Home ATTUALITÀ Boxe, un grande match al mese a Tor di Quinto: parola di...

Boxe, un grande match al mese a Tor di Quinto: parola di RoundZero

boxe.jpgDecolla il progetto per riportare la grande boxe a Roma. Lo hanno illustrato Giulio Spagnoli, storico promoter di pugilato, Luca Ferrara presidente della Round Zero e Massimo Testa presidente della USD Tor di Quinto, club tra i più famosi in Italia nel calcio e che adesso ha deciso di cimentarsi anche nella boxe. Primo appuntamento il 28 settembre con la spettacolare sfida tra il romano Giovanni De Carolis e l’olandese di origini armene, Gevorg Khatchikian per il vacante titolo Internazionale WBC dei Supermedi, che si terrà alle 21 nel palazzetto del Centro sportivo USD di Tor di Quinto in via del Baiardo 25.

Gevorg Khatchikian, 24 anni, è imbattuto in 17 match (con 6 ko all’attivo), ma De Carolis, 28 anni con 17 vittorie e 8 ko in carriera, ha l’esperienza e il coraggio per rendere durissima la vita all’olandese.

La serata ha in cartellone un programma con 6 match, tutti di pugili professionisti, tra cui spicca la presenza del campione del mondo Ibo dei pesi leggeri, il “mancino” di Civitavecchia, Emiliano Marsili, imbattuto in 25 match, che sugli otto round affronterà Santos Medrano.

Sul ring di Tor di Quinto saliranno anche i fratelli Loriga, Tobia e Stefano, Andrea Angelocore e Manuel Grimieri.

Una serata quindi dagli interessanti contenuti tecnici ma che, come hanno spiegato Spagnoli e Ferrara, non sarà che il preludio di un programma che ogni mese proporrà una serata di pugilato nella Capitale.

E quindi nei prossimi mesi vedremo sul ring anche Daniele Petrucci, passato alla corte di RoundZero. Il ragazzo di San Basilio, salito nei “superwelter”, vorrà quindi vendicarsi della delusione subita nella doppia sfida europea con Leonard Bundu. Mentre per Emiliano Marsili, si ipotizza a breve scadenza un difesa “con un avversario importante” del titolo mondiale conquistato a Liverpool. Del neonato team fanno parte anche i pugili Vincenzo Rossitto e Daniele Silvestri.

A prendersi cura dei ragazzi una “squadra” di allenatori tra cui spicca il nome dell’ex-campione del mondo Sumbu Patrizio Kalambay, oltre agli “storici” Carlo Maggi, Mario Massai e Italo Mattioli che in questi anni con il loro impegno e la loro professionalità hanno contribuito ai successi della boxe romana e italiana.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome