Home ATTUALITÀ Comitato Formello Città Nuova: il paradosso della videosorveglianza che non funziona

Comitato Formello Città Nuova: il paradosso della videosorveglianza che non funziona

“In prossimità delle elezioni amministrative da tenersi nella prossima primavera, anche nel comune di Formello si stila il resoconto di quanto fatto ma soprattutto di quello non fatto dalla attuale maggioranza di centro-sinistra. Tra le emergenze che la prossima giunta cittadina si troverà a risolvere, quella della sicurezza è forse la più importante e quella che più preme ai formellesi visto il moltiplicarsi di taluni reati come i furti d’appartamento.” Così in una nota Francesco Braghetta a nome del Comitato Formello Città Nuova, lista civica che parteciperà alle amministrative del 2012.

“Ci si trova al paradosso che a fronte dei pochi uomini e mezzi a disposizione della stazione dei Carabinieri del paese, costretti ad operare ed a pattugliare un’area vasta del comune di Formello, l’attuale amministrazione comunale invece di supplire a tale abnegazione dell’Arma, purtroppo non supportata da adeguate forze sul campo, non solo non ha fattivamente operato in tal senso, ma ha addirittura utilizzato in maniera disastrosa quelle risorse economiche (oltre 150mila euro) stanziate per la sicurezza, creando quindi un doppio problema ai formellesi: quello economico che va ad aggiungersi a quello della sicurezza.”

“Ormai da qualche anno (2007) – continua la nota –  sono state acquistate dal primo cittadino delle telecamere per la videosorveglianza di alcuni punti strategici del centro abitato, ignorando altresì altri punti della città quali ad esempio Le Rughe, bisognose della stessa e forse maggiore attenzione da parte della politica locale. Ad oggi per vari motivi paventati dal Sindaco, tale sistema di controllo e monitoraggio non funziona, anche se di fatto l’impianto di videosorveglianza è stato pagato fino all’ultimo centesimo.”

“A nulla sono valse le interrogazioni e le rimostranze dell’opposizione”  incalza il Comitato sottolineando che “capofila di questa battaglia per la legalità e la sicurezza del cittadino è l’attuale consigliere PDL Sonia Martelloni, promotrice per l’appunto di iniziative non solo veicolate all’interno del consesso dell’aula consiliare ma anche al di fuori attraverso iniziative con la cittadinanza e la società civile formellese.”

“Adesso che ci saranno le elezioni amministrative tutti si riempiranno la bocca del termine sicurezza anche se alcuni forse se ne ricordano con dei proclami sterili solamente in determinate occasioni, mentre attraverso operazioni scellerate quali le videocamere di sorveglianza mettono le mani nel portafogli di cittadini che – conclude la nota del Comitato – reclamano solamente un pò di tranquillità e sicurezza entro le proprie mura domestiche e del contado”.

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. Anceh il Comitato di Via Gradoli attende la prova della messa in funzione delle telecamere situate in corrispondenza dell’incrocio con la Via Cassia oltre che di quelle situate a Largo Sperlonga e in Via dei Due Ponti.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome