Home ATTUALITÀ Cappiello, Inches (La Destra): al via la messa in sicurezza di Piazza...

Cappiello, Inches (La Destra): al via la messa in sicurezza di Piazza Mancini

“Grazie al lavoro svolto sul territorio e nelle sedi istituzionali da La Destra del II Municipio, finalmente possiamo dare soddisfazione ai cittadini ed alle associazioni che chiedono la messa in sicurezza di Piazza Mancini.” Lo dichiarano i consiglieri Municipali Roberto Cappiello e Massimo Inches spiegando che la la presidenza del II Municipio ha accettato la loro proposta di realizzare una cancellata ai giardini della piazza.

“Abbiamo chiesto inoltre un tavolo interforze per l’istituzione del posto fisso di polizia già approvato dal consiglio municipale su nostra iniziativa: vaglieremo anche la riapertura di via Brunelleschi e lo spostamento dei capolinea dei mezzi pubblici. Ancora una volta – concludono Cappiello e Inches – i consiglieri de La Destra di Storace dimostrano attenzione e sensibilità al tema della sicurezza, a noi molto caro”

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. Onestà intellettuale vorrebbe che si riconoscesse al movimento cittadino Flaminio villaggio olimpico Parioli presieduto e rappresentato dal Dr.Francesco De Salazar da anni presente sul territorio,la particolare attenzione affinchè venissero rimosse dalle autorità competenti le situazioni di degrado e inciviltà che per troppo tempo hanno privato la piazza della sua bellezza e fruibilità.Lungo e sentito plauso alle persone tutte che insieme al Dr De Salazar si sono battute con tenacia e perseveranza su questo tema!!!

  2. Tutto ciò è stato possibile solo grazie alla perseveranza e alla continuità che caratterizza le battaglie sociali del Dr. Francesco De Salazar e del movimento da lui rappresentato, da anni in prima linea sul territorio contro sprechi e degrado,abbandono e insicurezza di una delle piazze più caratteristiche del II° municipio, appunto P.zza Mancini che negli anni il Dr. De Salazar ha costantemente messo in cima alle sue preoccupazioni prioritarie affinchè con il suo impulso propositivo,le autorità competenti prendessero coscienza della realtà della piazza e si mettesse fine ad una situazione ormai intollerabile e non più procastinabile.

  3. Diciamo che lavorando congiuntamente, cittadini da una parte, e parte politica dall’altra si è finalmente arrivati ad un punto d’inizio.
    E’ vero che il Movimento Cittadino si è dato un gran da fare con fiaccolate e raccolte firme, ma va anche riconosciuto a questo Municipio il merito di aver ascoltato le proposte dei residenti esasperati e di avervi dato seguito, per la prima volta dopo 20 anni…
    Con la giunta di sinistra, tutto ciò finora non era mai avvenuto! Anzi… se un residente azzardava lamentele sull’inciviltà mostrata dalle comunità etniche occupanti la piazza, gli veniva prontamente risposto che “la colpa era del Governo che non investiva abbastanza sull’integrazione”!!!
    Per non parlare di quel ridicolo teatro etnico organizzato da Bordini sulla piazza, nel 2006, che, in teoria, aveva lo scopo di “sensibilizzare” gli immigrati verso un maggior senso civico, e invece si è rivelato solo un’inutile spreco di denaro pubblico!!!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome