Home ATTUALITÀ Lettori – Alla scuola Zandonai “situazione bagni inaccettabile, riparateli!”

Lettori – Alla scuola Zandonai “situazione bagni inaccettabile, riparateli!”

bagni-zandonai.jpgEnnesimo capitolo della saga dei bagni nella scuola Zandonai di Vigna Clara. Ci scrive Roberto, un nostro lettore che si definisce “papà di una figlia di 6 anni disperata” che frequenta questa scuola elementare. Il problema? Sempre lo stesso, esasperante: i bagni fuori uso. Giovedì 17 ottobre solo 11 su 24 erano utilizzabili dai 535 scolari. Inaccettabile. “Faccio un appello a tutti i responsabili del XV Municipio e del Comune, sindaco compreso” scrive Roberto. “Venite a vedere i bagni della scuola dopo le 11.30”.

“La scuola – spiega il nostro lettore – è composta da quattro bagni per maschi e quattro per femmine divisi in tre padiglioni e in un’altra ala posteriore per ogni bagno ci sono tre water. Quindi in totale ventiquattro water per i 535 alunni ospitati”.

“Per mancanza di manutenzione ordinaria, ieri, 17 ottobre 2013, solo tre bagni erano parzialmente funzionanti e quindi la situazione era: tre water funzionanti per le femmine e otto water per maschi mentre ben tredici erano fuori uso. Non so se riuscite a immaginare le condizioni di questi ambienti a metà mattinata e quale sia il disagio per i bambini” esclama Roberto sostenendo che “tale situazione é dovuta solo alla mancanza di manutenzione ordinaria”.

“Personalmente non credo alle frasi ‘non ci sono i fondi’. Credo invece che i fondi ci siano, almeno per le piccole manutenzioni. Quindi mi rivolgo a tutte le autorità competenti affinchè si controlli bene come vengono gestiti i fondi del comune in modo da porre fine agli sprechi di denaro pubblico. I nostri figli – conclude – meritano dei bagni civili.”

E’ un decennio che genitori e personale della scuola protestano per le pessime condizioni in cui versano i servizi igienici, fare la pipì  in un bagno pulito e funzionante dovrebbe essere la cosa più normale del mondo in una scuola.  Ma non alla Zandonai.

Prima di questo, l’ultimo eclatante episodio accadde lo scorso marzo, quando numerosi genitori esasperati fecero un dettagliato esposto alla ASL (leggi qui).

Visita la nostra pagina di Facebook

8 COMMENTI

  1. gli stessi problemi che per anni e anni, amministrazioni diverse, periodi di vacche magre e vacche grasse, rimangono irrisolti…. è allora il “sistema” che non funzione, perchè non voglio credere che tutti coloro che si sono trovati ad amministrarci siano stati dei pusillanimi….

  2. della Zandonai non gliene importa niente a nessuno ! La prossima volta la denuncia bisogna farla alla Procura non alla asl, sono anni che la scuola sta in queste condizioni si vergognassero tutti quelli del municipio e del comune che potevano fare qualcosa e non hanno mosso un dito !!

  3. Quest’anno va di lusso!! Lo scorso abbiamo toccato il fondo con 1 solo water per 200 bambine e 2 water per 200 maschietti.
    Non accetto la spiegazione che sia il “sistema” a causare quanto accade sotto i nostri occhi ai danni dei nostri figli.
    Gli unici responsabili ritengo siano proprio quegli amministratori che per decenni hanno avuto la gestione del bene pubblico: dietro ai sistemi ci sono le persone che li fanno andare avanti o che ne impediscono il sano funzionamento. Punto!
    Sulla Zandonai poi credo ci sia stata una forma di discriminazione al contrario: scuola delle famiglie facoltose del quartiere (ammesso che ciò sia vero)? Bene, evitiamo di apparire troppo generosi con loro…
    Comunque, la consapevolezza delle persone è cambiata e i fatti lo dimostrano almeno sulle amministrazioni a noi più prossime.
    Vediamo se oltre a cambiare i colori cambia anche la musica!

  4. Questa problematica è nota da diversi anni, tanti sopralluoghi, soprattutto in fase pre elettorale, ma nessuno è stato in grado di mettere in funzione un numero minimo di bagni.
    Poi si chiede un contributo volontario per la scuola? Non pagate per non ricevere nulla.
    La zona transennata dai vigili del fuoco per quanti anni rimarà tale?

  5. Anche io, come mamma di bimbi che frequentano la Zandonai, conosco bene il problema: i bambini vagano da un padiglione all’altro per cercare un bagno funzionante e, come ha scritto l’altro genitore, ad un certo punto lo scorso anno per le bambine ne funzionava solo uno in tutta la scuola… Figurarsi in che condizioni poteva essere. La bidella mi ha detto che i bagni risalgono a 40 anni fa! Finora solo interventi di fortuna e “rattoppi”. Spero che questo ennesimo articolo che ricorda il problema possa servire a risolverlo.

  6. Vedo che responsabili dei vari llivelli della Pubblica Amministrazione locale (presenti e soprattutto passati) , spesso pronti ad appuntarsi medaglie al valore o ad assicurare pront interventi appena deliberati… tacciono.

  7. Da quelli che so io sono anni che il Municipio chiede fondi per buttare giù tutti bagni e rifarlo nuovi gli stessi vengono promessi e poi al momento del Bilancio magicamente li tolgono. C’era una somma urgenza di 400.000 euro già firmata dalla Ragioneria Generale poi in sede di Bilancio revocata. Se non si sanno le cose prima di condannare dovreste informarvi meglio. Adesso sono stati richiesti nuovamente fondi con progetto presentato Alla Regione Lazio….fusse che fisse la corta bona ??? Mah…..

  8. Per scrivere veloce ho commesso qualche errore ortografico comunque si dovrebbe capire tutto ugualmente…Il Vernacoliere

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome