Home ATTUALITÀ Pedaggio sul GRA – Alemanno: dall’ANAS parole equivoche

Pedaggio sul GRA – Alemanno: dall’ANAS parole equivoche

Anche il sindaco Alemanno è rimasto disorientato dalle parole di Pietro Ciucci, presidente dell’ANAS, già stigmatizzate da Nicola Zingaretti, presidente della provincia di Roma, che ieri, nel commentarle, ha esclamato “basta con gli imbrogli!” (leggi qui). Parole che hanno smentito il cauto ottimismo con il quale Alemanno aveva salutato quello che sembrava essere uno stop definitivo del governo al tormentone del pedaggio sul Grande Raccordo di Roma. “Le dichiarazioni di Ciucci sono abbastanza equivoche ed e’ necessario avere chiarezza” ha affermato il sindaco di Roma.

“Il Gra non puo’ essere sottoposto a pedaggio perche’ e’ una strada interna di Roma e siamo totalmente contrari a qualsiasi ipotesi di questo genere” ha aggiunto Alemanno spiegando che è intenzionato a ” ribadire in ogni sede che non siamo disposti a tollerare pedaggi sul Gra. Per impedire la loro introduzione – ha concluso – su una strada interna che non ha sostituti, utilizzeremo qualsiasi strumento”.

Nel frattempo, dando ragione ai sospetti espressi da Nicola Zingaretti, proprio in queste ore arriva un’ulteriore conferma sulla volontà del governo ad andare dritto per la sua strada . E’ una vera e propria doccia fredda sull’ottimismo di Alemanno dopo che il ministro Matteoli aveva bloccato la proposta di legge sull’Anas presentata dalla Lega.

E’ infatti notizia di oggi, riportata da RaiNews24, che il viceministro per le infrastrutture, il leghista Roberto Castelli, ha espresso parere negativo in commissione Ambiente della Camera a una risoluzione del Pd che prevedeva un ripensamento complessivo sul tema.
Castelli ha sottolineato che il governo e’ intenzionato ad andare avanti sui pedaggi per le strade a gestione Anas. “Le Camere avevano già  votato si l’anno scorso al decreto che istituisce i pedaggi”, ha detto il viceministro lasciando intendere che la Lega non ha alcuna intenzione di fare retromarcia.

Continua dunque il tormentone: chi fosse interessato a ripercorrerne tutte le tappe clicchi qui 

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome