Home ATTUALITÀ XX Municipio – Il Micro non convince ma fa cadere il numero...

XX Municipio – Il Micro non convince ma fa cadere il numero legale

La proposta di realizzare il Micro, uno spazio espositivo e creativo da dedicare ai bambini nel piccolo locale alla base della Torretta Valadier di Ponte Milvio, non ha incontrato i favori del Consiglio del XX Municipio e soprattutto quelli della maggioranza che con un macro emendamento ha tentato di cambiarne la destinazione. Ma la caduta del numero legale ha di fatto congelato la situazione fino a domani.

Era un progetto che pareva lineare e scontato quello presentato dalla consigliera PdL Sonia Costantini: vista la vocazione della Torretta Valadier, che dal 2000 viene concessa gratuitamente ad artisti più o meno noti per mostre ed esposizioni settimanali, ha pensato che fosse giusto creare una sala ad hoc per l’infanzia e le scuole con l’obiettivo di offrire una singolare opportunità alle potenzialità espressive dei giovanissimi artisti del territorio.

Un progetto che, annunciato da VignaClaraBlog.it in anteprima, aveva raccolto una messe di commenti a favore nel giro di poche ore (leggi qui).

Ma dello stesso avviso non sono stati diversi consiglieri dello stesso partito della proponente che, nella seduta di ieri, lunedì 1 agosto,  hanno presentato un macro emendamento che di fatto intende seppellire il Micro ancor prima della nascita.
Le iniziative a favore dell’arte dei giovani devono trovare spazio nell’ambito della normale programmazione della Torretta mentre il locale in questione deve essere usato per ospitare un presidio che tuteli il decoro e la sicurezza di Ponte Milvio. Questa, in sintesi, la contro-proposta caldeggiata in primis dal presidente del XX Municipio, Gianni Giacomini.

Emendamenti, sub-emendamenti e discussioni hanno a lungo impegnato l’aula facendo emergere divergenze di vedute nella maggioranza ma nella stessa opposizione. Tant’è che l’uscita dall’aula di Alessandro Pica, capogruppo SEL, ha determinato la caduta del numero legale.

Con un nulla di fatto si è quindi chiusa la seduta. Il destino del Micro si deciderà domani, mercoledì 3 agosto, quando alle 10 tornerà a riunirsi il Consiglio in seconda convocazione, per la quale è sufficiente la presenza di soli nove consiglieri.

I giochi dunque non sono ancora fatti, per sapere se il Micro finirà o no nel micro cosmo delle buone intenzioni non realizzate di cui è lastricata via Flaminia all’altezza del civico 872 occorre attendere ancora 24 ore. (red.)

© riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

Visita la nostra pagina di Facebook

6 COMMENTI

  1. “mentre il locale in questione deve essere usato per ospitare un presidio che tuteli il decoro e la sicurezza di Ponte Milvio”….Cioè che cosa intende metterci PRATICAMENTE???? Perchè così non se capisce niente….

  2. Bé appendere nei locali di un monumento come ponte milvio i disegnini dei bimbi del quartiere, poteva piacere alle mamme del xx ma sinceramente era una proposta un po’ avvilente per Ponte Milvio.
    Non male questa del presidio per il decoro…. immagino si pensi a una mitragliatrice puntata sul ponte, pronta a falciare chiunque scriva sul marmo.
    Ma sicuramente alla fine vinceranno le mamme del xx.

  3. Speriamo vincano veramente le mamme del 20 municipio ! Ci lamentiamo che i giovani non hanno valori , passioni e ideali…. Il Micro darebbe spazio alla creatività delle nuove generazioni ! W il Micro

  4. Ma che prospettive e che esempio pensate di dare a noi ragazzii? A me sembrava un’idea molto carina soprattutto perchè a Ponte Milvio!

  5. Sostengo con forza la realizzazione del Micro ritenendolo una iniziativa geniale e lungimirante come ho scritto commentando lo scorso articolo.
    Mi auguro caldamente che da oggi potremo festeggiare ogni 3 agosto il suo compleanno!

  6. E a noi ragazzi non si pensa? Non penso si tratterebbe solo di disegnini dei bambini! Credo che il Micro sarebbe un’intelligente modo di coinvolgere noi adolescenti che frequentiamo Ponte Milvio e di darci la possibilità di fare arte!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome