Home AMBIENTE Vigna Clara – Famigliola di cinghiali a passeggio

Vigna Clara – Famigliola di cinghiali a passeggio

Nella mattina di ieri, domenica 13 novembre, avvistamento di cinghiali in via del Sestriere, a pochi passi da via Cassia Antica ed a non più di settecento metri dalla trafficatissima Piazza Giochi Delfici. A raccontarlo a VignaClaraBlog.it è Gianmarco Carnovale, un nostro lettore, il quale ci spiega che verso le 11 del mattino si è improvvisamente trovato di fronte a sei cinghiali: due adulti e due coppie di cuccioli di diversa taglia: due ancora con le strisce chiare, e due un po più cresciuti.

“Per l’esattezza – sottolinea Gianmarco – gli adulti erano davanti al cancello del civico 25 di via Sestriere, a circa 50 metri dall’incrocio con via dell’Acqua Traversa, mentre i cuccioli erano rimasti al di là della rete che, sul lato della strada, delimita il parco dellInsugherata. Gli animali al mio giungere in auto si sono con gran calma infilati sotto la rete, e una volta al di là – vicino ai piccoli – hanno ripreso a scavare nel terreno e mangiare restando del tutto tranquilli a meno di due metri da me. Sono rimasto fermo a guardarli per un paio di minuti prima di andarmene, e non erano per niente disturbati dalla mia presenza.”

“L’Insugherata è molto grande e non mi stupisce che vi siano cinghiali, ma questi sono animali prevalentemente notturni e timidi che rarissimamente escono di giorno dal folto della macchia. Strano trovarli, di giorno, fuori dal limite del parco. Non vorrei – ritiene Gianmarco – che fossero particolarmente affamati”.

E concludendo Gianmarco si chiede: “Non esiste nessun ente preposto a monitorare i selvatici allinterno dei parchi, o organizzare delle mangiatoie?  Cosa istituiamo a fare tutti questi parchi, se poi li lasciamo in gran parte coltivare ed occupare dai pecorai, senza tutela per la fauna autoctona?”

Visita la nostra pagina di Facebook

10 COMMENTI

  1. Per la redazione….come fa a passare un commento così sciocco e offensivo? Così dimostrate di non essere equidistante, cosa che già sospettavo, peraltro.

  2. Gentile Luca,
    e cosa ci avrebbe detto Onoman se non lo avessimo pubblicato? Che censurando un commento ironico sui fan dell’onorevole Berlusconi non siamo equidistanti !

    La nostra equidistanza è invece, a nostro modesto avviso, acclarata dal fatto che non censuriamo commenti nè di destra nè di sinistra, proprio perchè questo nostro spazio è offerto a tutti.

    In ogni caso il codice di disciplina al quale ci atteniamo è richiamato sotto il box dei commenti alla voce “disclaimer”.
    Un cordiale saluto

    La Redazione

  3. I cinghiali sono presenti all’interno dell’Insugherata in gran numero: altri avvistamenti ci sono stati in via Panattoni (nella parte alta) inoltre le tracce che lasciano sul terreno sono ben visibili in tutti gli spazi aperti.
    Non credo che si tratti di fame (le porzioni di bosco dell’Insugherata sono sughere, castagni e lecci) quanto del fatto che essendo assai ridotta la presenza umana all’interno della Riserva ora possono scorrazzare liberamente.
    Quando era possibile accedere da tutti gli ingressi della Cassia anche con i cani era difficile trovare trovare le loro tracce (evidentemente se ne stavano rintanati nelle zone dove la vegetazione è più fitta). Stesso problema nel Parco dell’Inviolatella con incursioni in Via Oriolo.

  4. riaprite gli accessi all’Insugherata!
    Possibile che questo esproprio passi sotto silenzio e nessun rappresentante delle istituzioni is impegni per fare qualcosa!?!

  5. a via panattoni scorazzano liberamente e si nutrono eccome e degli alimenti che vengono lasciati per i gatti, ma soprattutto di avanzi di carne cruda e pane che qualche persona che preferisco non apostrofare qui per rispetto del giornale, lascia quasi tutti i giorni tra il civico 199 e il 183 (che sono contigui). io purtroppo ho vissuto qualche brutto momento con i cinghiali, da sola facendo jogging e con i miei cani, sono stata rincorsa e ci siamo dovuti dileguare a gambe e zampe levate!! tenendo conto che via panattoni è percorsa da un discreto traffico locale, (di motori rombanti che sfrecciano, con un bel rumore direi) le bestie non sono spaventate nè sembrano affatto miti e gentili!

  6. Volevo rassicurare il Sig. Gianmarco che la nostra EVA (https://www.vignaclarablog.it/2010050410338/la-storia-di-eva-una-vita-dedicata-ai-randagi-di-roma-nord/) proprio a via Panattoni oltre che a dar da mangiare alle volpi, ai gatti, agli asini, ai cavalli e tanti altri animali ha pensato bene di lasciare quotidianamente del pane duro (minimo 15 rosette) ai FAMOSI cinghiali … che peraltro hanno una paura fottuta …. dell’ Homo Sapiens ! Voglio solo sperare che questo assurdo allarmismo non provochi l’istinto di cacciatore al nostro neo ministro dell’Ambiente come peraltro è successo recentemente in Val d’Aosta. ( http://www.cacciainitalia.it/a-caccia-di-info/266-val-daosta-parola-dordine-qabbattere-i-cinghialiq.html). Buona serata a TUTTI e soprattutto ai poveri cinghiali !
    Giovanni Maria Tamponi

  7. @ luca: fossi in te mi preoccuperei di essere così “distante” dal senso dell’umorismo… e dalla grammatica italiana ( “equidistante” declinalo al PLURALE……) 😉

  8. E’ vero i cinghiali si nutrono eccome del cibo che viene lasciato dagli uomini tanto è vero che cacciatori di frodo e non (soprattutto quando la caccia è chiusa!) sono soliti lasciare del granturco nelle radure dove poi li abbattono a fucilate o li catturano con lacci fatti da cavi di acciaio (in questo caso gli animali vengono ammazzati a bastonate).
    Ma al di là del pane duro o del cibo per gatti la presenza dei cinghiali nei pressi delle abitazioni o sulle strade è da attribuire allo stato di abbandono della Riserva.

  9. Oggi, domenica 20, forse per la mancanza di traffico dovuta al blocco del traffico,passando in via cortina d’ampezzo, all’altezza dell’uscita di via vallombrosa, c’era tutta la famiglia dei cinghiali dietro alla rete. C’era la madre con 3-4 cinghliali piccolini ancora con le strisce. Ci siamo fermati e si sono fatti anche fotografare, per nulla impauriti da noi e i bambini affascinati da questo inusuale incontro!!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome