Home AMBIENTE Il parco giochi impraticabile di San Godenzo

Il parco giochi impraticabile di San Godenzo

scivolo.jpgA tre settimane dalle grandi nevicate il parco giochi di via San Godenzo, nell’omonimo quartiere ad inizio della Cassia, versa in condizioni pietose. Alberi caduti, una rete abbattuta e sporcizia ovunque lo rendono impraticabile ai bambini. Si dice che sia stata emessa un’ordinanza di divieto di accesso ma sulla recinzione non ve n’è traccia. Ed il cancello aperto sembra smentire questa notizia.

Ce lo segnala Silvia B., nostra lettrice nonché, da mamma, assidua frequentatrice del parco, che in queste prime giornate di sole ha portato la sua bimba di due anni a giocare nel parco, rimanendo però allibita dalla situazione trovata.

“Doverosa premessa – ci scrive Silvia – : già martedì 21 febbraio avevo segnalato telefonicamente il degrado al Servizio Giardini del Comune e alla mia richiesta di spiegazioni, l’unica considerazione dell’addetta riguardava una fantomatica ordinanza di chiusura del parco stesso in attesa della manutenzione straordinaria. A nulla è valsa la mia osservazione sul fatto che il cancello fosse aperto e non fosse presente alcuna segnalazione dell’ordinanza di chiusura. In ogni caso, stante la situazione attuale, la mia segnalazione non ha avuto un seguito”.

sg1.jpg

“Ieri infatti, 23 febbraio, il cancello del giardino continuava ad essere aperto e privo di alcuna segnalazione sul fantomatico divieto di accesso. Basta quindi entrare per trovare rami di pino abbattuti e non ancora rimossi. La zona retrostante è ancora più disastrata: un intero albero è caduto abbattendo una rete interna che solitamente delimita la zona di gioco da una parte terrosa e scoscesa in cui è appunto vietato l’accesso.”

sg2.jpg

“Ovviamente l’apertura di alcuni varchi in questa rete ha fatto sì che molti bambini, ignari del pericolo, provassero ad accedere alla zona vietata, già di per sé pericolosa, e resa ancora più impraticabile dalla rete metallica divelta e dagli alberi e rami a terra.”

“Nel dialogo telefonico con l’addetta al Servizio Giardini questa situazione di estremo disagio per i nostri bambini è stata come al solito giustificata ed imputata al ‘grande disastro della neve’. Tuttavia, non è solo un problema di alberi abbattuti ma di sporcizia e spazzatura: il parchetto non viene pulito da tempo.”

sg31.jpg

“Mi chiedo – continua Silvia – se questa situazione sia tollerabile e se i nostri bambini meritino spazi adeguati e consoni al loro sviluppo ludico, al gioco e alla socializzazione. La risposta non può essere un’ordinanza di chiusura, peraltro non chiaramente e doverosamente esplicitata, ma nella pronta ed immediata pulizia dell’area. È possibile – conclude la nostra lettrice – che la tutela dell’infanzia sia sempre all’ultimo posto nell’agenda dell’amministrazione locale?”

Visita la nostra pagina di Facebook

2 COMMENTI

  1. Faccio presente che come abitante di San Godenzo, molti mesi fa, denunciai su Vigna Clara Blog il degrado del giardino della via, per la sporcizia, la mancaza di sole, dovuta alla fitta ramificazione dei pini, la pavimentazione e per le panchine e i giochi fatiscenti, per non dire indecenti. Non essendo io particolarmente interessata ( mi ero fermata solo per leggere un giornale ),mi sono meravigliata come le mamme non si siano mai mobilitate, forse perchè la maggior parte dei bimbi vi si recano solo con la propria baby sitter. Avevo anche segnalato che il parco di via degli Orti della Farnesina (per il quale passo spesso) è un altro mondo, per la gioia di chi abita nei pressi. Forse sarebbe opportuno che la partecipaione sia massiccia, con una raccolta di firme e un tormentone di richieste sia per un totale restauro del piccolo parco, compresa la pavimentazione. Auguri

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome