Home ATTUALITÀ Tor di Quinto, acciuffato manolesta: rubava nelle auto di chi faceva jogging

Tor di Quinto, acciuffato manolesta: rubava nelle auto di chi faceva jogging

polizia-ponte-milvio.jpgBorse e portafogli di note marche, di un consistente valore economico, sono stati ritrovati ieri dagli investigatori del Commissariato Ponte Milvio. Gli agenti, diretti dal dr. Riccardo Buonocore, stavano seguendo le indagini in seguito ad una serie di denunce di furto su autovetture giunte negli ultimi tempi nei loro uffici. Esaminando le varie segnalazioni, gli investigatori hanno verificato che tra le zone dove questi furti erano stati consumati, vi era spesso quella adiacente il laghetto “Giovanna Reggiani”, noto anche come il parco di Tor di Quinto.

Dopo alcune verifiche, il controllo nella Banca Dati della Polizia e diversi servizi di appostamento, gli investigatori hanno individuato come sospetto un 60enne romano, già noto alle Forze dell’Ordine. Nel corso delle indagini è emerso il suo modus operandi.
L’uomo, dopo aver scelto le vittime, approfittando del loro momentaneo allontanamento per lo jogging, andava a rovistare all’interno delle loro auto rubando i loro effetti personali.

Perquisendo la sua abitazione, sono state trovate e successivamente sequestrate, una ventina di borse e altrettanti portafogli delle più famose griffe italiane ed estere; la “merce” era nascosta all’interno di un armadio e di un comodino in camera da letto. Sequestrato anche un nuovissimo I-Pad, di cui l’uomo non sapeva giustificarne il possesso.

P.P., queste le iniziali del 60enne, è stato denunciato per i reati di furto e ricettazione. Sulla merce sequestrata sono in corso accertamenti volti a verificarne la provenienza.

Ogni reperto verrà inserito in un data-base sul sito della Polizia di Stato, nella sezione “bacheca oggetti rubati”, dando così modo ai cittadini, vittime dei furti, di prenderne visione e riconoscere gli articoli sottratti.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome