Home ATTUALITÀ Leli (VdC): del tutto insufficienti le soluzioni del PPTU XX Municipio

Leli (VdC): del tutto insufficienti le soluzioni del PPTU XX Municipio

Il Piano Particolareggiato del Traffico Urbano che verrà adottato nel territorio del XX Municipio ed i cui contenuti sono stati anticipati in esclusiva da VignaClaraBlog.it (leggi qui) non piace a Vincenzo Leli, candidato presidente XX Municipio per la lista civica “Vènti di Cambiamento”, che in un comunicato si lamenta del fatto che “sulla Cassia non ci sono punti critici per la viabilità da prendere in considerazione. Non ce ne sono a Cesano o a Cerquetta. Né all’Olgiata, né a Osteria Nuova. E a quanto pare nemmeno all’altezza del famoso semaforo de La Giustiniana, che congestiona il traffico di tutto il quadrante”.

“Questo almeno è quello che si evince dopo la conferenza dei servizi, che analizzando le criticità da affrontare in sede comunale per il XX Municipio in ambito di Piano Particolareggiato del Traffico Urbano ha segnalato come bisognose di interventi solo parti di territorio comprese tra Ponte Milvio, Corso Francia e la via Flaminia, tralasciando tutto il versante nord e ovest del territorio. Siamo sconcertati – continua Vincenzo Leli – perché se queste sono le premesse dell’attenzione verso alcuni nostri quartieri da parte di alcuni attuali amministratori, le conseguenze di una riconferma elettorale per alcuni potrebbe risultare altamente contro-producente per i prossimi cinque anni di governo municipale”.

“Va bene la conferenza dei servizi per migliorare la viabilità e la vivibilità di cinque punti nevralgici del quadrante Flaminia/Farnesina – sostiene Leli – ma il Municipio è uno e fatto di tante macro-aree. Quante volte avete sentito dire: il XX Municipio è il più grande di Roma, si estende su di una superficie grande otto volte Milano? Bene, noi non vorremmo che con questa scusa si prenda in esame un quadrante ogni legislatura, così tra riunioni e studi di fattibilità le opere vedrebbero la luce dopo forse 15 anni”.

“Di chi è la colpa di questa disattenzione? Noi di Vènti di Cambiamento – asserisce Leli – non crediamo in quartieri di serie A o di serie B, né in zone dove politici sono più forti e in altre meno, mentre a pagare le conseguenze sono i nostri quartieri che vengono lasciati allo sbando. Chiediamo pertanto al XX Municipio, e alla persona incaricata di questa specifica tematica, un immediato intervento per tutelare i cittadini di tutto il territorio, senza orizzonti né confini. E ci impegneremo – conclude – perché questo accada”.

Visita la nostra pagina di Facebook

9 COMMENTI

  1. chi si candida a guidare un municipio come minimo dovrebbe conoscerne l’estensione… otto volte il comune di Milano ?!? ahi ahi Leli cominciamo male, è poco più o poco meno pari !

  2. Leli avrà anche sbagliato le proporzioni. Magari per disattenzione. Ma la sostanza non cambia. Qua della cassia non frega niente a nessuno. E noi moriamo di traffico. Forza Leli e forza a chiunque si impegni per cercare di cambiare questo territorio! !

  3. Contributo gratuito al programma di Leli (VDC) :

    Superfice del comune di Milano : 182,07 km² . Abitanti 1.242.123

    Superfice del XX Municipio 186,70 Kmq . Abitanti : 157.625

  4. ma che sbagliato Cristiana! questa castroneria dell’estenzione non è la prima volta che la sento dalle persone nei vari luoghi del XX. A questo si riferiva il comunicato. Ora basta con le scuse, vogliamo i fatti! ho conosciuto Leli all’incontro alla Castelluccia ed è una persona in gamba che ha fatto una scelta contro ogni logica di partito. Non so quanti a posto suo lo avrebbero fatto… Maria Carla

  5. Ill.mo Presidente Leli,
    a prescindere dalla Sua valutazione sull’estensione territoriale del XX Municipio, che già la dice tutta, se Lei si fosse letto l’intervista del 16 gennaio sempre sull’argomento (veda la parte “E non finisce qui” a cui va aggiunta anche la riapertura al doppio senso di marcia di Via Cassia Antica), avrebbe evitato di scrivere un comunicato dal sapore squisitamente elettorale….
    Ci tengo inoltre a precisare che il mio bacino elettorale è stato a Labaro e, sperando che abbia letto attentamente gli interventi del PPTU, non mi risulta che ci siano interventi previsti in questo quartiere.
    Inoltre, spero sarà sincero con il Suo futuro elettorato per quanto riguarda la viabilità della Cerquetta: questa non verrà modificata neanche se Lei sarà eletto Presidente della XX poiché, come Le ha spiegato più volte la Polizia Municipale, c’è sempre un Codice della Strada da rispettare e che non è sufficiente una delibera municipale, ma neanche comunale o regionale, a modificarlo e se le misure (quelle ufficiali) delle strade sono quel che sono…..
    Infine, La informo che in Municipio non c’è nessun Consigliere incaricato di seguire questa specifica tematica, infatti dell’argomento se ne è occupato la Commissione Mobilità e la sua approvazione finale passerà per il voto del Consiglio. Anche se queste cose dovrebbero essere ben presenti in chi si candida a guidare il Municipio….
    La saluto e Le auguro un anno ricco di successi.
    Cons. Antonio Scipione

  6. I disattenti sono due. “Quà sulla Cassia” ci sono TANTE persone che attraverso i Partiti, le Associazioni o singolarmente da anni propongono soluzioni spesso ottennedo risultati. Credo che di salvatori della patria ne abbiamo avuti fin troppi. Impariamo prima di tutto ad aver rispetto del lavoro di tutti, senza distinzione. Mi permetto di dare altri due consigli
    1) quelle municipali non sono legislature ma consigliature
    2)la formula esatta tipica delle campagne elettorali e’ “il Ventesimo Municipio, che ha gli stessi abitanti di ravenna, (o se vuoi fare più effetto sommi due tre capoluoghi di provincia) e la stessa estensione territoriale del Comune di Milano”

  7. certo che subire lezioni di politica da chi ha sostenuto questa politica, questi legislatori, questi pseudo statisti che in un paese democratico sarebbero stati cacciati a calci dove non batte il sole, loro i loro amicetti e le loro leggi ad “minchiam” ,non ha eguali.

    spero che capiate come questi soggetti che oggi ci govenano hanno ridotto la politica:
    i padri costituenti hanno fatto una costituzione molto leggera e snella, questi soggetti sono riusciti a contornarla di circa 200000 leggi pressocche inutili e molte contro i cittadini.

    dico una sola cosa a dimostrazione della loro innata ignavia:

    non hanno mai rispettato i referendum.

    a persone del genere gli volete ancora dare fiducia?

    domandate a questi soggetti dove sono finiti i fondi cipe assegnati alle zone (osteria nuova e cesano) per alleviare le popolazioni che hanno sul loro territorio centrali nucleari o depositi di scorie nucleari?
    circa 6 milioni di euro…….

  8. Caro sig. Marinali. Invece di fare il Professore di turno (già ce ne abbiamo avuto uno al governo e ci ha messo in mutande) proponga lei qualcosa di utile e fattibile. O forse nel quartiere dove LEI abita funziona tutto… chi prova a cambiare o a proporre, magari anche fuori dalla lista di un partito, non va sempre affossato e guardato con paura, ma ascoltato con interesse. Io mi sono andata a leggere il programma territoriale del sig. LELI e sebbene in alcune parti fin troppo ottimistico, l’ho trovato molto condivisibile anche perche frutto delle segnalazioni di centinaia di cittadini. Qua state a bacchettare sui puntini sulle i e consigliatura/legislastura. Ma suu.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome