Home ATTUALITÀ Leli (VdC): Cassia, centinaia di cittadini penalizzati dalla nuova viabilità

Leli (VdC): Cassia, centinaia di cittadini penalizzati dalla nuova viabilità

“Non si capisce per quale motivo ad ogni buona notizia per il territorio, debba arrivarne una cattiva di conseguenza”. Così in una nota Vincenzo Leli, candidato alla presidenza del XX Municipio con la lista civica Vènti di Cambiamento, commenta la nuova disciplina sperimentale di viabilità introdotta recentemente con l’apertura, in zona Cassia, del nuovo tratto stradale compreso tra via Germana Stefanini, già strada di Fondovalle, e via Santi Cosma e Damiano che tanto sta facendo discutere residenti e utenti.

“Dopo oltre quindici anni di progetti, disegni, attese di espropri e tantissime chiacchiere come solo la peggiore Italia ci ha mostrato, è stato finalmente inaugurato anche l’ultimo tratto di via Germana Stefanini, la nuova arteria stradale che collega le zone Cassia-Grottarossa-Due Ponti, con l’obiettivo di eliminare un po’ di traffico locale.”
Peccato che, sostiene Leli “centinaia di persone e decine di esercenti dovranno subire un cambio di viabilità che non fa che peggiorare la situazione di un già congestionato e dimenticato tridente di strade residenziali: via Al Sesto Miglio, via Lubriano e via Santi Cosma e Damiano”.

Ricordiamo infatti (ndr) che per aprire questo nuovo tratta di strada è stata introdotta “in via sperimentale” (così è stata annunciata) una diversa disciplina di traffico che coinvolge via al Sesto Miglio, via Santi Cosma e Damiano, via Lubriano, via Lucio Cassio e la stessa via Cassia (leggi qui).

“Tutto questo – incalza Vincenzo Leli – senza che ai residenti nelle suddette strade sia mai stato chiesto un minimo di parere o commento. Via Al Sesto Miglio, abitata da centinaia di persone, è una strada già altamente penalizzata da un imbuto di traffico che si genera dalla vicinanza di due scuole e relative macchine in coda all’orario di entrata e uscita e dall’assenza di un grande parcheggio più volte promesso e mai realizzato. I nuovi sensi unici tra l’altro penalizzano le attività di una via che già non gode di una grande esposizione commerciale e danneggiano i residenti che si vedono passare nella via accanto una nuova arteria di grande scorrimento, senza avere uno sbocco diretto su essa se non per un corridoio pedonale già pieno di erbacce e deiezioni canine”.

“Insomma – conclude Leli – un’altra volta la giunta del XX Municipio, d’accordo con i dipartimenti comunali, ha effettuato un intervento che, nel voler donare al territorio una nuova infrastruttura, ha scontentato centinaia di cittadini”.

Visita la nostra pagina di Facebook

29 COMMENTI

  1. Buongiorno, per quanto riguarda le attività commerciali, non sono in grado di dire se la nuova viabilità porterà o meno disagi per gli esercenti.
    Per quanto riguarda il traffico ( a parte il fatto che come si fa a dire se va bene o male dopo soltanto due giorni?) , in questi 2 giorni ( stamattina compresa ) il traffico è andato meglio delle altre volte, nonostante piovesse, e anche l’ingresso degli alunni alle scuole non ha causato problemi. Almeno aspettiamo un pò….

  2. A proposito di traffico e dell’apertura dello svincolo che da via Cosma e Damiano porta sulla Strada di Fondovalle: mi domando a chi puo’ servire, considerata la chiusura in data odierna di via Ischia di Castro. Seguo dal balcone di casa mia il traffico in quel punto ed e’ assolutamente uguale a zero.

  3. Il punto è: perché non mettere a senso unico solo via Lubriano in direzione via Santi Cosma e Damiano? Non ha senso mettere il divieto di accesso a da via Cassia a via Al Sesto Miglio… si penalizzano solo i residenti di quella via…. Meno male che c’è qualcuno che se ne sta occupando! Dai consiglieri municipali di ogni parte politica latitanza totale!

  4. Una mia amica abita li in via al Sesto Miglio e mi diceva della presenza di 6 uomini della Polizia Municipale. Le macchine pur di non creare la fila le facevano passare con il rosso. Mi chiedo anziché il senso unico in via al Sesto Miglio non è meglio aprire il collegamento in fondo per collegare la strada con via Santi Cosma e Damiano? poi fino a quando potremo impegnare circa 6 uomini della polizia per turno, quindi 12 più o meno? Gli esercenti e i cittadini sono imbufaliti, consiglio di fare un giro prima di parlare. Mi sa tanto che la fine del film sarà quello del quartiere Cerquetta…

  5. L’ipotesi di Cristiana andrebbe presa in considerazione.
    Io, per cercare di evitare il traffico nelle ore di ingresso degli alunni alle scuole di via sesto miglio, proporrei un parcheggio alla fine di santi cosma e damiano ( sulla sinistra dove è stata messa una rete di recinzione ) , le scuole sarebbero raggiungibili tramite la nuova stradina pedonale………

  6. Sarebbe stato opportuno che le autorità municipali e comunali, nel portare a termine il progetto più che decennale della strada di Fondo Valle, avessero considerato la necessità primaria di infrastrutture, in particolare di parcheggi sia in prossimità degli edifici scolastici di via al Sesto Miglio, sia alle estremità su largo Sperlonga e su via di Grottarossa.
    Per quanto riguarda la difficoltà di raggiungere le scuole di via al Sesto Miglio, poichè in prossimità della stradina pedonale esistono degli spazi adatti, al momento dell’esproprio dei terreni si poteva considerare anche questa possibilità.
    Egualmente esistono terreni adatti all’inizio e alla fine della strada che potrebbero essere utilizzati come parcheggio di scambio sia per le linee attualmente attestate a Largo Sperlonga, sia per quelle che in futuro si attesteranno all’Asisium, compresa la futura navetta 35 per il collegamento con la stazione Tor di Quinto.
    Noi non consideriamo “un dono” ai cittadini da parte delle autorità preposte,( cioè di quelli che hanno il compito di utilizzare le entrate pubbliche per il bene comune), aver portato a termine una strada, progettata più di quindici anni fa, in maniera non adeguata.
    La mancanza di parcheggi di scambio, particolarmente nel nostro municipio, unitamente alla inadeguatezza del servizio pubblico, contribuisce a determinare l’enorme traffico nella zona Cassia Flaminia con il conseguente sforamento dei livelli di polveri sottili come rilevato dalla centralina di Corso Francia.
    Nella riunione mensile del nostro comitato di martedì 29 gennaio alle ore 18.30 presso la parrocchia di San Giuliano, discuteremo della nuova viabilità delle strade di via al Sesto Miglio e vie limitrofe, del trasporto pubblico, del proliferare delle sale giochi con relativi cartelloni pubblicitari.
    Invitiamo tutti coloro che fossero interessati a questi argomenti a partecipare.
    Grazia Salvatore vicepresidente Comitato Cittadino per il XX Municipio

  7. Solo un’osservazione, circa la parola “donare” riferita alla normale attività della Giunta nel suo servizio al XX Municipio. Donare? Credo questo possa essere un pericoloso segnale circa il modo di intendere il lavoro di chi si mette al servizio dei cittadini o magari ci si vorrebbe mettere, ma anche per chi dovesse ritenere una pignoleria irrilevante tale osservazione.

  8. Hai ragione Francesco, mi era sfuggita e non è da sottovalutare. “Questi” ci “donano” …la roba nostra….e va a finire che tocca dirgli pure grazie!!! Meno male che tra un pò andrò al seggio!!!

  9. Forse ai sig.ri Luca r Francesco è sfuggito il fatto che a parlare di donazione è il sig. Leli, che senza offesa a tutt’oggi è il sig. Nessuno… se e quando sarà eletto , sarà investito di una carica elettiva e diventerà “qualcuno”…fino ad oggi è uno che cerca di portare acqua al suo mulino… poi ognuno ne trae un concetto personale…

  10. Vorrei che gli assessori e gli addetti all’urbanistica…per un paio di mattine, prendessero la loro auto..dalla Giustiniana/Gherardini verso le 7.30/8:00 e percorressero la cassia fino al San Pietro.
    Allora forse di renderebbero conto della follia di questa nuova viabilità.
    non tengono conto che ci sono delle scuole con strade già difficili da percorrere…
    non è più ammissibile..è vergogno che questa mattina per percorrere 1 misero km fino al San Pietro …uno debba impiegare più di un ora!!!!!
    Cassia totalmente congestionata.

  11. La “strada di fondovalle” così come proposta all’epoca dal sottoscritto assieme al Comitato di Quartiere ed approvata dall’allora Consiglio della XX° Circoscrizione con la risoluzione n. 89 del 20.10.1994 prevedeva il suo collegamento tanto con via al Sesto Miglio (tramite l’attuale sentiero o “stradina pedonale” in fondo ad essa a cui si riferiscono la sig.ra Maria Carla e Luca Cruciani) quanto con via Vibio Mariano prolungando fino al congiungimento con via SS. Cosma e Damiano sia via Nazzano che via Corchiano, da destinare per causa della loro ridotta larghezza a senso unico in entrata l’una ed in uscita l’altra: in tal modo si sarebbe consentito da un lato ai genitori che ogni mattina accompagnano in macchina a scuola i propri figli di ritornare sulla Cassia dal prolungamento di via dei SS. Cosma e Damiano e dall’altro lato i residenti lungo via Vibio Mariano potrebbero recarsi anche a piedi nella futura piazza della Centralità Locale della Tomba di Nerone, dove dovrà essere spostato il mercato facendolo diventare fisso da saltuario qual’è attualmente.
    In sede di progettazione non è stato previsto nessuno dei suddetti raccordi che prima o poi sarà gioco forrza riprendere in seria considerazione.
    Colgo l’occasione ad ogni modo per far presente che il problema del parcheggio selvaggio davanti alle scuole elementari e medie di via al Sesto Miglio risale addirittura agli ultimi vent’anni del secolo scorso e non ha comunque una stretta attinenza con la nuova viabilità sperimentale che è stata individuata esclusivamente per razionalizzare meglio lo sbocco sulla Cassia da e per il prolungamento di via dei SS. Cosma e Damiano e che sotto tale aspetto dovrebbe decongestionare meglio la via Cassia, perché canalizza e separa i flussi in entrata su via dei SS. Cosma e Damiano da quelli in uscita da via al Sesto Miglio.
    A tal ultimo riguardo il commento di ieri di Luca Cruciani secondo cui “nonostante piovesse … l’ingresso degli alunni alle scuole non ha causato problemi” stride fortemente con quello di oggi della sig.ra Elena che invece sostiene di avere impiegato più di un’ora per percorrere un misero chilometro fino all’Ospedale Villa S. Pietro, senza precisare però se ci fosse un intasamento proprio tra via dei SS. Cosma e Damiano e via al Sesto Miglio, dove peraltro ieri (e presumibilmente anche oggi) i vigili facevano passare con il rosso pur di non creare la fila, stando a quanto commentato dalla stessa sig.ra Maria Carla.
    Non capisco ad ogni modo come si faccia ad attribuire un presunto intasamento sulla Cassia a questa nuova viabilità che consiste semplicemente nel cercare di dare uno sbocco più ordinato sulla Cassia al prolungamento di via dei SS. Cosma e Damiano che è stata aperta da poco e dove ieri il traffico era “assolutamente uguale a zero” stando a quanto ha visto dal suo balcone il sig. Alessandro37: oltre alla apertura di questo tratto di strada non ancora conosciuto da tutti, le ragioni sono dovute alla concomitante chiusura di via Ischia di Castro, che non consente più per il momento di sbucare direttamente su via dei Due Ponti da via di Grottarossa.
    A chi piace soltanto criticare senza mai provare a darsi da solo una risposta alle sue stesse critiche, mi sento di chiedere se la soluzione è per caso quella di chiudere del tutto il prolungamento di via dei SS. Cosma e Damiano.
    Approfitto per provare a dare una possibile soluzione ai due problemi che ho sollevato nel precedente articolo pubblicato su questo blog.
    Per evitare rischi di uscite in contro mano sulla Cassia dal senso unico in entrata di via dei SS. Cosma e Damiano, l’ingresso su quest’ultima del supermercato Carrefour dovrebbe essere chiuso del tutto o diventare di sola entrata dalla Cassia, facendo diventare l’altro principale ingresso di sola uscita sulla Cassia.
    Per evitare lo stesso rischio di manovre in contro mano nel tratto ora a senso unico che va da via Lubriano e via Lucio Cassio, basterebbe far diventare senso unico in direzione Cassia solo il tratto successivo da via Lucio Cassio fino al semaforo, che non credo che danneggi gli esercizi commerciali che vi si affacciano per il solo fatto che per arrivare ad essi dalla Cassia si debba d’ora in poi percorrere l’attuale obbligata nuova viabilità.

  12. spiegatemi allora perchè sul tratto della cassia fino al san pietro si camminava a passo d’uomo e dopo l’ospedale come d’incanto si arriva a corso Francia in 5 minuti.

  13. Come la metti la metti il “sig. Nessuno” Leli è stato l’unico a mettersi dalla parte dei cittadini su questa impopolare decisione…. a chi non crede che i residenti e i commercianti siano incavolati si faccia un viaggetto in loco e chieda in giro…

  14. Cara Cristiana mettersi dalla parte dei cittadini perchè ha scritto un comunicato dall’ovvio contenuto a sfondo elettorale ?? Allora in questo periodo tutti sono dalla parte dei cittadini !

  15. Io c’ero. Leli è passato casa per casa. Anche da mio suocero e negozio per negozio. Nessun altro consigliere si è visto qua….

  16. Cristiana ma veramente tu credi che fare un comunicato vuol dire stare dalla parte dei cittadini?
    Ma tu pensi sul serio che in municipio, se le cose continueranno ad essere negative, avranno piacere/interesse a lasciarle così ?

    Leli è un urlatore professionista che si butta in ogni situazione particolare senza dare soluzioni ma cercando di “conquistare” il malcontento….

    Le persone serie lavorano…. E infatti ti dico che Giacomini e Erbaggi stanno valutando seriamente la cosa e, se le cose continueranno a non essere positive (a proposito sei proprio sicura che non vadano bene?secondo me basterebbe consentire la svolta a sinistra da via lucio cassio…. Perché avere una doppia fila di ingresso sulla cassia vuol dire dimezzare la coda….) si cambierà qualcosa per migliorare la viabilità .

    Ad esempio ieri sia Giacomini che erbaggi erano il loco per valutare dal vivo la situazione ( in momenti diversi, io ero con erbaggi….) ben sapendo che non si può valutare tutto dopo due giorni….

    Ottimo la situazione su via si Cosma e Damiano e via lubriano (perdere posti sarebbe stato un delitto), su via sesto miglio consentendo la svolta a sinistra da via Lucio cassio si potrebbe risolvere tutto….
    Anche perché bisogna valutare sia i traffico di immissione sulla cassia che il discorso parcheggi su via sesto miglio: avrete capito che la municipale toglierà tutti i posti auto di fronte al piccolo centro commerciale se si rimette il doppio senso si?

    Anche su via s. Godenzo erano tutti contrari all’inizio, commercianti in testa…. Adesso sono tutti felici e ringraziano il senso unico…. Ovvio tutti contenti non si sarà mai ma la maggioranza si….

  17. Mamma mia Maria Carla non ti sembra di essere un pochino ingenua ? E’ il classico giro porta a porta di chi cerca voti e lo va a fare dove c’è malcontento. Non c’è niente di male per carità però santificarlo solo per questo mi sembra un po’ troppo. E il santino ve l’ha lasciato ?

  18. Daniela mi chiedo perchè TU “puoi buttarla sempre in politica” (hai una buona parola per tutti..quelli che non la pensano come te) e IO no? Cos’è hai l’esclusiva?

  19. Tutti bravi qua i filo pidiellini…. ma lo capite che sarà Giacomini a giovarsi di questa viabilità al sesto miglio perché anche se ne era perfettamente a conoscenza (è il presidente) ora dirà che lui non c’entrava nulla con i sensi unici, che la polizia municipale ha agito da sola con il comune e farà successivamente il salvatore della patria ripristinando tutto sotto campagna elettorale….ingenui sarete voi

  20. Caro Strix mi spieghi dove l’avrei strumentalmente buttata in politica. Un signore che si candida a presidente del municipio (quindi un fatto politico) si reca in un luogo dove c’è del malcontento per una decisione del municipio (ancora un fatto politico) a garantire il suo impegno (e non a portare i doni di natale) nel caso venga eletto (quindi un impegno politico). Sono io a buttarla in politica ?!?! Caro Strix, per la sua continua voglia di polemizzare lei ogni tanto perde colpi. Un vero peccato, altre volte è molto più spiritoso e pungente ma questa volta le è andata male.

    Cara Maria Carla, filo pidiellina puoi dirlo a altre o altri ma non certo a me e tutti i miei precedenti interventi lo dimostrano ! Leli come tutti sta facendo la sua campagna elettorale, se poi vuoi farlo santo subito solo per questo nessuno te lo vieta.

  21. Mi rendo conto che oramai tutti noi residenti del XX Municipio abbiamo dimenticato il diritto di cammìnare con i propri figli per le vie del quartiere senz essere investiti, ma il problema della viabilita’ pedonale a Via Lubriano in particolare e’ serio e un parcheggio accanto allla strada pedonale al proseguimento di via SS. Cosma e Damiano avrebbe consentito di lasciare invariati i sensi di circolazione di Sesto Miglio e S. cosma e Damiano senza alcun aggravio del traffico sullaCassia anzi.
    La priorità sono davvero i parcheggi a SS. Cosma e Damiano ?

  22. Come previsto oggi i vigili sono arrivati a Via Lubriano e hanno fatto la multa a tutte le macchine parcheggiate. Vorrei capire noi residenti la macchina dove dobbiamo parcheggiarla visto che a sinistra c’è il divieto di sosta e a destra c’è il marciapiede? Inoltre vorrei segnalare che il nuovo tratto della strada di fondovalle da quando è stata aperta e’ completamente al buio nonostante ci siano i pali dell’illuminazione, posso assicurare che percorrerla di sera anche con la macchina e’ pericolosa.

  23. Questa mattina …Follia a via Lubriano ! Posti auto spariti, residenti multati in massa, nessuna alternativa per parcheggio, incrocio pericoloso nel punto Fondovalle/Lubriano/Ss Cosma e la viabilità pedonale comunque carente… Dopo anni di attesa ecco i risultati per i residenti !

  24. Per i residenti di Via Lubriano è un incubo: le macchine sfrecciano a velocità incontrollata, non si trova più parcheggio e si è multati, per raggiungere la Cassia si è obbligati al semaforo di Sesto Miglio che riceve il traffico di tutto l’anello; per raggiungere la Fondovalle, ancor più assurdo, bisogna passare per la Cassia e rifare tutto il giro. Era una strada privata tranquilla e silenziosa, ora è una stretta strada (comunale o ancora privata?) con un traffico da Statale, rumorosa, pericolosa per i pedoni e con difficoltà di parcheggi (nonostante Erbaggi sia convinto che i posti auto siano aumentati con il nuovo “arredo urbano” di Cosma e Damiano, vi assicuro che, con i bambini in macchina, ora devo gestire un vero problema). E non provate a dire che il marciapede in Via Lubriano non è mai esistito, perché è sì vero, ma finora il traffico è stato locale ed esiguo, mentre ora è intenso e le macchine corrono, anche per il senso unico.

    Qulacuno mi può spiegare il vantaggio che ne traggono i residenti di Via Lubriano? Il bene pubblico prima di ogni cosa, certo, ma nei paesi democratici e civili, si discutono i progetti con la cittadinanza e si pensa a opere compensatorie.

    Creare parcheggi subito nelle aree incolte della Fondo Valle e al Sesto Miglio, ripristino dei doppi sensi in Cosma e Damiano e Sesto Miglio e senso unico Via Lubriano verso la Fondovalle, messa in sicurezza di Via Lubriano e Santi Cosma e Damiano con marciapiede degno di una capitale e senza barriere architettoniche.
    Il marciapiede della Fondovalle si interrompe all’incrocio con Santi Cosma e Damiano! Che vergogna!

  25. Mi chiedo se quelli che approvano o comunque guardano con serenità la nuova viabilità abbiano provato a mettersi sulla CASSIA in questi giorni.. evidentemente no.
    Tutti i lavori fatti finora avevano un unico scopo: liberare la via principale dalla sua secolare congestione.
    Il risultato è proprio l’opposto, complice ovviamente anche la nuova chiusura (i lavori dovevano finire a novembre 2012..) collegata al collettore fognario di via Due Ponti.
    Oggi sono tutti costretti a tornare sulla Cassia.
    Bel risultato, non c’è che dire.
    Io vi porto la mia esperienza di genitore che, da La Giustiniana, deve portare il bambini tutti i giorni alla Scuola Materna di via Vibio Mariano… ovviamente mio figlio non è stato preso nelle scuole del mio quartiere.. ebbene sto rinunciando al posto, dopo mesi di sacrificio perchè devo decidere se perdere quasi due ore di lavoro al mattino (sono costretto ad usare la macchina, che non prenderei) o mandare a scuola mio figlio.
    Non ho più parole.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome