Home ATTUALITÀ Cassia, stop & go sulla viabilità al Sesto Miglio

Cassia, stop & go sulla viabilità al Sesto Miglio

stop-and-go.jpgSe ieri, nel riportare la cronaca di quanto discusso nel corso dell’ultima riunione del Comitato Cittadino XX Municipio in merito alla nuova viabilità in zona Cassia avevamo riferito una dichiarazione della consigliera municipale Elisa Paris, oggi registriamo invece quanto diffuso alla stampa dallo Sportello del Cittadino nel Municipio XX e dal Consigliere Giorgio Mori che danno una versione diversa sul futuro della controversa viabilità adottata in via sperimentale nel triangolo via al Sesto Miglio, via Santi Cosma e Damiano e via Lubriano.

“Nella giornata di ieri – si apprende dalla nota – alcuni rappresentanti dello Sportello del Cittadino nel Municipio XX hanno depositato al XX Gruppo di Polizia Municipale circa 300 firme di cittadini residenti e commercianti che esprimono perplessità su alcune delle variazioni dei sensi di circolazione applicate recentemente, seppur in sede temporanea per 30 giorni nell’area di Via al Sesto Miglio, Via Lubriano e Via SS. Cosma e Damiano. Il Comandante Giuseppe Bracci che – si sottolinea – è uomo lucido e responsabile certamente non avrebbe potuto dichiarare che non ci saranno cambiamenti prima della fine dei lavori in via Ischia Di Castro, dunque sino a maggio, dal momento che tale decisione delegittimerebbe la commissione mobilità, il Delegato alla Mobilità e il XX gruppo stesso, in quanto la sperimentazione è ancora a metà (quindici giorni) e nessuna valutazione tecnica ufficiale può essere espressa sino al suo termine.”

Ricordiamo infatti che, stando a quanto riferito da Grazia Salvatori, esponente del Comitato Cittadino XX Municipio, Elisa Paris, ai presenti alla riunione, aveva riferito che al termine di un incontro avuto dalla Commissione municipale Traffico e Mobilità, della quale è vicepresidente, con i rappresentanti del XX Gruppo della Polizia Municipale la loro posizione si poteva così riassumere: “La Polizia Municipale non ritiene opportuno attuare cambiamenti prima della fine dei lavori in via Ischia Di Castro, il cui termine è previsto per il prossimo maggio” (leggi qui).

“Nel merito – prosegue la nota diffusa dallo Sportello del Cittadino nel Municipio XX e da Giorgio Mori – appare invece necessario apprezzare l’attenzione posta in essere dal XX Gruppo sul miglioramento della viabilità dell’area, ma ogni modifica deve essere realizzata tenendo bene a mente il primato dell’interesse pubblico integrato con le sensibilità dei residenti che ci vivono, dei commercianti che ci lavorano e dei genitori che portano i figli alla Scuola di Via al Sesto Miglio.”

Nel comunicato si rende infine noto che lo Sportello del Cittadino ha depositato la richiesta di “confermare al termine della attuale sperimentazione la precedente disciplina di traffico a doppio senso su tutta Via al Sesto Miglio e subordinatamente di mantenere comunque il doppio senso di marcia, quanto meno nel tratto compreso tra l’incrocio Sesto Miglio/Via Lucio Cassio e l’incrocio Sesto Miglio/Via Lubriano.”

Fabrizio Azzali

Visita la nostra pagina di Facebook

2 COMMENTI

  1. Non volendo qui scatenare un susseguirsi senza fine di botta e risposta, invito il Consigliere Mori a leggere i verbali della commissione mobilità del 29 gennaio 2013, e di informarsi presso il Presidente di Commissione e il Delegato alla Mobilità sull’operato della Commissione nel merito prima di scrivere comunicati in cui parla di terzi.

    Tengo a precisare ai gestori di questo sito che il mio è stato un intervento all’interno di una discussione, mentre il vostro inserimento nell’articolo sembra un comunicato.
    Ciò che è stato detto in quella commissione era all’interno di un discorso più ampio durante il quale è venuto fuori il discorso nel merito da me riportato al comitato che non può essere ridotto alle due righe da voi riportate.

    Consigliera Elisa Paris

  2. Gentile Consigliera, ci sfugge la differenza fra il comunicare con un comunicato ed il comunicare tout-court. Quando un rappresentante delle istituzioni fa, in tale veste, delle pubbliche affermazioni i media hanno tutto il diritto di prenderle ed usarle come tali. Detto ciò, per quanto riguarda la brevità della notizia le chiariamo che essa è stata integralmente stralciata dal resoconto dell’incontro fornito dalla vicepresidenza del Comitato Cittadino. Se le nostre “due righe” le son parse troppo succinte ce ne duole, ma è alla fonte che deve chiedere conto.
    Molto cordialmente,
    La Redazione

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome