Home ATTUALITÀ Via Flaminia – Il progetto del centro commerciale al km 8,5 verrà...

Via Flaminia – Il progetto del centro commerciale al km 8,5 verrà presentato nel XX Municipio

partecipazione.jpgLa riqualificazione della stazione Due Ponti con contestuale realizzazione in via Vitorchiano di un centro commerciale, che la ingloberà, articolato su tre piani con una superficie complessiva di circa 10mila metri quadri, sarà oggetto di un incontro pubblico convocato alle 17 di martedì 8 maggio nella Sala Consiglio del XX Municipio, in via Flaminia 872.  L’incontro è un passaggio obbligato previsto dalla norma sul “processo partecipativo” che impone al Comune di Roma di rendere edotti e far partecipare i cittadini alle scelte sulla trasformazione urbana.

Nel corso dello stesso verrà illustrato ai presenti il programma di intervento urbanistico e verranno raccolti i contributi partecipativi (osservazioni, istanze, proposte) che saranno poi recepiti nel Documento della Partecipazione, che accompagnerà la proposta di delibera in tutto l’iter procedurale.

A norma di regolamento, questo incontro sarebbe dovuto avvenire quindici giorni prima della scadenza della fase partecipativa, originariamente fissata al 3 maggio. Si suppone e si auspica che questa scadenza venga o sia stata già prorogata per non vanificare gli effetti della grande attenzione con la quale l’opinione pubblica locale sta guardando a questo progetto e le proposte che nel frattempo, da parte di associazioni e comitati, stanno prendendo corpo.

A chi non avesse già letto il nostro precedente articolo (clicca qui), ricordiamo brevemente di cosa si tratta.

Il progetto prevede al km 8,5 di via Flaminia, in un’area delimitata dalla stessa consolare, da via Vitorchiano e dalla linea Ferroviaria Roma-Viterbo, la realizzazione di una struttura che al piano terra, oltre ad incorporare la stazione, sarà composta da un locale di 1300 mq destinato ad un’attività commerciale di rilevante dimensione, e da altri otto locali, di circa 40 mq l’uno. La stazione, che sarà di circa 320 mq, cambierà faccia: nuovo ingresso alla banchina, biglietteria, uffici, servizi igienici, sale d’attesa e sottopassaggi.
I tre piani superiori ospiteranno i locali da adibire ad uffici mentre nell’attico una sala polivalente per gli uffici ed i locali tecnici a servizio del complesso completeranno la struttura. Nei due piani interrati troveranno posto i parcheggi.

Una grande struttura quindi, che andrà a fare da contraltare all’enorme insediamento edilizio già costruito sull’altro lato del km 8,5 di via Flaminia.

Chiunque abbia voglia di dire la sua sul progetto e sugli impatti che potrebbe avere sul territorio che partecipi dunque all’incontro dell’8 maggio. E’ il caso di dire: parli ora o mai più.

 

Visita la nostra pagina di Facebook

19 COMMENTI

  1. Non si deve fare. Un centro commerciale in via Vitorchiano èì da folli. Il traffico locale è già più che intasato. Dove si parcheggia ? E un centro commerciale è una priorità per la comunità locale ?

    No, nun s’ha da fà.

  2. “processo partecipativo” !?
    queste sono truppe di occupazione

    In via Sulbiate il 19/04/2012 ore 19,00 si e’ consumata una pagina schifofa dove la DEMOCRAZIA e’ stata CALPESTATA.

    Erano presenti i rappresentanti isituzionali piu Alti ;
    Comune di Roma Fabrizio Ghera
    Municipio Gianni Giacomini
    Municipio Giuseppe Mocci
    Municipio Giuseppe Calendino
    Municipio Cesare Lelli
    Direzione Assemblea Carmelo Ravese (PD oppure PD+L)?

    Ho tentato piu volte di chiedere la parola a nome del Comitato di Quartiere
    Karol Wojtyla mai citato nelle locandine che hanno sporcato tutto il municipio.
    Ho tentato di parlare con tutti i rappresentanti istituzionali per sensibilizzarli verso questo atto di DEMOCRAZIA negata , le mie parole le vedevo scivolare addosso a questi signori che dopo la loro comparsa Cinematografica con Esposizioni di argomentazioni del NOSTRO FUTURO; Standardizzate Protocollate, rispolverate nelle occasioni in cui si fa campagna elettorale dove tutto e’ bello , Tutto e’ perfetto Siamo i piu bravi , diciamo sempre la verita’ , siamo trasparenti.
    Fateve n’esame de coscienza se v’e’ rimasta.
    VOI SE ERAVATE VERAMENTE IMPARZIALI DOVEVATE PRENDERE POSIZIONE INVECE VI SIETE ASTENUTI PERCHE SIETE INCAPACI DI ESSERE IMPARZIALI .
    Ricordatevi sempre che siete inchiodati a rispettare gli articoli della COSTITUZIONE
    per mantenere sullo stesso livello la soglia di benessere di tutti i cittadini.
    Non avendo messo in vendita la MIA DIGNITA per un piatto di lenticchie e sempre vicino alle cose VERE questo e’ un esempio fallimentare di ASSEMBLEE PARTECIPATE .
    Dimenticavo Un bene pubblico chiuso da circa 4 anni , con due denunce per Furto e atti vandalici , soggetto a degrado , non consegnato ancora al patrimonio , assegnato arbitrariamente ad associazioni che il territorio neanche conosce se non superficialmente.
    Il Comitato di Quartiere Karol Wojtyla ha Cercato di fare un sondaggio sulla volonta’ popolare alla comparsa dei manifesti ORGANIZZATI chiedendo ai cittadini come ultilizzare la struttura ed ha raccolto 350 firme .

  3. … un altro Centro Commerciale, tanto di soldi da spendere non mancano, la zona non è per niente trafficata, OTTIMA IDEA!!! COMPLIMENTI, BEN FATTO.
    VERGOGNAAAAAAAAAAAAAAA

  4. Non è riqualificazione, é solo speculazione edilizia, un palazzone di micro uffici (che credo verranno poi trasformati in mini appartamenti) addirittura con un accordo comune-palazzinari per permettergli di spostare in quel fazzolertto di terra in fascia protetta 10000 metri cubi!

    Incredibilmente in quella zona ci sono palazzinari che giocano in casa grazie a funzionari comunali consenzienti: ma la procura che fa? Il garante per la concorrenza? L’assessore per l’ambiente?

    NO ai nuovi furbetti del quartierino.

    Edoardo Orsi

  5. Ma voi la conoscete esattamente la zona interessata alla riqualificazione ? Forse non ci abitate, ma ci passate soltanto vicino. Io e la mia famiglia siamo costretti a prendere auto e moto perchè la stazione fa schifo ed oltre ad essere pericolosa è in totale stato di abbandono tutta l’ area circostante !!!!
    Ben venga allora il cemento se questo significa rendere quell’area usufruibile da tutti noi abitanti ( in particolare donne, ragazzi ecc.).

  6. Arnoux, leggo che la stazione sarà di 320mq, equivalenti circa un paio di appartamenti grandi come se ne trovano tanti in zona. Ora, da quando in qua, per ristrutturare un paio di appartamenti, c’è bisogno di costruire un mostro di cemento?
    Quand’è che l’italiano medio finirà di farsi raggirare dal sindaco/presidente di municipio di turno? Col “ben venga” ci hanno deturpato città, coste e montagne, senza risolvere un granché dei problemi del Paese. Sarebbe ora di dire basta a questa logica distruttiva.

  7. Forse il sig. Arnoux confonde la stazione, perché altrimenti non mi spiego il suo commento. Non solo la fermata “Due Ponti” è già ampiamente sovradimensionata, ma i lavori di ristrutturazione di una stazione di una linea a capacità ridotta, peraltro lavori del tutto ordinari non posino mai, e poi mai, giustificare una rapina di tali dimensioni a danno del nostro territorio. P.S. Io abito a 200 m dalla stazione e la utilizzo quotidianamente. No agli interessi dei furbetti, no ai colpi di mano, no a corruzione e cementificazione.

    Edoardo Orsi
    P.S. La presentazione dello scempio sul sito del comune di Roma è da denuncia per quanto è ingannevole.

  8. inanzitutto dovrebbero pensare alla viabilità di via flaminia. levare qualche semaforo far dei ponti elevati e magari un sottopassaggio. poi pensare anche al livello estetico dal progetto non sembra un bel edificio non vedo alberi ne verde intorno.

  9. Ancora un centro commerciale in via vitorchiano ?
    .. a due passi dal Centro Euclide ?

    Ecco un altra realizzazione inutile quanto dannosa per il traffico nella zona.

    Sarebbe ora che tutte le opere comunali venissero fatte solo dopo il preventivo ed obbligatorio parere favorevole dei cittadini residenti nel comprensorio.

  10. E’ la solita buffonata , se un poveraccio ha un negozio a via di grottarossa non puo’ neache mettere un insegna troppo appariscente per via del parco di veio , pero’ il parco papacci anche sorvegliato dalle telecamere e’ sempre luogo di bivacco di extracomunitari organizzati che fanno fuochi ,si ubriacano e lasciano sporco contro ogni regolamento ,un ambulante se si avvicina al gran teatro durante le ore giuste per vendere qualche panino e’ subito cacciato in malo modo dai vigili della XXa ma le auto sul divieto di sosta e fermata antistante il teatro sono consentite per i loro capoccia , il centro commerciale e’ la stessa cosa di certo non portera’ guadagno per la popolazione locale ma solo per i soliti gia ricchi , mentre aumentera’ di certo il traffico gia estenuante , battiamoci per far allargare la flaminia se vogliono il centro ,come hanno fatto per l’uscita Bufalotta pagata da ikea .–

  11. ma come sperano o su che basi pensano che il centro commerciale fallito a via Riano (non parlo di trony che mi sembra funzioni ma non ho dati) possa funzionare e dare introiti a quei commercianti che sceglieranno quel centro?

  12. Ma lo capite che è solo una speculazione privata?? Sono previsti solo uffici (chissà che non li trasformino in micro appartamenti) e solo 7 superfici di vendita al piano terra! Altro che “riqualificazione” ma al quartiere cosa ne verrà? Ma possibile che al gruppo Bonifacio sia permesso tutto e sempre in deroga al piano regolatore, alle norme, agli strumenti urbanistici con questa scusa della riqualificazione? Ma il Comune di Roma che fa? Il XX Municipio? Ma alla procura della Repubblica non risulta come dire un po’ anomala questa situazione?

  13. ..Se il XX Miunicipio voterà favorevole a quest’ennesima speculazione edilizia, non penso che potrà mai più presentarsi davanti ai cittadini a chiedere il voto…. VERGOGNA…. !!!!!

  14. Al Centro Euclide sono chiusi quasi tutti i negozi, perchè crearne altri? Sarebbe opportuno pensare ad una sede per il Municipio abbastanza grande da contenere tutti i servizi utili alla cittadinanza e un parcheggio sufficiente.

  15. …… Concordo…. inutili nuovi negozi (lo dimostra il fallimento continuo di quelli del Centro Euclide…) allora si creino servizi: Ufficio Anagrafico (non il “buchetto” ancora, non aperto, al mercato di Ponte Milvio), Ufficio Sociale (trasferendo e avvicinando quello di Via Cassia), trasferimento della sede dei Vigili da Via Caprilli…… I 1.500 mq. sono più che sufficienti. QUESTO CHIEDONO I CITTADINI !!!!

  16. Ma non lì,
    non in quel triangolino di verde dove sussiste un vincolo paesaggistico,
    non costruendo un palazzone di 5 piani,
    non derogando le regole dell’urbanistica, l’utilità del tessuto urbano.
    Non a ridosso di una ferrovia e di una strada consolare, creando dei passi carrabili proprio nel punto di confluenza tra Via di Tor di Quinto e Via Flaminia, dove già per 4 ore al giorno il traffico che transita da/verso Roma nord è fermo.
    No.
    Non per far guadagnare il solito costruttore, che ormai tutti sappiamo chi è.
    Basta.

    E’ una violazione dei diritti dei cittadini.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome