Home ATTUALITÀ Anche quest’anno il ghiaccio dell’Axel sarà rovente

Anche quest’anno il ghiaccio dell’Axel sarà rovente

axel120.jpgCon l’arrivo a Piazza Mancini dei 5 moschettieri del pattinaggio italiano, capitanati dalla pluricampionessa mondiale ed europea Carolina Kostner, si è aperta ieri pomeriggio la stagione 2013/14 della pista della scuola di pattinaggio su ghiaccio Axel diretta da Marina D’Agata e Marta Grimaldi, emozionatissime e giustamente orgogliose padrone di casa.

La pattinatrice altoatesina (medaglia d’oro agli europei e d’argento ai mondiali 2013) e i componenti delle due coppie formate da Anna Cappellini e Luca Lanotte (medaglia di bronzo agli europei e quarto posto ai mondiali 2013 nella danza su ghiaccio) e da Stefania Berton e Ondrej Hotarek (medaglia di bronzo agli europei 2013 nella specialità delle coppie d’artistico – prima coppia italiana a conquistare una medaglia europea in tale specialità), tutti facenti parte del Gruppo Sportivo delle Fiamme Azzurre, si sono mostrati sereni e sorridenti nell’incontro con la stampa per poi scatenarsi in pista insieme alle allieve e agli allievi della scuola, con menzione al “merito” per Carolina e Ondrej, e infine abbandonarsi al gioioso rito degli autografi, durante il quale hanno mostrato un antidivismo ed un’empatia con i fan non comune.

Ma anche questo fa parte della magia di uno sport che vive del suo essere il più alto connubio tra gesto atletico ed espressività artistica come anche delle piccole gioie che danno questi momenti.

Abbiamo chiesto loro come vivono il rapporto con i tifosi e gli appassionati di questo sport ed è stata una sorpresa percepire dalla voce di Ondrej Hotarek, atleta ceco che da molti anni gareggia per l’Italia, la sua emozione nel ricordare l’affetto dei numerosi tifosi italiani presenti agli campionati europei di Zagabria: “Sembrava di stare a casa!”.

Stefania Berton ci ha invece spiegato come nelle gare la loro attenzione è rivolta maggiormente alla corretta esecuzione degli elementi tecnici, mentre nei gala il loro impegno è tutto dedicato a trasmettere emozioni al pubblico. Anna, che non ha memoria della sua vita prima dei pattini (dopotutto li ha indossati per la prima volta a soli tre anni), e Luca ci raccontano infine i sacrifici quotidiani che si nascondono dietro il luccicare del ghiaccio, compresa la difficoltà di uno sport che li “costringe” ad una forte simbiosi di coppia.

axel470.jpg

Ma se ieri si è aperta la stagione dell’Axel, è ormai alle porte anche l’inizio della stagione per i cinque atleti, che daranno il via alle danze il 28 settembre con la terza edizione di Opera On Ice all’Arena di Verona e termineranno con l’appuntamento olimpico in quel di Sochi in Russia.

Le Olimpiadi 2014 saranno le ultime per Carolina Kostner, dopo di che qualcun altro dovrà raccogliere il suo testimone. La speranza è che questo qualcuno possa essere espressione anche del centro o del sud Italia e strutture come l’Axel, che si riconferma come la più importante scuola di pattinaggio della capitale e la più grande d’Italia per numero di allievi iscritti, fanno sì che queste speranze non siano chimere.

Ieri il ghiaccio dell’Axel era “caldo” anche per la temperatura ancora estiva, ma quest’inverno sarà rovente per le mille e più paia di pattini che lo solcheranno per giungere lì dove Carolina, Anna, Luca, Stefania e Ondrej li stanno aspettando. (red.)

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome