Home ATTUALITÀ Mille occhi sulla città di Roma

Mille occhi sulla città di Roma

Santori: con i vigilantes ridotti i tempi di intervento. “Mille occhi sulla città, si chiama così protocollo d’intesa firmato questa mattina in prefettura dal Comune di Roma, dal prefetto Giuseppe Pecoraro e da 20 istituti di vigilanza della provincia. Si tratta di una collaborazione sperimentale che vede Roma come citta’ pilota. Il servizio si basa sulla collaborazione tra istituti di vigilanza privati e organi di Polizia per il monitoraggio delle situazioni di sicurezza pubblica.

La collaborazione avviene tra le centrali operative degli istituti di vigilanza cui le singole guardie comunicheranno le notizie concernenti situazioni do rilievo per la sicurezza urbana assunte durante lo svolgimento del servizio. Le centrali operative delle forze di Polizia dirameranno le segnalazioni di ricerca anche alle centrali degli istituti ampliando cosi’ il numero di operatori in grado di verificare le diverse situazioni.

“Con i vigilantes ridotti i tempi di intervento”. Così sintetizza l’accordo di stamani Fabrizio Santori, Presidente della Commissione Sicurezza di Roma Capitale, spiegando che “presenza e fuga di mezzi di trasporto o persone sospette, segnalazioni di bambini, anziani, persone in stato confusionale o in evidente difficoltà, segnalazioni di allontanamento dai presidi ospedalieri di persone anziane o in trattamento sanitario obbligatorio e segnalazioni significative di degrado urbano, disagio sociale e di ogni altra situazione che faccia ritenere imminente la commissione di reati: sono questi alcuni degli impegni presi dagli istituti di vigilanza della Capitale i quali veicoleranno alle forze dell’ordine situazioni di rilievo sia sotto il profilo sociale che della sicurezza urbana, assunte durante lo svolgimento del loro servizio”.

“Il Progetto Mille Occhi sulle città – conclude Santori – è un importante connubio operativo tra pubblico e privato e rappresenta un valore aggiunto in termini di prevenzione e repressione degli illeciti, grazie alla sinergia tra le forze dell’ordine e le circa 200 pattuglie degli istituti di vigilanza privata, già in servizio dalle 6 alle 22, e le circa 250 pattuglie operative dalle 22 alle 6”.

Visita la nostra pagina di Facebook

2 COMMENTI

  1. sì, non contate sulle telecamere però… nel XX sembra non ne funzioni neanche una di quelle pomposamente inaugurate da Giacomini…

  2. Ennesimo fallimento del Presidente Giacomini e del suo entourage!!!!
    Progetto Quadrilatero: centinaia di migliaia di euro spesi, Giacomini e il cons.delegato Calendino ci diano spiegazioni su come hanno speso tutti questi soldi senza alcun risultato!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome