Home ATTUALITÀ Pure i vecchi saggi oggi abdicherebbero

    Pure i vecchi saggi oggi abdicherebbero

    Gli editoriali di VCB. Dimenticate i Maia, ma non disdegnate le casualità. Dimenticate pure l'”anno bisesto, anno funesto”, che siamo nel 2013, salvo qualcuno che prima o poi verrà a raccontarci che i conti sono sbagliati e l’anno sfigato diventa dispari anziché pari. Qua c’è da registrare un pontefice che rinuncia al ruolo, che non succedeva da sette secoli, più o meno, e un Governo che latita, ma le recenti elezioni contano poco, l’assenza è figlia dei contenuti poverelli, mica perché non c’è accordo.

    C’è indecisione sul successore di Napolitano, e fortuna che Dario Fo ha ancora un po’ di sale in zucca, altrimenti i panzer avrebbero sguazzato con la storiella dei clown.

    Siamo passati da frasi di comodo tipo “non esistono più le mezze stagioni” (comunque proverbio realista) a fasi di staticità dove l’indecisione regna sovrana. Raccontiamo storie di sceicchi che abitano nella provincia umbra e ci esaltiamo cercando di dimenticare che l’euro ci ha affossato.

    Così, fra un posto vacante e reucci che mollano la presa – come in Spagna, dove è stato dato l’aut-aut perfino all’Infanta – pure nel XX Municipio abdica il presidente Giacomini, news anticipata da Vignaclarablog.it, che fortunatamente ha una squadra incapace di smacchiare i giaguari, ma per fortuna conosce il fatto suo.

    I vecchi i una volta dicevano che “non esiste più il senso della misura”, quanta saggezza in quelle parole. Sarà retorico scriverlo, ma vivessero ancora oggi si darebbero per vinti pure loro.

    Visita la nostra pagina di Facebook

    1 commento

    1. Me verrebbe da di nun c’è piu speranza.
      Me vojo complimenta co te caj scerto st’argomento .
      E notizie na vorta viaggiaveno e se scriveveno stanno attenti a nun sbaja er tempo in cui er pensiero se trasferiva a persona terminale era lungo ce dava riposo tranquillita er tempo necessario pe riflette ( una de cose che manca a sta societa’).
      A vorte nun so se me sbajo a lingua c’ha i muscoli piu’ sviluppati de braccia e appunto fa piu male de braccia perche me sembra che corpisca nell’anima.
      E parole quanno nun so misurate na vorta che so scappate da bocca hanno prodotto n’ danno oppure n’ beneficio .
      Mo dico na cattiveria o sapete cher pontefice aveva programmato de anna a Via Sulbiate sua Chiesa nova ( 3 marzo 2013)che guarda er caso sta vicino a qua struttura occupata abusivamente piu vorte denunciata anche da voi , mo dico na cattiveria quanno er papa se messo er copiuter ha cliccato e ha visto tutte e denuncie su quer posto je se rivortato o stomaco e ha detto e’ mejo che me ritiro.
      Invece me fa piacere di che quarche indicazione er papa ai politicanti ja data dovete da esse equi ed esemplari ,questi che conoscemo noi c’hanno ste qualita’???.
      A gente dopo quello ca dovuto subi c’hanno fatto se so mantenuti integri moralmente oppure se so adattati a e ciscostanze ? .
      Da regazzino vedevo n’sacco de gente che se dava da fa pe tira avanti c’era abbondanza de onesta e vicinanza tra e persone, a comunita era piu’ calorosa unita solidale compatta , me ricordo che quanno successe er caso de Ermanno Lavorini a Viareggio se ne parlava n’continuazione pe quanto era grave a cosa , oggi sentenno er telegiornale sembra che ce godono a datte notizie negative , a fatte vede com’e successo , programmi continui fino all’esaurimento anche de fatti nportanti in cui so morti regazzini , Insomma e coscienze so anestetizzate , a moralita sta per terra , pazienza zero . EQUILIBRIO PE CIVILE CONVIVENZA a rischio . DIO ce ILLUMINI a strada ce n’avemo bisogno .

    LASCIA UN COMMENTO

    inserisci il tuo commento
    inserisci il tuo nome