Home ATTUALITÀ XV Municipio, Torquati e le priorità del territorio

XV Municipio, Torquati e le priorità del territorio

priorita.jpgPassata la festa non si dovrà gabbare lo santo. Ci aspettiamo che Daniele Torquati, neo presidente del XV Municipio, si metta subito al lavoro e scelti i sei assessori in termini di professionalità e competenza, affronti con coraggio dai prossimi giorni le priorità del territorio, che non sono certo poche. Dalla trasparenza della politica e dell’amministrazione alla partecipazione, dalla viabilità al degrado abitativo, dalle aree verdi chiuse o abbandonate a Ponte Milvio ridotto a suk. Impossibile risolvere tutto in sei mesi, ma sei mesi bastano e avanzano per avviare a soluzione le situazioni più critiche.

Ritorniamo dunque sul sondaggio effettuato dalla nostra testata al termine del quale furono i lettori ad indicarci quali domande porre agli otto candidati presidente in termini di urgenze e priorità da affrontare sul territorio.
La nostra domanda fu: “Qualora eletto presidente, quali iniziative intende mettere in campo nei primi sei mesi del suo mandato per risolvere concretamente il seguente problema?

Indicammo volutamente il lasso di tempo di sei mesi, sostituendolo al ben più famoso e abusato “cento giorni”, ritenendo che quest’ultimo fosse eccessivamente stretto se rapportato ai tempi della Pubblica Amministrazione e allo spessore degli argomenti trattati.
In questa logica, non chiedemmo di “risolvere” in sei mesi il problema esposto ma di dichiarare quali iniziative sarebbero state messe in campo per risolverlo.

E così ci rispose Daniele Torquati, ci piace ricordarlo e ricordarglielo. Non per malizia o malafede ma solo perché le istanze rappresentate dai nostri lettori chiedono soluzioni urgenti e improrogabili. E’ da tempo che le aspettano. Il semplice cenno di vedere che qualcosa si muove già sarebbe un segnale positivo.

Faccia la sua squadra Presidente, scelga sei ottimi assessori competenti nelle deleghe che loro assegnerà e intraprenda subito il suo percorso dando corpo alle risposte che ci ha dato e che qui riportiamo.

Trasparenza e partecipazione

Finanzieremo le dirette web delle sedute consiliari (risoluzione n. 4 del 2009) con i fondi della Presidenza del Municipio, così da condividere i lavori dell’Aula con i cittadini.

Riattiveremo le consulte (handicap e tavoli dei bisogni) che erano presenti e quelle da noi proposte e approvate nella passata consiliatura come quella della Scuola, al fine di coinvolgere le istituzioni scolastiche nell’assegnazione dei fondi per la manutenzione dei vari plessi.

Realizzeremo l’anagrafe pubblica degli eletti che deve comprendere oltre alle iniziative intraprese da tutti i Consiglieri (Presenze e atti proposti) anche la situazione patrimoniale di ciascuno dei componenti del Consiglio e della Giunta.

Per la realizzazione del Consiglio dei giovani vorrei coinvolgere attivamente i Licei del nostro territorio ed integrare il Regolamento per far partecipare il Presidente del Consiglio dei giovani alle sedute del Consiglio municipale.

Infine, verificando la disponibilità delle ore di straordinario del personale, convocheremo sin da subito i Consigli di pomeriggio e promuoveremo la convocazione dei Consigli esterni nelle scuole per la stesura del bilancio, ma soprattutto per riavvicinare i cittadini ai reali problemi dei quartieri.

Mobilità e viabilità

Tre sono le rotatorie da realizzare in tempi rapidi: Via Due Ponti, Cassia Antica e La Giustiniana. Nei primi sei mesi sarà difficile, ma essere pronti con i progetto approvati dal VII Dipartimento e la stima dei costi per il finanziamento finale è possibile farlo in tempi decisamente stretti.

Per il collegamento Cassia Bis – Grottarossa, fianco ospedale S. Andrea, cercare di recuperare i finti fondi stanziati dalla Polverini sarà impossibile, quindi non c’è altra soluzione che riallacciare, sin da subito, i rapporti con l’azienda ospedaliera fornendogli le idonee garanzie di controllo del traffico e adeguare il percorso alle norme del codice della strada.

Non si può prevedere un unico tracciato di pista ciclabile in tutto il Municipio, ma delle “piste a scopo”, ovvero piste ciclabili di quartiere con percorsi protetti che conducano ai principali punti di interesse come le stazioni della FM3 o le principali fermate di autobus.

Aree verdi

Nel Municipio più verde di Roma abbiamo il compito di mettere a disposizione dei cittadini quello che il nostro territorio ci offre, scongiurando assegnazioni-truffa come quella promossa da Alemanno in favore dell’Ass. Raphael Onlus di 13 ettari della tenuta dell’Inviolatella Borghese.
Il tema degli accessi da istituzionalizzare rimane l’aspetto fondamentale: uno potrebbe essere quello dalla parte di via Oriolo Romano attraverso i terreni dell’ex Istituto sperimentale di Cerealicoltura e l’altro quello da Via di Villa Lauchli.

Vorrei promuovere un reale coinvolgimento delle associazioni e dei Comitati, che negli anni si sono battuti, per assicurare il rispetto dei vincoli e l’uso da parte di cittadini, anche attivando un gruppo di studio promosso dal Municipio.

Per il parco Volusia oltre a realizzare in tempi rapidi il parcheggio dovremmo costruire il ponte per consentire di scavalcare il fosso e realizzare di un sentiero che permetta di collegare la parte bassa con quella alta (dove si farà il parcheggio).

Abbiamo l’esigenza di entrare in possesso dei beni confiscati alle mafie ed utilizzarli per fini sociali affidandoli a cooperative e associazioni senza scopo di lucro attraverso bandi pubblici.

Ho intenzione di coinvolgere attivamente i cittadini nella cura dell’ambiente, con la promozione di comitati civici di quartiere che, con il supporto dell’Amministrazione municipale e dell’AMA, contribuiscano alla manutenzione mensile ed al controllo delle aree verdi abbandonate.

Decoro urbano

Il PRIP promosso dall’Amministrazione capitolina era totalmente sbagliato ed il Consiglio del nostro Municipio non si è pronunciato sul tema nonostante le nostre sollecitazioni. Se il prossimo Sindaco non realizzerà il piano degli impianti pubblicitari, il Municipio dovrà promuovere per lo meno lo studio del territorio e ripartire dalla proposta delle associazioni. Tale piano deve tenere conto del codice della strada e dei piani urbanistici vigenti.

Promuoveremo in ogni caso una battaglia senza confini per eliminare il “giochino” dell’autodenuncia con il quale si può istallare il cartellone, autodenunciarsi e pagare una multa per far si che il cartellone rimanga li dov’è.

Per quanto riguarda le discariche abusive non credo nel solo utilizzo delle telecamere, che il più delle volte, quando sono attive, producono filmati che nessuno visiona.

Dovremo quindi aumentare il controllo dei quartieri attraverso l’utilizzo dei luoghi: rendere accessibili i parchi e farli vivere dai cittadini permetterà di ridurre al minimo il fenomeno dell’abusivismo.

Scuole

Non possiamo più permetterci di avere scuole pronte senza gli arredi, come nel caso de La Giustiniana.

Realizzare il plesso scolastico a Cesano per il quale esiste un finanziamento, stanziato dalla precedente Giunta Capitolina, che è fermo a causa della negligenza del Municipio e del Comune.

La manutenzione delle scuole rimane uno dei punti di maggiore criticità del nostro Municipio: per aumentare la tempestività degli interventi potremmo delegare alcune manutenzioni ordinarie (bagni, maniglie, tinteggiatura delle classi) alle istituzioni scolastiche “assicurando le risorse finanziarie necessarie per l’esercizio delle funzioni delegate”, come previsto dalla legge.

Inoltre dovremmo promuovere la riqualificazione energetica dei plessi scolastici e degli uffici pubblici attraverso l’utilizzo di materiali di ultima generazione ad alta efficienza (infissi e isolanti), con conseguente riduzione della dispersione termica, e installare impianti fotovoltaici sui tetti al fine di rendere le strutture pubbliche energeticamente autosufficienti.

Far fronte alla insufficienza degli asili nido (dai quali rimane fuori il 55% dei nostri bambini) attraverso la stipula di specifici protocolli d’intesa con asili privati, calmierando i costi e verificando la qualità dell’offerta.

Azzerare gli sprechi del Piano Regolatore Sociale, eliminando la parcellizzazione dei finanziamenti (L. 285/1997 e L. 328/2000) al fine di rifinanziare completamente l’assistenza dei bambini disabili nelle scuole (AEC).

Smog Corso Francia

Diminuire lo smog vuol dire disincentivare l’utilizzo dei mezzi privati in favori di quelli pubblici, quindi tale problema non può che essere risolto attraverso un piano della mobilità che preveda la ridefinizione della viabilità locale e la richiesta di potenziamento del trasporto pubblico su gomma e ferro alle Istituzioni competenti (Comune e Regione)

Degrado abitativo via Gradoli e dintorni

Il Municipio deve negare le autorizzazioni a chi vuole realizzare appartamenti in pochi metri quadri, bisogna, quindi, impedire a società e privati di affittare 15 mq di cantine a 500/600 come fossero appartamenti.
E’ inutile continuare ad emanare ordinanze di sgombero che poi non vengono rispettate il Municipio deve promuovere un controllo periodico e congiunto di una serie di Istituzioni quali Comune, Municipio, ASL, Vigili del Fuoco e Vigili Urbani e forze dell’ordine.

Ponte Milvio

Regolamentare le occupazioni di suolo pubblico (O.S.P.) dell’intero territorio, partendo dalla zona di Ponte Milvio, attraverso la realizzazione del Piano di massima occupabilità che, nonostante le nostre richieste, il Municipio non ha ancora realizzato, al fine di agevolare il lavoro di chi ne ha diritto, di eliminare l’abusivismo e di rendere vivibili i quartieri.

Uno dei primi atti che farò da Presidente del Municipio è quello di eliminare la direttiva, emanata da Giacomini, che permette l’allargamento delle pedane e la sottrazione di posti auto per scongiurare ulteriori impianti come i famosi “marciapiedi fai da te”.

Per la ZTL credo che sia realizzabile a patto che sia frutto di uno studio e che sia inquadrata all’interno di un piano complessivo che tenga conto anche delle esigenze dei residenti che abitano anche nelle zone limitrofe.

Vista la presenza di molti locali e la conformità delle abitazioni, in collaborazione con l’Amministrazione comunale e l’AMA, vorrei promuovere un progetto sperimentale di raccolta di oli esausti e di raccolta differenziata porta a porta per tutto il quadrante di Ponte Milvio.

In ultimo potremmo adibire la Torretta Valadier come luogo dove poter celebrare i matrimoni civili: dopo la grottesca presenza dei lucchetti, una promessa di matrimonio potrebbe rilanciare la nostra immagine di Municipio dell’amore.

Mercato Ponte Milvio – via Riano

Prima di istituire il senso unico a Via Riano ho intenzione di promuovere un referendum consultivo, come previsto dal regolamento municipale, per verificarne la fattibilità e il gradimento dei cittadini al contrario di quanto fatto dalla maggioranza del Municipio nella passata consiliatura.

Per rilanciare il mercato di Ponte Milvio ho intenzione di promuovere un progetto e-commerce attraverso una piattaforma informatica municipale dove i cittadini potranno ordinare da casa i prodotti dei banchi del mercato rionale riducendo così il traffico, premiando la piccola distribuzione e aumentare la qualità della vita.

Dovremmo incentivare l’utilizzo del parcheggio sotto il mercato per le ore notturne ed infine ho intenzione di promuovere nei quartieri associazioni di piccoli commercianti e della piccola distribuzione, che ne rappresentino i legittimi interessi presso le Istituzioni (Municipio e Comune), al fine di dare impulso alla categoria.

Buon lavoro Presidente.

Claudio Cafasso

riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

 

Visita la nostra pagina di Facebook

30 COMMENTI

  1. Cominciamo con il dire che il parcheggio davanti al parco Volusia non è da realizzare, ma è quasi finito a tutt’oggi, quindi a realizzarla è stata la vecchia amministrazione, non iniziamo a travisare le cose.

  2. pienamente d’accordo con l’articolo, specialmente sui punti di mobilità, piste ciclabili e aree verdi. sopratutto con lo spirito propositivo di fare e risolvere i problemi. Usciamo dagli sterili schemi di partito e di spartizione del potere di politicanti e traffichini. Vediamo se una volta tanto si riesce a fare il bene del cittadino e della cosa pubblica.

  3. Buongiorno, scrivo per sottoporre alla vostra cortese attenzione una problematica che si sta materializzando per molte famiglie dell’ex XX municipio: come gestire il futuro anno scolastico per tutti quei bambini che non sono rientrati nella graduatoria definitiva della Scuola dell’Infanzia.
    Da ben 6 anni stiamo sostenendo il pagamento di rette di asilo nido privati per la modica cifra di 500 euro al mese, con tanto di mutuo ventennale per l’acquisto della prima casa (non essendo riusciti ad entrare nei nidi comunali né il 1° né il 2° figlio) e ora ci vediamo nuovamente esclusa la possibilità di usufruire di un servizio di base come quello dell’istruzione scolastica.
    Infatti nonostante il primogenito frequenterà la scuola primaria di via Silla (almeno con la scuola dell’obbligo siamo riusciti ad entrare….) il piccolo non è stato accettato dalla Scuola dell’Infanzia dello stesso plesso, ‘Il Bruchetto’. Vi chiedo solo di porVi il problema, Le sembra una cosa da paese civile il fatto che due fratelli non possano frequentare la stessa scuola, solo perché siamo danneggiati nel punteggio a causa del fatto che col primo figlio non siamo riusciti ad entrare (quindi per l’ennesima volta esclusi) nella Scuola Comunale dell’Infanzia, e quindi nessuno dei miei figli risulta già frequentante? Abitiamo nell’ex XX Municipio, ora XV, dal 2004 e in 9 anni MAI siamo riusciti ad usufruire di un solo servizio scolastico.
    Spero davvero che il nuovo Presidente ci faccai sentire orgogliosi di averlo votato e ci aiuti a far aprire la scuola di via Gherardini, così come è stato fatto per la scuola di via Iannicelli, in modo da accogliere tutti i bambini in lista di attesa.

  4. Se la storia del parcheggio del parco Volusia è l’unico neo trovato nel programma di Torquati significa che tutto il resto è vero e che ha ereditato una bella montagna di problemi irrisolti da chi l’ha preceduto !

  5. @ Sig.ra Daniela, facciamolo almeno insediare il povero Torquati… poi si vedrà… il mio era un piccolo appunto, il resto lo si vedrà… work in progress…

  6. @ Sig.ra Valentina, comprendo benissimo il suo stato d’animo ,dato che in famiglia abbiamo vissuto la stessa situazione : com’è possibile che due genitori che lavorano e pagano le tasse,non possano usufruire degli asili nido comunali ?? eppure nel nostro municipio sono state aperte 3 scuole materne dall’amministrazione uscente. Io una risposta me la sono data ed ho avuto conferma da un amico che abita a Torre Angela : lui convive in casa popolare con una ragazza disoccupata,madre di un bimbo avuto da una relazione precedente, sono andati insieme all’ufficio preposto per vedere qual’era la posizione in guaduatoria : il suo bimbo era 561°. Mentre erano lì arrivava una giovane signora di etnia rom, appena scesa da una Ferrari, per chiedere , non il posto in graduatoria della sua bambina, perché quello lo dava per assodato, ma il giorno d’inizio e gli orari. E’ libera di non crederci,ma le assicuro che la testimonianza del mio amico è vera. Come è liberissima di votare per chi vuole, ma forse affidarsi a quella parte politica che ha contribuito a creare quelle liste d’attesa, dato che per decenni c’è stata un’accoglienza indiscriminata di varie etnie ed extracomunitari, penso sia stato un errore (sarò tacciato di razzismo,è la solita accusa dei radical chic, ma è la nostra realtà…). Quella scuola che citava è stata aperta dall’amministrazione uscente, lo stesso dicasi di quell’altra di cui auspica la prossima apertura, dove la vecchia amministrazione ha ottenuto il finanziamento per tutti gli arredi scolastici.
    Ma il popolo è sovrano, anche quando a votare ci va solo il 40% dei cittadini, e vedremo se questo nuovo presidente accoglierà le istanze da lei espresse.
    Un augurio di cuore a lei e famiglia.

  7. @ Nico, quando si riferisce a ” quella parte politica che ha contribuito a creare quelle liste d’attesa, dato che per decenni c’è stata un’accoglienza indiscriminata di varie etnie ed extracomunitari, penso sia stato un errore (sarò tacciato di razzismo,è la solita accusa dei radical chic, ma è la nostra realtà…).”

    a chi si riferisce? Al governo nazionale? al Sindaco?

  8. Di razzismo no ma tacciarla di spararle grosse si ! La giovane signora rom che scende dalla ferrari … ma dai, dalla ferrari !! non poteva trovare un’auto meno appariscente per rendere più credibile questa favoletta che esiste solo nelle chiacchiere che qualcuno si diverte a diffondere su Facebook ??

  9. @ Sig. Luca V , il riferimento alle politiche di accoglienza riguarda le precedenti amministrazioni comunali a quella di Alemanno.
    @ Sig.ra Daniela , come dicevo alla sig.ra Valentina , lei è liberissima di non crederci, come tutti, ma a quel punto la sua parola vale quanto la mia. Se però si fa un giro nei campi rom o nelle ville di certe famiglie , che hanno i bagni con i rubinetti d’oro, che prendono varie assistenze e sovvenzioni perché risultano nullatenenti , e dà uno sguardo ai parchi auto si renderà conto della realtà.
    MA NON PREOCCUPATEVI…. SORRIDETE…

  10. @ Nico Ferri,
    mi sa dire quanti rom sono stati accolti a Roma nelle precedenti amministrazioni?
    Si tratta di italiani? di Stranieri? Extracomunitari? in che modo le amministrazioni precedenti hanno accolto i rom?

    Se questi rom, per un qualunque motivo, potevano essere allontanati, perchè in 5 anni Alemanno non lo ha fatto? Aveva anche il governo guidato dal suo stesso partito.

    PS ma lei lo sa che la più grande regolarizzazione di extracomunitari è stata fatta dal secondo governo Berlusconi?

    Saluti.

  11. Una rom, per di più giovane, che scende da una ferrari come minimo sarebbe finita sulla prima pagina dei giornali. Ne ha conservata per caso una copia gentilissimo Nico da mostrare a tutti gli increduli come me ? Ora, dopo le panzane parliamo seriamente, sui villoni con i bagni d’oro nulla da discutere perchè è andato su tutti i giornali ma su quello che c’è nei campi nomadi lei non sa nulla se lo lasci dire. Quante volte c’è stato, dove e quando ? Su, lo dica. Io sei mesi prima dello sgombero del campo di via del Baiardo ci sono stata un giorno intero per lavoro e le posso garantire che di facce brutte qualcuna ne ho vista, ma di ferrari o di porche o di audi nemmeno una gomma. Ho visto solo sporcizia e miseria, ma tanta miseria e tanti bambini dagli occhi bellissimi. Signor Nico non si scherza con la miseria umana la smetta di raccontare frottole sulle giovani rom in ferrari.

  12. @ Luca V. , mi ha forse preso per l’ufficio anagrafe o per l’associazione 21 luglio ?? se vuole sapere quello ce ha fatto in materia l’amministrazione uscente, si legga il prospetto che ha pubblicizzato il sindaco uscente https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10151585193162867&set=pb.56208847866.-2207520000.1371139727.&type=3&theater .
    Lui dice di aver effettuato in 4 anni più di mille sgomberi, e di aver ridotto la presenza dei campi nomadi del 76%. Se lo studi… poi però mi dica quanti ne prenderebbe a casa sua, perché siamo tutti bravi a parlare del sesso degli angeli… io riesco solo a pagare un cornetto al bar ad ogni ragazzo di colore che puntualmente tutte le mattine mi tampina chiedendomi di acquistare fazzoletti o calzini.. lei cosa farebbe per loro.oltre a disquisirne??

  13. @ Daniela, come dicevo liberissima di non crederci, ma tutta la gente che finora purtroppo si è ritrovato qualche zingaro/a dentro casa anche a mezzogiorno si rende conto che adesso le cose “miglioreranno”… perché abbiamo sor Marino e sor Torquati… ALLEGRIA… SORRIDETE…

    P.S. : se li troverete nelle vostre case… offritegli un fiore..

  14. @ Nico Ferri, quando ho detto che me li prenderei a casa gli zingari? Visto che lei asseriva che il problema degli asili sono i rom in ferrari che tolgono i posti, le ho chiesto i dettagli.

    Io darei un’altra spiegazione, i soldi per gli asili non ci sono, lo Stato, i Comuni, etc. preferiscono sperperarlo in altro modo… a lei e a quelli come lei fanno credere che il problema siano gli zingari, magari con la ferrari. Lo sa che la giunta Alemanno ha fatto assumere nelle municipalizzate diverse persone, forse non conveniva dare quei soldi agli asili? ognuno ha le sue priorietà….
    Saluti.

  15. @ Luca V. , voleva i dati, glieli ho forniti,ma non è capace di confutarli… mi sta facendo perdere tempo?? Vuole le slide di Alemanno?? o si fida se le riporto i suoi dati?? Lui dice di aver costruito 18 asili ,di averne accreditati e convenzionati 102 , di aver costruito altre 17 scuole dell’infanzia, e di aver aumentato i posti agli asili di un numero pari a 5.248, con un aumento del 33% rispetto a prima.
    Sempre Alemanno dice di aver stabilizzato 2213 precari e di aver assunto 2146 persone che avevano vinto VECCHI CONCORSI, non fatti dalla sua amministrazione, mentre altri 2000 con nuovi concorsi. In più sempre lui afferma di aver diminuito il personale Atac di un migliaio di unità.
    Lei a cosa si riferiva?? le diverse persone che menzionava le conosce personalmente? e quanti sono??

  16. @ Nico…ha ragione, il sindaco ha fatto un sacco di cose, peccato che abbia preso il 36% dei voti… credo che mai nessun sindaco uscente abbia preso così pochi voti, ma forse i romani sono scemi….

    Per la parentopoli, lei è l’unico a Roma a non conoscere cosa sia successo, basta cercare su Google e trovare tantissimi articoli, si parla di quasi 2000 assunzioni tra atac e ama.

    Comunque basta polemiche sterili, sa cosa mi ha dato Torquati? La speranza che possa rinascere un municipio dimenticato per troppi anni….

  17. @ Luca V. , io le porto i dati e lei mi risponde con le fandonie??? se avesse fatto qualcosa d’illegale sarebbe già stato indagato, o forse non sa che la magistratura ha una corsia preferenziale per quella parte politica… E’ vero, ha preso il 36%, mentre sor Marino ha avuto un plebiscito ehhhh… ma per favore, un sindaco votato da 1 su 4 abitanti… chiunque dei due fosse stato eletto, sarebbe stato un sindaco minoritario per l’elettorato… per Torquati ancora peggio, 1 su 5, quindi non si culli sugli allori…
    La prossima volta che vuole interloquire, venga con qualche dato in più per riuscire a sostenere la sua tesi.
    Buon gay pride a tutti voi…

  18. Al signor Nico che zompetta da una articolo all’altro bacchettando a destra e a sinistra col suo piglio accigliato e i baffi all’insù chiunque non la pensi come lui, volevo far notare che abbandonando questo confronto ha dimostrato che la storia della giovane rom che scende dalla Ferrari fiammante mentre i boys le fanno ala sventolandola con piume di struzzo come un varietà anni 60 era tutta una balla, altrimenti l’avrebbe difesa a spada tratta. E ha anche dimostrato che in un campo nomadi lui non c’è stato mai, visto che ha eluso la mia domanda non dando risposta.. però continua a dire “fatevi un giro nei campi…” come se lui nella sua decennale esperienza di assistenza ai bisognosi e ai minori ne avesse viste di cotte e di crude . Sorrida pure quanto vuole ma non scherzi con la miseria umana e non getti fango sull’umanità. Resti pure sul piedistallo ma da li sopra per favore non sputi in testa a chi passa.

  19. @ Sig.ra Daniela, io parlo quanto mi pare, o forse vuole farsi assumere dalla redazione come moderatrice?? Io le ho ribadito ,ma forse non ha letto, che è liberissima di non credere a quanto raccontatomi dal mio amico, lei non può permettersi di mettere in dubbio la mia parola, come io non mi permetto di mettere in dubbio che abbia passato una sua giornata in un campo nomadi. A proposito di Porsche (non porche come scritto da lei,significa tutt’altro..) e di altre fuoriserie forse non ricoda che nel 2012 ne trovarono ben 33 al campo Candoni.
    Ma naturalmente per lei le indagini della polizia locale di Roma Capitale non sono veritiere.
    p.s. : sul piedistallo ,forse lo dimentica, voi siete abituati a starci, avete criticato di tutto… ora non siete abituati a riceverle le critiche.. ma vi abituerete prestissimo… Io rispetto in base a come vengo rispettato,da parte di chiunque, di qualsiasi colore o etnia, ora lo dica a tutti i nostri ospiti non italiani : sarebbe un bel passo avanti da parte loro. Stamattina leggevo che sor Marino non vuole vedere più gente mendicare ai semafori, vedremo cosa riuscirà a fare… nel frattempo… SORRIDETE..

  20. Però bisogna dire che questo blog un po’ di buon umore lo porta… la spiegazione per cui due genitori che lavorano e pagano le tasse non possano usufruire degli asili nido comunali è fantastica!!!! …. perché ci sono gli zingari con la ferrari !!!!!!!

    PS non significa nulla, ma il nostro caro ex Sindaco è stato fotografato ad una cena elettorale con un Casamonica …. poi uno dice le coincidenze della vita… :))))

  21. @ Luca V , lei continua a toppare alla grande, quel Casamonica è un giardiniere incensurato, quella cena è stata organizzata dall’associazione Baobab in collaborazione con la LEGACOOP, E OLTRE AL SINDACO ERA PRESENTE TUTTO LO STATO MAGGIORE DEL PARTITO DEMOCRATICO ROMANO… s’informi prima per non fare magre figure..
    http://1.citynews-romatoday.stgy.it/~media/originale/1799569172520/alemanno-casamonica-1-3.jpg
    p.s. : se fa quella battuta sulle liste d’attesa negli asili, vuol dire proprio che lei non sa in che situazione si trovano le giovani coppie italiane , i cui figli non possono usufruire di quel servizio… faccia una cosa, non ascolti quelle che ritiene sciocchezze (!!), ma vada ad informarsi e vedrà..

  22. @Nico Ferri: due estati fa un’amica che abita a Grottarossa si è trovata veramente uno zingaro dentro casa, entrato in piena notte da una finestra socchiusa. Pensi che Alemanno era sindaco e Giacomini presidente di municipio. Faccia lei. Tanto avrà sicuramente almeno quattro argomenti da portare a supporto della sua tesi, le do’ ragione fin da ora.

  23. @ Sig.ra Bibi, a Grottarossa, e non solo lì, ci sono stati diversi casi,anche in pieno giorno… appunto per questo i vari insediamenti abusivi in zona sono stati smantellati, ne rimane solo uno sulla Tiberina,vedremo cosa decideranno i novelli amministratori.

    p.s. : devo fare una correzione , avevo augurato il buon gay pride a tutti, ma il sor Marino si è già rimangiato il suo appoggio personale ed incondizionato, le associazioni del settore ci sono rimaste malissimo …

  24. I complimenti a Daniele Torquati.

    Auspico che il Comitato non si veda costretto a riformulare le richieste già rivolte ai più disparati soggetti e che i due governi di prossimità finalmente adottino le misure necessarie per reprimere lo sfruttamento degli abusi edilizi.

    In fondo, non comporta grandi sforzi l’integrazione di una denuncia penale.

  25. Cominciamo bene con le spese invece di finanziare le dirette web finanziate chi non ha più un lavoro ,le famiglie che hanno difficoltà ….le finanze usatele per dare sviluppo nel mondo giovanile …altro che dirette web!

  26. Per lei quando si tratta di sparlare di rom è un invito a nozze ! per lei in questi casi una rondine fa sempre primavera e una mela marcia fa tutto il cesto bacato. complimenti, un campione di obiettività, continui così.

  27. @ Sig.ra Daniela, penso di non essere il solo a vedere la mela marcia nel cesto, e saremmo fortunati se ce ne fosse solo una… il guaio che abbiamo è trovare la mela buona in quel cesto.
    p.s. : no parli di obiettività, perchè chi è coinvolta in una questione non può proprio averla..

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome