Home AMBIENTE Inviolatella, parcheggio o area verde: così è se vi pare

Inviolatella, parcheggio o area verde: così è se vi pare

parking-inviolatella.jpgChi tornando dalle vacanze andrà al Parco Didattico dell’Inviolatella di Via di Villa Lauchli troverà una gradita sorpresa. “Un’area verde”, a detta del Marymount; un’area parcheggio, “se in questo modo vogliamo chiamarla”, a detta invece del Parco di Veio. Il tutto realizzato “in materiale idoneo e compatibile alle prescrizioni ambientali”. Evviva. Genitori e nonni con bambini e cani al seguito non troveranno più la sbarra dell’istituto abbassata, non dovranno parcheggiare lungo la strada e neppure dovranno esibirsi in scomode manovre.

Potranno invece lasciare l’auto, con tutta comodità, nell’area-verde/parcheggio realizzata proprio all’ingresso del parco didattico e accedere senza problemi all’area cani o all’area giochi.

L’area per gli amici a quattro zampe è stata soltanto arretrata di qualche metro e Fido potrà scorrazzare ugualmente, in lunghezza magari più che in larghezza. La fontanella chiesta a gran voce non c’è ma i “canari” si sono organizzati con ciotole e vecchie pentole.

Un provvedimento che ci voleva dice qualcuno mentre qualcun altro, nel parcheggiare, esprime tutta la sua soddisfazione. Insomma questa area-verde/parcheggio sembra accontentare proprio tutti o quasi; anche quelli che non avendo un posto dove andare per scambiarsi effusioni trovano questo luogo di loro gradimento.

Ben appartato, privo di luci e con il canto di grilli e cicale a portata di mano; e poi basta alzare gli occhi per osservare, attraverso il parabrezza dell’auto-alcova, il cielo stellato di fine Agosto.
Dobbiamo solo sperare che queste coppie in cerca di intimità abbiano la delicatezza di portare via i loro ricordini e augurarci che qualche professionista delle coccole non decida di eleggere a proprio domicilio notturno quest’area-verde/parcheggio.

Il rischio c’è perché avendo arretrato il cancello di accesso nell’area-verde/parcheggio si può entrare a qualsiasi ora del giorno e della notte anche con una roulotte o con un camper. Chissà che i nomadi del Villaggio Olimpico o di Piazza Maresciallo Giardino, aspirando ad una “location” più snob, non decidano di trasferirsi in quel di Vigna Clara.
A proposito, perché mai si è deciso di chiamare l’Inviolatella di Via di Villa Lauchli “parco didattico”?
Per quanto ne sappiamo di didattico non c’è proprio niente eccezion fatta per qualche pannello “fai da te” messo dal Comitato Robin Hood.

Francesco Gargaglia

Visita la nostra pagina di Facebook

2 COMMENTI

  1. Nell’area verde/parcheggio dell’Inviolatella in Via di Villa Lauchli, dopo i fazzoletti e i profilattici, hanno fatto la loro comparsa i primi sacchi ripieni di calcinacci. Per il momento sono solo 4…….non c’erano dubbi sul fatto che primo o pai sarebbe accaduto!. Ora quanti mesi o anni bisognerà aspettare perchè qualcuno decida di toglierli?

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome