Home CRONACA La Giustiniana, Erbaggi (PdL): “Basta con falsità, la scuola apre. Da Leli...

La Giustiniana, Erbaggi (PdL): “Basta con falsità, la scuola apre. Da Leli solo parole vuote”

stefano-erbaggi1.jpgE la risposta di Stefano Erbaggi non si fa attendere. A Vincenzo Leli, candidato presidente al XX Municipio per la lista civica Vènti di Cambiamento, che lo aveva chiamato vigorosamente in causa in una comunicato questa sera, l’ex assessore ai lavori pubblici del XX Municipio manda a dire senza mezzi termini: “Sono sconcertato dalle dichiarazioni di Vincenzo Leli che dimostra di non avere la minima idea di come si governa un Municipio e, cosa ancor più grave, di come funziona la macchina amministrativa”.

“Come è stato definito da tempo – precisa Erbaggi – le attuali esigenze dell’istituto scolastico necessitano del trasferimento degli studenti del plesso di via Giglio nella nuova struttura di via Iannicelli. Tale trasferimento avverrà durante le vacanze pasquali grazie anche all’importante collaborazione della dottoressa Annamaria De Luca, Dirigente dell’Istituto Comprensivo Giustiniana. Il plesso di via Giglio rimane a disponibilità dell’Istituto Giustiniana, con cui la futura amministrazione municipale potrà concertare l’utilizzo migliore”.

“La nuova scuola di via Iannicelli può ospitare fin d’ora 12 classi (più di quanto attualmente necessita l’istituto). Le frasi deliranti di Leli evidenziano la sua scarsa conoscenza dei passi che hanno portato alla ‘storica’ acquisizione del plesso di via Iannicelli, frutto di un lavoro continuo del sottoscritto – precisa ancora – che, lo posso affermare senza timore di essere smentito, è stato decisivo per raggiungere questo obiettivo”.

“Il mio credo è ‘dritto ai fatti, le parole lasciamole agli altri’. A me i risultati, quelli dei progetti che ho portato a termine per i cittadini e il territorio. A Leli solo parole vuote e prive di verità”, conclude Stefano Erbaggi.

Visita la nostra pagina di Facebook

38 COMMENTI

  1. Chapeau a Erbaggi. A zuppa o pan bagnato risponde con pan per focaccia…boccone duro da mandare giù per l’improvvido Leli, ma chi glieli scrive i comunicati ??

  2. Erbaggi, a onor del vero, sin da quando leggo questo blog ricordo di annunci sull’apertura di questa famigerata scuola…. se ci riuscirete (è da vedere) sarà solo per far campagna elettorale a 1 mese dal voto….

  3. Ma non avevate detto a destra e manca che ci facevate un commissariato di polizia a via giglio? Ora rimane nelle disponibilità della scuola? i suoi colleghi di maggioranza sig. Erbaggi che dicono? E poi lei non credo possa dare del delirante a Leli visto che 3/4 dei cittadini della Giustiniana la pensano come lui

  4. Ammazza ste c’avresti mai creduto che questo c’avete premiato nun so pe che cosa mo v’avrebbe girato e spalle .
    Er vento cambia tutto ,spazza via tutto pure l’amicizia .
    Du anni fa me sbajo se me sembra de ricorda Erbaggi ca scopa n mano proprio pe n’iniziativa de pulizie de quartiere pubblicizzato su Zona e promossa d’associazione Onlus proprio de Leli ? .
    Mo pensa se diventa presidente , prima dovevi renne conto a Giacomini e adesso a Leli .
    Nun te preoccupa ste chi vole capi capisce “fidete” continua a di a verità e fa e cose normali e nun te preoccupa chi semina er vento riccoje tempesta ” se dice cosi no”?

  5. Uno scontro tra titani… il nulla di chi avrebbe dovuto governare nel passato contro l’improvvisazione di chi addirittura vorrebbe farlo nel futuro. Povera città nostra…

  6. Professore, io beneficio del dubbio verso chi non ha ancora messo piede a palazzo no? Lo bruciamo in partenza?

  7. @cristiana probabilmente ti confondi con l’infinita storia del l’acquisizione del plesso scolastico che è stata veramente lunga e tormentata…. Io non ho mai annunciato il trasloco e la conseguente apertura del plesso di via Iannicelli se non adesso…. Sulla tempistica mi dispiace deluderti ma siamo stati anche rapidi vista l’acquisizione della struttura il 4 marzo….
    P.s. Sui bambini non si fa campagna elettorale… Io lo so, Leli sembra di no.

    @francesco ceravolo le proposte che erano state fatte allora sono rimaste proposte ergo ora rimane in carico alla scuola e, personalmente, ho anche delle idee su come sfruttare al meglio per il territorio la struttura ma sarà deciso, insieme alla direzione scolastica, dalla prossima amministrazione del municipio.
    Sui 3/4 della cittadinanza della Giustiniana devo essere proprio sfortunato perché ricevo decine di richieste diametralmente opposte….

    @garzone hai proprio ragione…. Anche se all’epoca la manifestazione era promossa dalla vivi vejo onlus di cui io supportavo l’iniziativa in buona fede ( e con 10 dei miei ragazzi) mentre qualcun altro sperava di “acquisire” il supporto elettorale della stessa associazione…. Come dici tu la tempesta arriva….

    @prof. Paolo le solite parole vuote…. Che spariranno insieme al vento con le prossime elezioni…

  8. Erbaggi lei ha poco da esser contento. Da quanto mi risulta alle elezioni regionali del mese scorso il candidato che lei sosteneva ha preso una bella tramvata… se 2+2 fa 4…… mi sa che la trippa per i gatti è quasi finita. Un ex elettore del PdL

  9. Caro ex assessore @stefanoerbaggi voi fate campagna elettorale sui bambini, la fate eccome, altrimenti non aprireste una scuola a 1 mese dalle elezioni…..

  10. @ceravolo: mi sembra che questo signore si sia già abbondantemente bruciato da solo. Approssimazione, mancanza di trasparenza, di competenza, di esperienza, metodi propagandistici da berluscone di periferia e quel fastidiosissimo “ghe pensi mi” sotteso a ogni dichiarazione. Magari mi sbaglio, ma direi che questo è il classico soggetto che a Roma si usa definire “pallonaro”. E non è che possiamo mandare in Consiglio uno che si presenta in questo modo, sperando che poi possa tirar fuori qualcosa di buono nel tempo. Le campagne elettorali dovrebbero servire proprio a questo. Capisco che davanti al fallimento di Giacomini, e al bassissimo livello della sua Giunta, si sia tentati per disperazione di affidarsi a chiunque altro, ma la capacità di discernimento non dovrebbe mai abbandonarci.

    @erbaggi: sarà, ma per ora quello che è sparito è lei, mandato a casa anzitempo dai rappresentanti dei cittadini. Poi potrà anche succedere che riesca a racimolare i voti per riprendersi qualche poltroncina, ma il mio giudizio sul suo (non)operato di cinque anni da assessore e sul suo modo stantio e ammuffito di fare politica, rimarrebbe comunque quello.

  11. @fausto crocetta purtroppo ha ragione, Malcotti è il primo dei non eletti ma se avesse preso in giro i voti che ha preso nel nostro Municipio ce l’avrebbe fatta… 600 voti solo da noi (il secondo municipio a Roma come voti presi)… ergo se 2+2 fa 4….

    @Cristiana scusa ma qui le cose sono due: o non esiste nessuna urgenza di lasciare la scuola Giglio come è stato detto fino a due giorni fa o c’è la necessità di farlo…. Il Dirigente scolastico mi dice di traslocare quanto prima ergo…. non cerchiamo fantasmi quando non ce ne sono… invece il buon Leli dopo le due foto fatte a Giglio in autunno che fine ha fatto? chi l’ha più visto? più fatti meno parole

    @prof. Paolo ahahah riesce quasi ad essere simpatico per quanto sono ridicole certe affermazioni… come ho già detto altre volte non vedo l’ora che ci siano le elezioni….

  12. Siamo sconcertati dalle parole di falsità del’ex assessore ai lavori pubblici del XX Municipio, Stefano Erbaggi.
    Evidentemente questo personaggio, non conosce minimamente le gravi motivazioni che non hanno permesso l’apertura della scuola elementare e materna di Via Gherardini/Iannicelli.
    Inoltre, la sua politica che definisce con arroganza del “Diritto ai fatti”, non è altro che l’ennesima presa in giro per tutti i cittadini del XX. Quante volte abbiamo sentito dire da questa amministrazione e da Erbaggi che le scuole sarebbero state aperte entro il giorno, e invece si è continuato a rimandare senza dare spiegazioni reali sulle motivazioni del ritardo.
    Questa non è politica, questo credo della falsità mira solamente a comunicati stampa per far parlare di se.
    Inoltre, facciamo notare, questi personaggi sono pericolosi. Boriosi delle loro posizioni continuano a voler trasferire una scuola media in una struttura per le elementari. Il risultato è quello di avere una scuola elementare in meno, che invece era stata costruita per lo sviluppo urbanistico del quartiere.
    E cosa faranno della scuola media di Via del Giglio?
    Una struttura scolastica media che necessita solo di un intervento di ristrutturazione, secondo questi loschi piani, verrà abbandonata e lasciata in uno stato fatiscente contribuendo al degrado di un municipio abbandonato a se stesso.
    Fermiamo questi signori, sono pericolosi!

  13. Traffico e inquinamento alle stelle, marciapiedi fai da te, zero metri di corsie preferenziali, niente metropolitana, strade groviera, piste ciclabili più dissestate e pericolose di un vicolo di una favela di Rio, scuole che cadono a pezzi, ecomostri approvati, strade inaugurate ma non a norma, lavori che durano millenni, cartelli e transenne dei lavori che “durano” ancora di più, piscine per cani al posto di aree protette, aree verdi pubbliche in pieno degrado o regalate ai privati, strutture pubbliche ristrutturate coi nostri soldi affidate a inutili associazioni in pieno agosto, cassonetti al monsignore, affissioni abusive e poi via Mastrigli, via Gradoli, Largo Sperlonga… Questi alcuni degli eccellenti risultati della Giunta uscente. E cosa fa uno degli (ex) assessori, quindi tra i principali responsabili di questo fallimento? Ride. Sì, se la ride stimando che potrà raggranellare 600 voti (su 160 mila abitanti, non proprio un’investitura popolare), essere rieletto e rioccupare qualche altra poltroncina.

  14. @valerio addi scusi ma lei/voi come si permette di fare certe affermazioni?? buttare frasi senza senso una appresso all’altra senza alcuna base di verità…

    gravi motivazioni hanno impedito l’apertura della scuola media e della scuola materna?? scusi quali?? la scuola media è stata acquisita il 4 marzo 2013 e a pasqua traslocherà il plesso di via giglio…. la scuola materna è stata acquisita a luglio 2012 e siamo riusciti a farci finanziare gli arredi necessari nel bilancio di novembre 2012…. ora siamo in attesa della copertura economica per l’attivazione delle sezioni da settembre 2013…. quali gravi problemi???
    non diciamo schiocchezze..

    in merito all’apertura mi dispiace dirle che non ho MAI annunciato l’apertura delle scuole se non in questo caso…. non si confonda con l’acquisizione che più volte erano ad un passo ma sono state rinviate (e ora concluse) per problematiche relative ai lavori del consorzio.

    altra cosa: chi ha mai detto che sarà lasciata la scuola di via Giglio al degrado??? in questi giorni sto dialogando con il Dirigente Scolastico per creare dei servizi pubblici aggiuntivi…. inoltre sono anni che si chiede il trasferimento della scuola di via Giglio… ma quante fandonie dice?

    a pensar male si fa peccato ma a volte si indovina… visto che il suo commento è un copia incolla di un altro blog MOLTO VICINO al candidato (ahimè) Leli mi viene un sospetto….

    @Prof. Paolo io rido del suo astio che tracima nel ridicolo…. anche perchè io non prendo 600 voti (speriamo di più…) e non occupo poltroncine (bensì ricopro incarichi).
    Se dovessi elencare tutte le cose positive fatte dal Municipio l’elenco sarebbe molto lungo… anche perchè le cose da lei elencate, accecato dal furore, riguardano sia il Municipio, sia Roma Capitale, sia la Regione….
    questo non vuol dire che ci siano state cose che avrei preferito che il Presidente o la Giunta non avesse fatto ma si sa, solo chi fa sbaglia… mi riferisco ai marciapiedi autorizzati per OSP (era meglio avere solo le classiche strutture in legno) ed ai cassonetti…

    su tutto il resto una montagna di sciocchezze…
    1 – corsie preferenziali dove? l’abbiamo tolta apposta per aprire via cassia antica con soddisfazione di tutta la cittadinanza!!
    2 – niente metropolitana? chi ne annunciava in passato l’avvio per il 2013 nel nostro tratto raccontava favole… la serietà e proseguire passo dopo passo… stanno finalmente partendo i lavori della tratta “centrale” della nuova linea che arriverà fino alla Farnesina, poi l’intenzione a lungo termine è di proseguire con la linea C2 sulla cassia fino all’Osp. S. Andrea… le metropolitane non si fanno in 5 anni… intanto la Giunta Alemanno è la prima amministrazione che è riuscita ad aprire un nuovo tratto di metropolitana e far partire i lavori per una nuova linea…
    3 – strade groviera? salvo qualche raro caso su cui l’ufficio tecnico del Municipio interverrà ora le strade groviera non sono pubbliche…
    4 – scuole che cadono a pezzi? Primo non è vero, secondo abbiamo consegnato gli appalti di manutenzione proprio in questi giorni, Mengotti inclusa….
    5 – ecomostri approvati? quali?? non mi dica via due ponti che Roma Capitale non ha approvato ed è tutto meno che un ecomostro….
    6 – strade non a norma? quali? fantasie….
    7 – lavori che durano millenni? i collettori fognari sono lavori complicati… non bastano un paio di mesi di lavori….

    ecc. ecc.ecc.

    caro pro. paolo (prof. de che?) lascia perdere che è meglio….

  15. Mio caro Stefano Erbaggi, non sono certo io che devo spiegarle come fare il suo lavoro. Vedremo se durante le festività la scuola verrà aperta.
    Sono sicuro che ciò non accadrà, come sono sicuro che Lei non chiederà scusa ai cittadini per l’ennesima presa in giro. Ci dimostri di essere un cittadino serio e mantenga questa promessa. Sarò il primo a farle le mie scuse qualora ciò dovesse accadere. Ma se la scuola dovesse rimanere chiusa, la esorto ad andare a casa e sparire dalla politica romana, quanto meno per rispetto nei confronti delle istituzioni, dei cittadini e dei bambini che di quelle scuole hanno bisogno. Servono persone nuove, capaci e soprattutto che non appartengano a questo vecchio carrozzone che ha abbandonato al degrado il più bel municipio della capitale.

  16. I suoi modi oltre che essere da gran maleducato, un professore merita rispetto, sono irrispettosi anche nei confonti di tutti i cittadini.
    False promesse, incapacità tecniche e cattivi costumi ormai la contraddistinguono.
    Ci auguriamo per Lei e per Noi, che passate le festività pasquali, alla non avvenuta apertura della scuola si ritiri per sempre dalla politica romana.
    E’ un augurio che faccio a tutti i cittadini del Municipio.
    Buona Pasqua.

  17. Signori, invitiamo ad abbassare i toni, in alternativa ci vedremo costretti a moderare i vostri commenti. grazie.
    La Redazione

  18. Ma se tutti voi sapete tutto, conoscete già il futuro perché parlate?? siete tutti professori nel gettare fango?? ma come ci si permette di dire “False promesse, incapacità tecniche e cattivi costumi ormai la contraddistinguono”, e poi chi sarebbe il maleducato?? Ha fatto bene la Redazione a chiedere di rientrare nei canoni di rispetto : il dott. Erbaggi ha tutto il diritto di difendersi dalle accuse gratuite di chi si nasconde dietro nomi fittizi, siamo in democrazia, se ha fatto bene sarà rivotato, e non saranno questi sproloqui a distogliere il pensiero dei cittadini.

  19. Mi piacerebbe capire da dove vi viene questa certezza che la scuola di via Iannicelli rimarrà chiusa… Considerate che da ieri a via giglio stanno riempiendo gli scatoloni per il trasloco…
    Vista cotanta aggressività mi aspetto che il 3 aprile, quando i ragazzi andranno a scuola a via Iannicelli, almeno facciate un piccolo mea culpa per i toni usati…

    Ps io non prometto mai niente se non l’impegno.

  20. Miei cari LELIANI siete stati smontati punto per punto e ancora parlate… La fantasia non vi manca, questo è certo. Attaccate le persone e quando queste vi smascherano dandovi delle risposte rimanete incartati… perché è questo che segue alla risposta di erbaggi… tanti gatti che si arrampicano sugli specchi con le loro unghiette… salvo poi cadere a terra. Le risposte Erbaggi ve le ha date e, scusate se ve lo dico, ma vi ha tenuto testa alla grande. Professori o no, la scuola è li e aspetta Pasqua. Il resto è noia

  21. Buonasera Dott. Erbaggi,
    Mi permetto solo di dire che l’apertura della scuola guarda caso cade proprio in campagna elettorale, ma in fondo a noi interessa solo che la scuola venga aperta.
    Quello che trovo strano, a mio avviso, è che in realtà ci sono due strutture in via gherardini/iannicelli ormai chiuse a circa 5 anni. perchè aprirne solo una?
    Queste scuole erano state costruite in previsione dell’aumento della densità di popolazione a seguito della realizzazione di casa e campi. Il patto tra l’amministrazione e i costruttori era chiaro: avrete i permessi se costruirete tutti i servizi necessari comprese le due scuole.
    Ovviamente a case vendute le scuole sono rimaste chiuse.
    Fortunatamente dopo Pasqua una verrà aperta, così pare.
    Ma non capisco perchè per aprire una scuola necessaria, se ne chiuda una che ha una storia di ben 40 anni nel nostro municipio.
    Ma non erano stati stanziati dei soldi per la riqualificazionbe delle scuole?
    Perchè il Giglio deve morire, necessità solo di un intervento di restauro?
    O avete deciso di demolirla?
    Era giunta voce che qualcuno voleva decentrare il commissariato dalla zona calda di via due ponti, a quella più tranquilla della giustiniana. Sarebbe il colmo.
    In un colpo solo avremmo meno scuole e meno sicurezza sul territorio.
    Dott. Erbaggi le chiedo gentilmente di rispondere a queste semplici domande, fermo restando che l’apertura delle due scuole in via gherardini/iannicelli è da tutti voluta e se ciò dovesse avvenire sarebbe una bellissima sorpresa per tutti i bambini del quartiere.
    La ringrazio per l’attenzione

  22. Eh, ma che astio da certi….. Forse il dott. Erbaggi da assessore ha davvero lavorato bene e, quindi, dà fastidio a qualcuno, con l’approssimarsi della campagna elettorale! Ho letto tutti i post con molta attenzione, in certi casi sbalordita, e devo dire che mentre “qualcuno” lo attacca con rabbia e toni decisamente sopra le righe, l’ex assessore risponde con dati di fatto inconfutabili e senza offendere. Io ho una nipote che frequenta la scuola in argomento e dopo Pasqua sarà nella nuova scuola di via Iannicelli. Sono molto contenta per lei e come me lo sono i suoi genitori e tanti altri genitori. Punto. Le chiacchiere e gli attacchi preelettorali non mi interessano, li giudico solo molto male.

  23. Ma sì… dopo 5 lunghissimi anni abbiamo 1 delle 2 scuole di Case e Campi! Tra 2 anni (sempre se si andrà a elezioni anticipate o se la giunta verrà sfiduciata) se va bene avremo il nuovo gabbiotto del bidello……. di questo passo…. ma meno male che ci sono le nonne con le nipotine che si fanno bidonare sotto campagna elettorale… perché serviva l’ennesima prova che in questo Paese le cose non potranno mai cambiare…

  24. erbaggi, vedo che tutti (tolta ovviamente la claque multinick) hanno stigmatizzato la sua grande maleducazione, quindi non aggiungo altro.

    Volevo però ringraziarla per un paio di cose:
    – la sua risposta n.1 perché in poche battute è riuscito a ricordarci quanto a volte può essere drammaticamente inadeguata la classe politica chiamata a risolvere i problemi della cittadinanza.
    – la sua risposta n.4 perché ci ricorda quanto un “politico” soprattutto in campagna elettorale, può essere bugiardo. Sì, perché lei dice “… scuole che cadono a pezzi? Primo non è vero…” Ah non è vero? La invito a fare un giretto tra le scuole dei nostri quartieri, ché forse non lo fa ta tempo nonostante il suo (ex) ruolo. Senza che si debba spostare di molto, provi ad andare alla Zandonai. No non c’è bisogno che si arrischi a entrare, basta guardare da fuori…

    PS: più di 600 voti? Ne sono certo, voi del Pdl riempite Piazza del Popolo di gente militante e convinta, cosa vuole che siano 600 voti…

  25. @ emanuele silvestri con piacere le rispondo a tutti i punti, finalmente qualcuno che fa delle domande costruttive!

    Dobbiamo distinguere la storia dei due plessi scolastici:
    – la scuola di via Iannicelli è una scuola media che per aprire, come accadrà in questo caso, necessita solo del trasloco degli arredi scolastici di un altro plesso in quanto l’Istituto Scolastico ha richiesto questo intervento con urgenza.
    Ora la scuola è stata acquisita al patrimonio comunale solo il 4 marzo scorso ed è per questo che adesso avviene il trasloco… le garantisco che dopo 4 anni di battaglie per veder terminate le scuole e farle acquisire al patrimonio comunale la loro acquisizione poteva avvenire ora come dopo…
    – la scuola materna di via Gherardini è stata acquisita nel luglio 2012 ma necessitava di due ulteriori finanziamenti: gli arredi scolastici (circa 100.000 €) e l’attivazione delle sezioni (personale docente, non docente, servizio mensa, pulziia ecc.), in questo caso il Municipio è riuscito a farsi finanziare gli arredi scolastici nel bilancio di novembre 2012 (il bando di gara è in corso di espletamento) e siamo in attesa del via libera dell’attivazione delle sezioni per settembre prossimo.

    Quindi due percorsi distinti e separati.

    Il Plesso di via Giglio non sarà chiuso/demolito ma rimarrà nella disposizione della scuola che, al momento, NON HA ALUNNI da mettere come scuola elementare.
    Ovviamente non è intenzione del Municipio (almeno fino a quando ero in carica) nè dell’Istituto abbandonare una struttura infatti proprio in questi giorni sto lavorando con il Dirigente Scolastico per ipotizzare dei servizi al territorio aggiuntivi e senza costi per l’Istituto in attesa che l’edificio torni necessario per il suo abituale utilizzo.

    Il discorso dello spostamento del Commissariato di piazza Azzarita (sotto sfratto esecutivo) era stato richiesto dal Questore di Roma ma si era ipotizzato solo un comodato d’uso temporaneo in attesa che si avesse una richiesta di utenza scolastica che necessitasse di una nuova struttura.
    Comunque tale discorso lo considero decaduto perchè dopo un primo approccio la questione non è stata più affrontata in maniera più approfondita.

    Spero di aver risposto a tutti i suoi quesiti e la ringrazio per la forma costruttiva della discussione.

  26. @Cristiana forse non capisce che le strutture scolastiche non sono state realizzate dal Municipio/Roma Capitale ma dal consorzio di costruttori privati che, con le vecchie convenzioni pre Giunta Alemanno, avevano molta più libertà di azione e tutto è stato meno che facile farle realizzare (scuola materna) e acquisire al patrimonio comunale (entrambe).
    Detto ciò per me questo è un risultato (intervenire dove tutto era bloccato e risolvere le problematiche) per lei no… punti di vista diversi che vanno entrambi rispettati.

    @prof. paolo guardi che qui di maleducato se c’è qualcuno non sono certo io… non faccio io attacchi alla persona gratuiti e senza fondamento…

    io e lei vediamo il mondo in maniera diversa e questo mi sembra evidente… e comunque:
    punto 1 – continuo ad essere soddisfatto della scelta fatta dal Municipio, se lei non è di questo parere mi dispiace ma è praticamente impossibile accontentare tutti…
    punto 4 – il Municipio ha più di 50 plessi scolastici e io li giro (ancora adesso) tutti in base ad esigenze o sopralluoghi generici. Zandonai ha necessità di grossi interventi per i quali abbiamo richiesto più volte finanziamenti specifici (in questo caso, al contrario di Mengotti, Castelseprio, Asilo Farnesina ecc, mai arrivati) e ad aprile l’ufficio tecnico del XX (finalmente con l’appalto di manutenzione attivo) potrà fare un primo intervento parziale.

    ps se lei pensa ancora che le persone che affollavano piazza del Popolo non erano liberi cittadini venuti spontaneamente a manifestare fa un grosso errore di valutazione… io ho riempito un pullman facendo una semplice email e messaggio su FB…

  27. Gentile Dott. Erbaggi
    La ringrazio per le risposte.
    Aspettiamo fiduciosi l’apertra delle cuole.
    Grazie e buona giornata

  28. Direbbe Tortora “a che punto eravamo rimasti???” …. Ma questa scuola ha aperto i battenti o no ???? Spero che i signori commentatori che si sono susseguiti finora abbiano uno scatto di onestà morale e CHIEDANO SCUSA … ad iniziare da quel sig. Leli, a cui piace tanto cavalcare le proteste insulse.

  29. Come immagino già saprete tutti da ieri, primo di giorno di scuola dopo le vacanze pasquali, la scuola di via Iannicelli è aperta e funzionante.
    buona giornata

  30. Nel rifiuto assoluto di inserirmi all’interno della polemica Erbaggi/Leli, mi permetto di fare alcune doverose precisazioni.
    Dopo 5 anni di denunciati furti di caldaie e continui rinvii della consegna della scuola di via Iannicelli, il 18 settembre del 2012 decido di occupare – simbolicamente – la “scuola senza alunni”. Da quel giorno le istituzioni – comune e municipio – riscoprono – o forse l’hanno sempre avuta in mente, senza che noi ce ne accorgessimo – l’urgenza di una situazione ormai non più sostenibile.

    In data 9 novembre 2012 si svolge, presso la commissione scuola del comune di roma, una infuocata seduta di commissione nel corso della quale il presidente della commissione di collaudo del comune di roma annuncia la consegna del fabbricato entro la fine del mese. Alla scadenza dell’annuncio era pronta una nostra nuova protesta.

    Ed arriviamo alla parte più preoccupante. Il 23 gennaio si svolge un nuovo e partecipato tentativo di consegna della scuola. Trattasi di tentativo perchè le condizioni del manufatto sono a tal punto precarie da spingere il dirigente del dipartimento patrimonio del comune di roma a rifiutare la presa in carico. Umidità che imbeve i muri in ogni dove, sporcizia diffusa, mancanza di certificati di collaudo di caldaie ed ascensore. Più un milione di piccoli particolari. E non sono certo i particolari a preoccupare: la consegna presuppone che la manutenzione ordinaria passi in carico alle esauste casse del municipio. Eccezion fatta per gravi danni strutturali emergenti e non constatabili all’atto della consegna, ogni difetto che dovesse produrre danni, fosse anche una semplice necessità di reintonacatura, spetterà, dal giorno della consegna, al municipio. A meno di 2 mesi dal tentativo di consegna, la scuola viene consegnata. Voglio dare per scontato che quanto da me constato il 23 gennaio 2013, si sia trasformato in un ricordo del passato nel corso della consegna; ciò nella speranza che non saremo chiamati a pagare, in qualità di contribuenti, le imperizie dei costruttori e le inerzie delle amministrazioni.

    Detto questo, vorrei esprimere una posizione “terza” rispetto alla polemica in atto.

    Ha ragione Erbaggi quando afferma di aver lavorato affinchè la scuola fosse consegnata. D’altronde era l’assessore ai lavori pubblici del municipio; se non lui, chi?
    Ha ragione Leli quando afferma che una costante opera di pressione ha impedito che trascorressero altri 5 anni per la consegna. D’altra parte si candida ad essere oppositore al presente e futuro governo del Municipio (chissa!!!), se non lui chi?

    E, permettetemi un minimo di presunzione, ha avuto ragione Casapound quando ha impresso una netta accelerazione alla vicenda grazie alle proprie azioni “di rottura” e, soprattutto, alla consapevolezza, oramai consolidata in politici e tecnici, che non si sarebbe trattato di sporadiche iniziative di stampo elettoralistico.

    Andrea Antonini
    ex Consigliere Municipio Roma XX – Casapound Italia

  31. Visto l’andazzo dei commenti, mi sembra di essere in un clima da acre campagna elettorale. Peccato.
    Chi pensa di farsi largo sparando acredine contro gli avversari rischia di fare una pessima figura….. come in questo caso. Sig. Leli, le è stato dedicato già troppo tempo. Contano i fatti, non le chiacchiere a ruota libera. Signori commentatori, ci vuole più moderazione, noi cittadini non siamo stupidi e siamo stanchi di urla e lancio di offese. Che diamine, il rispetto per le persone non esiste più?

  32. Approfitto di questo spazio per informare il Sig. Erbaggi che le condizioni degli edifici scolastici del Municipio, almeno quelli dell’Istituto Comprensivo “Publio Vibio Mariano’ , non sono per niente soddisfacenti. Il plesso di San Godenzo aspetta da anni lavori che consentirebbero di sfruttare al meglio gli spazi e la palestra presenta di nuovo problemi seri dopo che per lunghi periodi e’ stata inagibile . Il plesso di Sesto Miglio ha l’ingresso riservato alla scuola dell’infanzia chiuso da mesi per il rischio che pezzi di cornicione cadano in testa agli utenti. In alcune zone, a causa delle infiltrazioni, quando piove, il personale e’ costretto a mettere secchi in terra per raccogliere l’acqua. I bagni sono in condizioni vergognose e la maggiorparte, in alcuni piani sono fuori uso. Dai bagni della scuola dell’infanzia escono “odori” che, le assicuro, sono nauseanti.
    Quindi non tutto è rose e fiori! Ovviamente non ne faccio una colpa a Lei , o non soltanto, però non diciamo che tutto va bene perché non è così.
    Inoltre il comitato genitori dell’istituto ( Mamme per la scuola ), con proprie risorse, da qualche mese si sta organizzando per “dare una mano” e per cercare di gettare le basi per una collaborazione con le istituzioni. Purtroppo fino ad oggi, e da molto tempo prima che la giunta cadesse, dal municipio arrivano solo promesse e rinvii.
    Conscio della situazione economica in cui versa il nostro paese non me la sento chiedere miracoli alle istituzioni però almeno i lavori urgenti e sostenere un gruppo di genitori volenterosi credo sia un dovere del Municipio, senza rinvii o scuse varie.

    Grazie per l’attenzione
    Luca Cruciani
    Presidente del Consiglio d’Istituto ” Publio Vibio Mariano”

  33. Gentile dott. Erbaggi,
    come noto sono state pubblicate le graduatorie provvisorie per l’iscrizione dei bambini alla scuola materna comunale e tantissimi sono i bambini inseriti utilmente in graduatoria ma risultati non ammessi. Le parlo in particolare delle iscrizioni alla Peter Pan e al Bruchetto, che potrebbero essere riassorbite dall’apertura della scuola materna in via Gherardini, così come mi è stato confermato telefonicamente dal funzionario ai servizi educativi. La nuova scuola materna dovrebbe avere 100 posti, ovvero 100 famiglie che non devono sobbarcarsi l’onere economico di una scuola non comunale. Non è una questione di poco conto, soprattutto in questo periodo di crisi economica. Tocca da vicino me, madre di tre bambini di 6, 4 e 2 anni e lavoratrice a tempo pieno, così come tocca da vicino tantissime famiglie che conosco e con cui ci stiamo confrontando per capire cosa fare per poter contribuire, nel nostro piccolo, a far si che questa scuola così desiderata ci possa accogliere.
    Spero avrà modo di leggere questo post e la ringrazio sin d’ora per le risposte che potrà darci.

    Cordiali saluti,
    Una Mamma

  34. @erika magaletti sono pienamente cosciente della situazione e delle necessità del territorio motivo per cui ho accelerato l’acquisizione dei plessi. Siamo riusciti nel bilancio 2012 a farci finanziare gli arredi scolastici (interni ed esterni) per i quali è in corso di svolgimento il bando pubblico relativo.
    Subito dopo le elezioni chiunque vincerà dovrà votare il bilancio 2013 con cui coprire i costi necessari all’attivazione delle nuove sezioni di scuola materna… inutile dirle che come Municipio abbiamo espresso l’inderogabile necessità degli stessi… siamo certi che si apriranno perchè il nostro territorio non può più aspettare e perchè la scuola ora è veramente pronta!
    per qualsiasi altra cosa può contattarmi scrivendo a stefanoerbaggi@gmail.com
    grazie e a presto

  35. @stefanoerbaggi Grazie mille per la celere risposta. La possibilità di avere un contatto diretto con chi amministra il territorio è per i cittadini di fondamentale importanza, grazie ancora per la sua disponibilità!
    Erika

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome