Home ATTUALITÀ L’omaggio del circolo Due Ponti al giornalista Andrea Pesciarelli

L’omaggio del circolo Due Ponti al giornalista Andrea Pesciarelli

Tutti in campo per il giornalista del Tg5 Andrea Pesciarelli, che è deceduto lo scorso 8 ottobre mentre percorreva in scooter Lungotevere delle Armi, nel quartiere Prati, lasciando una moglie e due figli. Il 20 ottobre sarebbe stato il suo compleanno, avrebbe compiuto 47 anni. Un giorno importante, nel corso del quale il circolo Due Ponti Sporting Club ha voluto organizzare un evento per ricordare il cronista politico del Tg targato Mediaset. Non solo un socio e un giornalista, ma un amico e uno sportivo, che nel tempo libero amava indossare gli scarpini e scendere in campo.

Nel pomeriggio di ieri, quando finalmente il violento temporale che nella mattinata ha messo in ginocchio la città (leggi qui) ha concesso un po’ di tregua, il circolo romano ha intitolato il proprio stadio di calciotto al giornalista televisivo Andrea Pesciarelli.

Una breve cerimonia e poi tutti in campo per ricordare con allegria e simpatia il cronista politico e, soprattutto, l’amico. I due proprietari del Due Ponti Sporting Club, Emanuele e Pietro Tornaboni, hanno organizzato un mini torneo tra gli amici con cui il giornalista del Tg5 amava giocare a pallone ogni giovedì.

Un quadrangolare tra le squadre del Tg1, del Tg5, della Nazionale Attori e degli Amici di Andrea del Due Ponti. Innumerevoli i volti noti. Giorgio Pasotti, Sebastiano Somma, Tony Santagata, Emanuele Propizio, Marcelo Fuentes, Marco Cassini, Raffaele Genah, Paolo Di Giannantonio, Federico Vespa. Solo per fare qualche nome.

Con allegria sul campo si sono sfidate le quattro squadre. Sugli spalti il pubblico, composto da amici, soci, colleghi e familiari, ha fatto il tifo. Prima di dare il via alle partite tutte le squadre sono state fatte entrare in campo ed è partito l’Inno di Mameli. Tutti in piedi. Poi si è cominciato a giocare.

Le prime squadre a scontrarsi sono state quella del Tg1, con la maglia gialla, e quella della Nazionale Attori, con la maglia verde. Ad avere la meglio sono stati gli attori, che hanno battuto i giornalisti per due a zero.

Poi è stata la volta della squadra del Tg5, con la maglia rossa, e la squadra degli Amici di Andrea del Due Ponti, con la maglia blu. Anche in questo caso i giornalisti sono stati battuti. Hanno, infatti, vinto gli Amici di Andrea del Due Ponti per tre a zero.

E’ stato quindi il momento della finale e a sfidarsi sul campo di calciotto intitolato ad Andrea Pesciarelli sono state la squadra della Nazionale Attori e la squadra degli Amici di Andrea del Due Ponti.

Gli attori non si sono risparmiati e, forse rinvigoriti dallo spuntino fatto qualche istante prima al buffet allestito dinanzi all’ingresso del circolo, hanno clamorosamente battuto la squadra avversaria. Con il risultato di cinque a uno la Nazionale Attori si è portata a casa la coppa.

A premiare la squadra vincitrice del quadrangolare sono stati i figli di Andrea Pesciarelli, Elena e Jacopo, un momento molto commovente. Presente anche la mamma del giornalista del Tg5 che, terminata la premiazione, con grande compostezza e delicatezza, senza quasi farsi scorgere, si è portata la mano sulla bocca e ha lanciato un bacio verso l’immagine del figlio apposta per l’occasione di fronte all’entrata dello stadio.

A conclusione della cerimonia Emanuele Tornaboni, nel ringraziare tutti, ha sottolineato l’intento con cui è stato organizzato l’evento, ovvero salutare e ricordare un giornalista, un socio, un amico, con allegria, la stessa che Pesciarelli manifestava ogni volta che entrava al circolo.

L’improvvisa scomparsa di Andrea Pesciarelli è stata accolta con dolore dai suoi colleghi. Tutti nel ricordare il notista politico del Tg5 ne hanno sottolineato la trascinante simpatia.

Subito dopo la sua scomparsa Paolo Corsini, presidente dell’associazione Lettera 22, aveva fatto sapere: “La notizia dell’improvvisa e prematura scomparsa di Andrea Pesciarelli, intimo amico e stimato collega, ci ha profondamente scosso. E’ difficile accettare di non poter più contare sull’inesauribile energia, sulla simpatia trascinante e sulla profonda umanità di Andrea. In tutti noi il ricordo del ‘Pescia’, il sigaro, la Lazio, le battute, la politica, rimarrà intimamente conservato. A Elisabetta, ai figli Elena e Jacopo, la vicinanza e la solidarietà di tutta Lettera22”.

E Clemente J. Mimun, direttore del Tg5, attraverso una nota aveva affermato: “Il Tg5 piange un collega bravo e competente, un uomo leale e per bene, naturalmente portato al sorriso e alla battuta, con la vocazione naturale a fare gruppo, capace di sdrammatizzare ogni situazione, ma allo stesso tempo sempre pronto ad impegnarsi con grande rigore e serietà in qualunque servizio gli venisse affidato. Io, noi, perdiamo un grande amico, di quelli con la A maiuscola. Andrea resterà sempre nei nostri cuori”.

Andrea Pesciarelli, nato a Roma il 20 ottobre del 1964, aveva iniziato al TgR Lazio occupandosi di sport; era poi passato alla redazione politica del Tg1. Tanti gli anni trascorsi in Rai. Nel 2007 era passato a Mediaset. A volerlo come notista politico del Tg5 lo stesso direttore Clemente J. Mimun. Pesciarelli era anche membro del Cdr.

Stefania Giudice

© riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome