Home AMBIENTE Comitato Cittadino XX Municipio: Via Flaminia, no allo scatolone di cemento

Comitato Cittadino XX Municipio: Via Flaminia, no allo scatolone di cemento

Il Presidente del Comitato Cittadino XX Municipio, Domenico Angelini, interviene sul tema “cemento in Via Flaminia” dichiarando in una nota che “all’assemblea pubblica del XX Municipio dell’8 maggio il nostro Comitato ha fatto sentire forte e chiara la sua voce contro il programma presentato dall’arch. Maurizio Geusa che, per conto dell’Amministrazione Comunale, ha presentato il progetto di “Riqualificazione Urbanistica della Stazione Ferroviaria Due Ponti”.

“Infatti – sostiene Angelini – camuffato con il termine di “riqualificazione”, si tenta di fare passare un ennesimo centro commerciale contrario agli interessi dei cittadini e dei commercianti. In particolare questa mega struttura aumenterà notevolmente il già altissimo flusso di traffico sulla Via Flaminia ed aggiungerà un ulteriore scempio (dopo la installazione delle orrende barriere antirumore) alla strada consolare con la costruzione di un cavalcavia che unirà gli edifici della Società Papillo al mega Centro della Società Brenta.”

“Il nostro Comitato – conclude Angelini – si oppone energicamente a tutte le altre iniziative connesse al Piano proposto dall’Assessore al Commercio del Comune di Roma Bordoni che, se attivate, comporterebbero la desertificazione del tessuto dei quartieri cittadini, come denunciato da Italia Nostra, con scatoloni di vendita estranei al contesto della qualità della nostra vita“.

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. Scatolone è la parola giusta: addirittura 5 piani (con un impatto paesaggistico incommensurabile) in una zona in cui gli edifici adiacenti non superano i due livelli, tutto grazie a cubature “regalo” (quasi 6000 mq in più!!!) che il comune accorderebbe attraverso in accordo di programma-farsa in cui non vi è alcun beneficio per la comunità ma solo danni per il territorio e vantaggi per il solito costruttore.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome