci di forte intensità e forti raffiche di vento.
    Sulla base dei fenomeni previsti …, per la giornata di domani è stata valutata criticità gialla per rischio idrogeologico sulle regioni centrali,…
    È utile ricordare che le valutazioni di criticità idrogeologica (su tre livelli: rossa, arancione e gialla) possono includere una serie di danni sul territorio. In particolare la criticità gialla indica la possibilità di danni localizzati a infrastrutture ed edifici interessati da frane o dallo scorrimento superficiale delle acque; localizzati allagamenti di locali interrati e al piano terreno; localizzate e temporanee interruzioni della viabilità in prossimità di piccoli impluvi, canali, sottopassi, tunnel, avvallamenti stradali; possibili danni alle coperture a causa di forti raffiche di vento o possibili trombe d’aria; rottura di rami, caduta di alberi e abbattimento di pali, segnaletica e impalcature.”
    29 gennaio 2014
    “Maltempo: ancora allerta neve al nord, temporali al centro”
    Proseguono gli effetti dell’annunciata vasta area depressionaria che sta interessando l’Europa occidentale e che porterà sul nostro paese ancora condizioni di maltempo. … I fenomeni meteo impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche.
    30 gennaio 2014
    “Maltempo: allerta per precipitazioni diffuse e venti forti su tutta la penisola”
    “A causa della vasta area depressionaria che sta interessando l’Europa occidentale, continuerà ancora nei prossimi giorni l’allerta per il maltempo su gran parte dell’Italia: venti forti, precipitazioni diffuse e persistenti … per i quali si sono attivati i sistemi locali di protezione civile, rendono i comportamenti dei singoli cittadini determinanti nell’evitare di mettersi in situazioni di pericolo per la propria incolumità.
    Sulla base delle previsioni disponibili il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le Regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso, infatti, un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse, che integra ed estende quello diffuso ieri. I fenomeni meteo impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate,… .
    L’avviso meteo prevede, dal pomeriggio di oggi, giovedì 30 gennaio, venti forti, con rinforzi di burrasca, dai quadranti meridionali, su Friuli Venezia Giulia, … Lazio, Campania, …, con particolare riferimento a tutte le zone costiere… .
    Dalla serata di oggi, poi, si prevede il persistere di precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Provincia Autonoma di Trento, …, Lazio e Sardegna, con quantitativi cumulati fino a molto elevati… .
    Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per la serata di oggi, giovedì 30 gennaio, una criticità rossa… La criticità è invece arancione per buona parte dell’Emilia-Romagna…, il Lazio settentrionale.. . Tutte le altre Regioni interessate dal maltempo sono indicate in criticità gialla.
    Per domani, … La criticità è invece arancione per il bacino dell’alto Piave in Veneto, …, il Lazio settentrionale,.. . Infine, la criticità gialla è prevista su: Trentino Alto Adige, … Lazio, tutta l’Umbria, … .
    È utile ricordare che le valutazioni di criticità idrogeologica (su tre livelli: rossa, arancione e gialla) possono includere una serie di danni sul …”
    Dopo tutti gli avvisi dati, dove erano state annunciate criticità rosse, arancioni e gialle e si annunciavano precipitazioni “con quantitativi cumulati fino a molto elevati…”, era sicuramente opportuno convocare l’unità di crisi il 29/30 Gennaio (prima del 31), attivando tutti gli uffici, controllando il giusto funzionamento delle idrovore, … e soprattutto allertando i cittadini nelle zone a rischio idrogeologico di ciò che poteva accadere. Questo è il lavoro che doveva essere fatto per prevenire o almeno cercare di farlo. Purtroppo non è stato fatto.

  23. Se fosse stata istituita la diretta web delle sedute del Consiglio, saremmo tutti più edotti del vostro lavoro e ci risparmieremmo questi prolissi battibecchi.

  24. Rendetevi conto che fate politica qui dentro e non per strada.Siete tutti ridicoli, con qualche rara ecceZione ( si caro Derenti, le do questa notizia, eccezione si scrive con una sola z , eccezziunale veramente lo diceva Abatantuono), datevi una svegliata per favore e siate onesti (maggioranza e opposizione) dicendo ai cittadini che si devono rimboccare le maniche quando arrivano i disastri climatici, non c’è possibilità di delegare a nessuno se non a se stessi il proprio futuro.Fate capire alla gente che nel limite del normale lo stato DEVE dare aiuto, ma quando la situazione è questa bisogna prendere la pala e spalare.Dalla neve di Alemanno alle alluvioni di Marino.Punto.Tutto il resto è solo una presa in giro.
    Consiglio per la maggioranza (finalmente dopo anni) del PD: per favore non fatevi freagare da mezzucci come striscia la notizia, che arriva guarda caso proprio adesso dopo 20 anni di disastri e grandi spagehttate del centro destra in questo municipio.Se posso permettermi, Daniele li dovevi rispondergli a tono che quel particolare della scuola era nulla rispetto al fatto che alcuni consiglieri sono stati gambizzati di fronte alla sede del municipio o dei tanti altri miliardi di problemi di questi ultimi 20 anni.Non passare per il responsabile di un tracollo che nn è causa tua.Occhi aperti, non è un caso che usino questi mezzi proprio ora.

  25. Mi aspetto che all’apertura del Consiglio di domani il Presidente Torquati faccia una breve premessa, anche se con 24 ore di ritardo, sul “Giorno del Ricordo”, in finale anche Nieri, obtorto collo e nonostante le dichiarazioni pregresse, ha deposto una corona al monumento in memoria delle vittime delle foibe, sul piazzale delle Foibe Istriane.

  26. enrico enrico……se i 12 miliardi di euro non fossero stati spesi per ingrassare le municipalizzate , ma per la cittadinanza non servirebbe far spalare i cittadini.con 12 miliardi spesi bene roma sarebbe come copenhagen, invece dei 12 miliardi di euro ci ritroviamo a chiedere ai cittadini, che quei 12 miliardi hanno dato, di spalare.chi avuto avuto avuto chi ha rato ha rato ha rato, scurdammuce u passato simme …….

  27. Egregi amministratori,con mio rammarico continuo a leggere i vari commenti ,e sempre con mio rammarico mi accorgo che il presidente Torquati punta sempre il dito sui consiglieri di opposizione,e sempre con mio rammarico,ricordo che quando ci fu emergenza neve ,gli allora amministratori che oggi governano il Municipio gridavano a squarcia gola le dimissioni di Alemanno e di tutta la giunta, Basterebbe invece cosi’ poco ammettere che ci sono stati degli errori di partenza,,tutti possiamo sbagliare e tutti possiamo essere incapaci di gestire gravi situazioni…ma dobbiamo anche essere in grado di accettare critiche..piu’ o meno pesanti,e qualche volta anche battute spiritose, e perche’ no anche le urla di dimissioni ,o forse Presidente solo voi potete permettervi di fare questo?.Quindi rimboccatevi le mani ,assumetevi tutte le responsabilità’ che avete senza pensare a Nostradamus e finitela di dire che e’ sempre colpa della destra..le ricordo presidente che Roma e’ stata governata da decenni dai suoi predecessori quindi chi ha sempre sbagliato sono stai i vari Veltroni Rutelli e company,Per finire caro Presidente la prego dica al Sindaco Marino di evitare frasi poco piacevoli nei confronti dei cittadini che hanno perso tutto e che per avere quel tutto pagarono fior di quattrni per entrare nella legalita’ (Bucalossi e condoni vari) e le dica anche che prima ci sono gli italiani e poi i rom..e le dica anche di tornarsene a Genova o di provare a fare il sindaco di Venezia perche’ come sindaco di Roma ha gia’ fallito.Concludo inviandovi a tutti maggioranza e opposizione cordiali saluti,con l’augurio che insieme possiate ridare ai nostri amici tutto cio’ che hanno perso..Ma smettetela di continuarvi adire..colpa mia colpa tua …FATELO PER IL BENE DI NOI CITTADINI BUON LAVORO

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome