Home AMBIENTE Villa Balestra, un gioiellino di Roma Nord

Villa Balestra, un gioiellino di Roma Nord

villa balestra 1

Tra le trentanove ville nobiliari di Roma Villa Balestra è tra le meno frequentate perché custodita all’interno di un quartiere silenzioso ed esclusivo come i Parioli. Un parco neppure troppo grande eppure per la sua posizione invidiabile è un vero e proprio gioiello per arrivare al quale basta percorrere viale Bruno Buozzi e poi via Monti Parioli; la villa si trova alla fine di una strada chiusa, Via Bartolomeo Ammannati.

Viale Bruno Buozzi è il grande viale che da Via Flaminia conduce al quartiere Parioli; un tempo doveva essere una strada imponente con i suoi marmi e le terrazze che affacciavano su Villa Giulia. Oggi, nonostante l’esclusività dei luoghi,  il viale è in condizioni pietose. Danneggiati i marmi, sventrati i muraglioni e poi sporcizia e rifiuti in ogni angolo.

Villa Balestra, con vista sul Parco di Monte Mario, ha una forma ellittica ed è strutturata su due viali paralleli che costeggiano grandi aiuole con cespugli e alberi di alto fusto; al termine dell’area verde c’è un grande parco giochi per i più piccoli e poi una struttura con grandi vetrate che ospita un bar-gastronomia.

villa balestra 2Il parco è quanto rimane della cinquecentesca Villa Poggi di proprietà del Cardinale Giovanni Poggi; acquistata nel 1880 da Giuseppe Balestra la villa fu successivamente smembrata e solo nel 1939 è stata acquisita dal Comune di Roma.

Tutta l’area dove sorge la villa, posta al di sopra di un grande costone di tufo che affaccia su Viale Tiziano, a partire dagli anni ’50 fu sottoposta ad una pesante lottizzazione che comportò la demolizione di alcuni edifici e l’inglobamento di altri in moderne costruzioni.
Quello che oggi rimane è un semplice e ordinato giardino dal quale è possibile godere di un panorama che ha dell’incredibile; chi osserva Roma da Villa Balestra lo fa con una prospettiva del tutto nuova.

villa balestra 3Dalla Villa lo sguardo spazia dall’inconfondibile profilo di San Pietro sino a Monte Mario per poi scendere al Tevere e all’area del Foro Italico; purtroppo l’altezza delle siepi in verità poco curate non facilita l’osservazione tanto che si è costretti a salire sui ceppi di alcuni alberi abbattuti.

Tutto intorno alla villa sorgono splendidi edifici ed enormi ville storiche con torrette e grandi terrazzi marmorei; nelle aiuole crescono invece grandi alberi tra cui pini, cipressi, lecci e alcune bellissime palme.

villa balestra 4Nel centro del giardino è stata realizzata anche una pista di pattinaggio che può essere utilizzata come campo di basket. A frequentare la villa sono soprattutto i residenti con bambini e cani e il clima che si respira è quello di un sonnacchioso e tranquillo parco di quartiere.

villa balestra 5Se Villa Balestra con i suoi viali ordinati e la sua splendida vista è un piccolo gioiello non altrettanto può dirsi delle strade del quartiere Parioli che nonostante la signorilità degli edifici si presenta sporco e trascurato, con i marciapiedi danneggiati e tante scritte sui muri.
Evidentemente tutto il mondo è paese; anche negli esclusivi quartieri della capitale la sporcizia è di casa.

Francesco Gargaglia

© riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome