Home ATTUALITÀ Nella Notte dei Musei Roma racconta il Folkstudio

Nella Notte dei Musei Roma racconta il Folkstudio

Alla Casa del Jazz a partire dalle 20. Questa sera la Notte dei Musei ospita una serata-evento dedicata al più importante live club italiano (folk, blues, jazz, canzone d’autore), ovvero il leggendario Folkstudio. Mezzo secolo fa, era l’ottobre del 1961, Harold Bradley, poliedrico artista venuto a Roma da Chicago, fondava il Folkstudio nel suo laboratorio di pittura, in via Garibaldi 58. In breve il locale divenne famoso in Italia e all’estero, artisti di tutto il mondo vi si esibirono per far conoscere i canti e le musiche del loro paese.

Nella sede originaria di via Garibaldi 58 (1961-1971) si esibirono innumerevoli artisti: quelli già conosciuti come Pete Seeger, Bob Dylan, Ravi Shankar, FolkStudio Singers; quelli divenuti poi famosi come Toni Santagata, Otello Profazio, Pippo Franco; quelli prettamente popolari come Giovanna Marini, Matteo Salvatore, Rosa Balistreri; inoltre, il fior fiore del jazz italiano a cominciare da Carletto Loffredo, Pepito Pignatelli, Mario Schiano, Francesco Forti.

Nella seconda, importantissima, di via Sacchi (1972-1991) si formarono artisti come De Gregori, Venditti, Rino Gaetano e Francesco Guccini registrò parte dell’album “Opera Buffa”. Dalla finale destinazione di via Frangipane (1991-1998) uscì il bravissimo cantautore Pino Marino, compagno di musica di Daniele Silvestri.

L’anima del Folkstudio, quella afromericana, tra jazz, blues e gospel, è rappresentata dal fondatore Harold Bradley, che salirà sul palco della Casa del Jazz con immutata energia, contornato da una piccola schiera di artisti dell’epoca.

Questa sera infatti, nell’ambito della Notte dei Musei, grande rentrée per ricordare il Folk Studio. Dalle 20 alle 22 si esibiranno Harold Bradley, Renzo Arbore, Toni Santagata, Francis Kuipers, Eddie Hawkins, Ferruccio Castronuovo, Sandro Bari, Donatella Luttazzi, Paolo Camiz, Badara Seck, Anna Casalino, Irio De Paula, Cicci Santucci, Gegè Munari, Jimmy Polosa, Michele Pavese, Adriano Urso, Alessio Urso, Giorgio Ronciglioni ed il Bronzville Chorus (Etta Lomasto, Aldilea Machado, Claudia Marss, Mauro Pacini).

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome