Home AMBIENTE SOS Discarica Riano: emerge la verità, nessun studio tecnico alla base della...

SOS Discarica Riano: emerge la verità, nessun studio tecnico alla base della scelta di Riano

Una notizia eclatante arriva dal Comitato SOS Discarica Riano: nessun dato tecnico, solo riferimenti bibliografici sarebbero stati utilizzati per individuare Quadro Alto, piuttosto che Pian dell’Olmo, come siti idonei ad ospitare una discarica a Riano. Lo denuncia lo stesso Comitato in una nota odierna nella quale si sostiene che “Dopo aver raccontato e scritto nei mesi scorsi una serie interminabile di falsità, i due ingegneri incaricati dal Commissario Straordinario Giuseppe Pecoraro, messi alle strette dalla Commissione Parlamentare Ecomafie, hanno dovuto confessare: per l’individuazione dei sette siti non è stato fatto alcuno studio tecnico approfondito, supportato da sopralluoghi, ma solo una valutazione su base bibliografica.”

“Questo spiega perché nella documentazione allegata per Riano non si parla di falda acquifera, le distanze dalle case riportate sono sbagliate e, addirittura, la documentazione fotografica ritrae cave diverse da quelle indicate dai due ingegneri.  Tale candida confessione – continua il Comitato – ci ha quindi indotti a presentare un’integrazione all’esposto già presentato alla Procura della Repubblica in data 25 Gennaio 2012, dove già denunciavamo il fatto che nessun rilievo era stato fatto dai due ingegneri, evidenziando l’ammissione del falso in atti d’ufficio.”

“Nell’attesa che la magistratura vorrà prendere in esame anche questi elementi – conclude il Comitato – ed approfondire quali sono state le ragioni che hanno portato i due tecnici a mentire, chiediamo alle istituzioni preposte alla scelta del sito temporaneo per la nuova discarica di Roma lo stralcio dell’analisi di siting attuale, in quanto basata su dati errati, e l’avvio di un nuovo percorso democratico privo di ombre, per la soluzione definitiva del problema rifiuti nel Lazio.”

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome