Home ATTUALITÀ Cesano – I pericoli di via di Baccanello

Cesano – I pericoli di via di Baccanello

strisce.jpg“Vorrei rivolgermi alla vostra redazione per sensibilizzare gli organi del XX Municipio su una vicenda che preoccupa non poco gli abitanti di un quartiere di Cesano”. Così ci scrive Amedeo S. per raccontarci il mistero di un attraversamento pedonale sparito nel nulla ed i pericoli che corrono ogni giorno bambini ed anziani in via di Baccanello.

“Dall’anno scorso, all’altezza di Via Ponte degli Incastri, sono state cancellate le strisce bianche sulle quali attraversavano da un lato all’altro della strada i pedoni composti in maggioranza da bambini che vanno a scuola , da anziani e da mamme con neonati in carrozzina.”

“E’ da far notare a chi non lo sa – ci spiega Amedeo – che via di Baccanello è una delle strade più pericolose di Roma Nord perché viene percorsa tutti i giorni da mezzi pesanti che l’attraversano ad elevata velocità. Ma non solo, in via di Baccanello, nel punto dove i bambini aspettano il bus per andare a scuola non esiste il marciapiede …. e visto che sono un testimone che attende con loro l’autobus la mattina , ho salvato più di una volta un bambino che poteva essere investito da un esaltato che correva come pazzo”.

“Premesso ciò – continua Amedeo – chiedo come cittadino, come padre e come abitante del quartiere che vengano ripristinate le strisce bianche all’altezza di Via Ponte degli Incastri (dietro la fermata dell’autobus 036), che nello stesso punto venga installato un semaforo a richiesta per facilitare il passaggio dei pedoni e che, infine, vengano messi dei cartelli per imporre un limite di velocità.”

Chiede troppo? Non ci pare, soprattutto se si considera, come tiene a precisare Amedeo, che “Via di Baccanello non è più come 20 anni fa, ora questa zona è diventata un centro vissuto e pieno di gente, abitato sopratutto da tante famiglie numerose.” (red.)

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. La stessa cosa avviene pressapoco anche in Via A.G.Bragaglia( fra supermercato Super Cose ed edicola ) : da anni non ci sono più le strisce pedonali per l’attraversamento in un punto,per giunta, in cui le auto provenienti dall’Olgiata (entrata Sud) non danno la precednza a tutti coloro che provengono da destra (via V.De Sica)! E la XX aspetta che forse ci capiti l’incidente serio? Sono anni che viene sollevato il problema, ma non c’è miglior sordo di chi non vuol sentire. La XX è troppo preoccupata per il Punto Verde Qualità? E che dire poi del fatto che il nuovo Ufficio Anagrafe è isolato telefonicamente da quando si è trasferito da via Falcioni (Tel 0630890461) o meglio :NESSUNO RISPONDE !
    L’URP di via Flaminia continua a dire che è invece funzionante ed attivo!!!!!

  2. Via di Baccanello è una giungla! non sono state rifatte le striscie pedonali dopo il rifacimento dell’asfalto, sul lato sinistro non esistono i marciapiedi, (Cassia- Cesano).
    nel tratto da via Anelli a via della stazione le macchine sono sempre parcheggiate sui marciapiedi, specialmente davanti al supermercato, le mamme con le carrozzine I disabil con le sedie a rotelle devono passare in mezzo alla strada con il rischio di finire sotto un TIR per non parlare della velocità, tutti i vari incidenti stradali ultimo questa mattina. Di questo avevo già scritto in precedenza al vostro giornale.
    Ache se passano i vigili passano diritti senza fare le giuste multe. Non parliamo di via colle Febbraro che è un’autostrada da Anguillara alla Cassia Bis.
    In municipio hanno altro da pensare. Loro parlano tanto!

  3. Ho saputo – troppo tardi, ahimè! – che avevate diffuso la notizia di un sedicente architetto che agisce nell’area di Corso Francia/Fleming, e implora gli automobilisti ignari di essere stato derubato, di aver perso tutti i suoi averi lasciati in auto e chiede un aiuto per tornare in albergo. Ha un accento nordico…che dire…. ce la fatta anche stavolta.!….

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome