Home ATTUALITÀ ASL RM E: Poliambulatorio via Offanengo, chiarimenti sul trasferimento attività

ASL RM E: Poliambulatorio via Offanengo, chiarimenti sul trasferimento attività

asl-rme.jpgDopo le mobilitazioni di piazza contro la chiusura del poliambulatorio di Labaro senza che alla data vi sia all’orizzonte un’alternativa locale, l’ASL Roma E, una nota a firma del Direttore Generale, d.ssa Maria Sabia, intende fornire alcune precisazioni su quanto sta accadendo in merito al trasferimento delle attività dalla struttura sanitaria di via Offanengo ad altre sedi.

“La nostra Amministrazione – si legge nel comunicato – ha disposto la provvisoria dislocazione di parte delle attività presenti nella Struttura in ragione di una esigenza irrinunciabile ed improrogabile determinata dalla presenza di evidenti criticità in ordine alla sicurezza dei locali – rilevate dai Servizi di Igiene Pubblica, Sicurezza Prevenzione e Risk Management e Patrimonio e Manutenzioni – che non la rendono idonea all’attuale destinazione, né per gli utenti né per gli operatori.”

“L’Azienda rassicura che, di intesa con il Presidente del XX Municipio e a seguito di una attenta analisi dei bisogni assistenziali espressi dai cittadini, anche in termini di prossimità territoriale, verrà fornita alla zona Labaro-Prima Porta una struttura limitrofa ed adatta ad accogliere le attività sanitarie. Tanto si comunica, consapevole delle esigenze concrete della popolazione coinvolta, ai fini di una corretta e puntuale informazione.”

Visita la nostra pagina di Facebook

2 COMMENTI

  1. Mi permetto di sottolineare che l’azienda avrebbe dovuto garantire l’esecuzione dei lavori di adeguamento del nuovo Poliambulatorio ed il relativo trasferimento nella nuova sede di Via Clauzetto, in tempi ragionevoli. Ricordo, per chi avesse la memoria corta, che già nel 2009 è stato stipulato un contratto di locazione per il nuovo Poliambulatorio, quindi non vi è stata nessuna “ATTENTA ANLISI”, semmai era stata già fatta tre anni fa. Ma ricordo ancora, che la chiusura di molti presidi territoriali, tra i quali Via Offanengo, rientra in un piano di “risparmio globale”, lo definiscono, tutto sempre e comunque sulla pelle dei cittadini. Tali dismissioni, hanno un nome, cognome e data, entro il 31.12.2012….Alla faccia della “ATTENTA ANALISI” di questi giorni, di queste ore, gli atti parlano. Dopo l’ennesima figuraccia, provvedete ad indicare una data certa per l’apertura del nuovo ambulatorio. I cittadini di Labaro e Prima Porta continuano a subire sul loro vivere quotidiano la sciatteria di questa amministrazione.
    Chirizzi Luigina

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome