Home ATTUALITÀ Lettori – Quella favela a due passi da Ponte Milvio

Lettori – Quella favela a due passi da Ponte Milvio

favela120.jpg“Segnalo che di fronte alla palazzina dove vivo, in zona Ponte Milvio, sorge un insediamento abusivo, privo di acqua corrente, formato da baracche con pareti e tetti di fortuna fatti con reti di letti, pezzi di plastica, pneumatici, etc. All’interno vivono persone che si dedicano ad attività varie alcune delle quali illegali quali carrozzeria abusiva, accattonaggio”. A segnalare il fatto, peraltro già noto da tempo, è una nostra lettrice.

Accade in via Castelnuovo di Porto, quella piccola strada senza uscita a metà di via Flaminia Vecchia, fra Ponte Milvio e Corso Francia, dove dietro un muro bianco e un portoncino di legno da tempo esiste una piccola “favela” vissuta da una comunità di stranieri e dove non è chiaro quali attività vi si svolgano.

“Occasionalmente – racconta la nostra lettrice – bruciano materiali che producono un fumo maleodorante e nero. Le condizioni igieniche sono disastrose e i topi allignano”.

E’ lo stesso posto, per la cronaca, dove nel 2003 un blitz dei Carabinieri, dopo appostamenti durati settimane, portò alla luce un locale adibito a combattimenti di galli. Furono sequestrati ben 64 galli da ring, 29 galline e 28 pulcini e dieci le persone denunciate tra cui una donna di 43 anni, con 11 figli, ritenuta la mente dell’organizzazione.

La favela è tutt’ora nota, così ci dicono, anche alle forze dell’ordine e viene tenuta sotto controllo.

Ma dalle finestre che vi si affacciano i residenti ogni giorno assistono a uno spettacolo non edificante. E non ci stanno: “tale degrado deprezza considerevolmente il valore delle nostre case!” esclama, concludendo, la nostra lettrice che ci ha inviato questa foto.

favela.jpg

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome