Home ATTUALITÀ Labaro, Tolli (PD): “Il caso via Clauzetto alla Corte dei Conti, un...

Labaro, Tolli (PD): “Il caso via Clauzetto alla Corte dei Conti, un bravo alla Fials”

tolli.jpg“Bene hanno fatto i dirigenti della Fials Confsal a presentare un esposto alla Corte dei Conti e alla Procura della Repubblica in merito alla locazione degli immobili di Via Clauzetto da parte dell’Asl Roma E.”  A esprimere soddisfazione è Marco Tolli, ex consigliere del XX Municipio e dirigente del PD di Roma, ricordando che “così come denunciato anche dal PD in numerose iniziative e in sede di commissione parlamentare di inchiesta sul servizio sanitario, presieduta dal Senatore Marino, l’immobile destinato a sostituire la vecchia sede ambulatoriale di Via Offanengo a Labaro, è rimasto chiuso per circa tre anni.”

“Sarà la magistratura a fare chiarezza e a stabilire se la condotta della direzione della ASL Roma E e in generale della destra che ha governato la regione Lazio negli ultimi anni abbia generato sperpero di risorse e – concude Tolli – come sosteniamo da tempo, si sia distinta per inefficienza a incapacità amministrativa.”

Visita la nostra pagina di Facebook

2 COMMENTI

  1. Grazie consigliere,del resto anche il suo impegno profuso ed attento credo che abbia suscitato nei dirigenti di questo sindacato il senso di dovere che dopo la temporanea chiusura di via offanengo aveva destato non poche preoccupazioni.
    Dopo una attenta e lunga indagine quello che abbiamo trovato ci ha posti davanti alla scelta di rivolgersi alle istituzioni garanti per vedere se qualcosa era evitabile e se tutto e’ stato svolto con scrupolosa regolarita’.Credo che il nostro e’un comune senso del dovere nostro verso gli operatori della sanita’ e i tanti cittadini gia’ troppo vessati.
    Spero che anche lei sia sempre dello stesso spirito che lo spingeva tempo addietro a muoversi come ha fatto su questo problema.
    Distinti saluti
    Roberto

  2. Anch’io,come semplice cittadino,vorrei ringraziare il sig.Tolli ed il suo partito,che ben sapendo della situazione di via Offanengo con il conseguente trasferimento in via Clauzetto(favorevoli nonostante gli esorbitanti costi) si è attivato solo con qualche anno di ritardo a seguito di una sollevazione popolare che si è vista privare all’improvviso di quei servizi indispensabili che il poliambulatorio prestava.Ma si sa la ragion di stato non sempre coincide con gli interessi dei cittadini quindi non ci si batte per gli interessi di una struttura pubblica ma si accetta e si permette il suo degrado al fine di “favorire” come panacea l’intervento privato pagato dalla collettività.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome