Home ATTUALITÀ Labaro, Ignazio Marino alla voragine di via Comparini

Labaro, Ignazio Marino alla voragine di via Comparini

tolli-marino.jpgQuesta mattina, il candidato sindaco Ignazio Marino accompagnato da Marco Tolli, candidato PD al Comune di Roma, e da Daniele Torquati, candidato presidente al XV Municipio per il centrosinistra, ha incontrato i cittadini di Labaro che da tre anni sono in attesa che il problema della voragine di Via Comparini, una voragine dalle dimensioni incredibili, una profonda e pericolosa buca che ha portato alla luce un reticolo di gallerie sotterranee e che divide in due uno spicchio del quartiere, venga risolto. I lavori hanno avuto inizio lo scorso mese di Aprile ma quando finiranno non si sa.

“Davanti a molteplici inadempienze di Acea, del Municipio e di Roma Capitale i residenti di Via Comparini – ricorda Marco Tolli in una nota – sono stati costretti dapprima ad interessare la magistratura amministrativa e quindi ad occupare l’aula Giulio Cesare per chiedere l’applicazione dell’ordinanza del 15.12.2010 emanata dal Tribunale di Roma con la quale veniva intimato al Comune e ad Acea AT02, in solido tra loro, di eseguire i lavori di risanamento del sottosuolo, al ripristino della sede stradale e al pagamento delle spese legali. E’ solo grazie ad una forte azione di stimolo che nelle ultime settimane sono partiti i lavori che rischiano però di interrompersi per l’assenza di una intesa definitiva tra Acea e Comune che non garantisce la totale copertura economica dell’intervento”

“Ad oggi – denuncia Tolli – mancano ancora 500.000 euro per chiudere definitivamente quella che è diventata nel tempo una vera vergogna urbana, simbolo dell’incapacità di Alemanno e dell’abbandono delle nostre periferie. I cittadini di Labaro sanno che ci faremo carico noi dei tanti problemi irrisolti dall’amministrazione di destra: il 26 e 27 Maggio – conclude – abbiamo la possibilità di voltare pagina e lo faremo con Ignazio Marino”.

NdR: Passo dopo passo, VignaclaraBlog.it ha seguito l’intera vicenda negli ultimi tre anni. Per ripercorrerne le tappe clicca qui

 

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome