Home ATTUALITÀ Le parole della politica, un glossario tutto da scoprire all’Auditorium

Le parole della politica, un glossario tutto da scoprire all’Auditorium

Dopo il successo dello scorso anno, arriva la seconda edizione de ‘Le parole della politica’, un’iniziativa che, sostenuta dalla Provincia di Roma e progettata dall’editore Laterza, in collaborazione con il quotidiano Repubblica e la Fondazione Musica per Roma, coinvolge giuristi, filosofi, giornalisti e politologi attorno a otto parole selezionate tra quelle usate nell’attuale dibattito pubblico.

Dalla libertà alla memoria, dall’etica pubblica alla minoranza, dall’identità alla leadership e dalla piazza alla visibilità: si discuterà di questi temi tutti i giovedì, dal 16 giugno al 7 luglio, presso l’Auditorium.

“Anche quest’anno sosteniamo questo evento e lo facciamo per due motivi – ha detto il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, presentando la manifestazione – Le parole della politica di oggi molto spesso non sono quelle che un cittadino si aspetta di ascoltare, si riscontra un forte imbarbarimento culturale delle parole utilizzate in politica. Stiamo assistendo ad una mutazione genetica della politica che investe le sue stesse parole. Il secondo motivo è quello di tornare a capirci. oggi si nota una regressione anche nella cultura e siamo immersi in una fase storica fatta di assenza di significati. C’è un modo di comunicare che sta emarginando le parole sostituendole con altre cose. Penso che tornare a capirci sia un fondamento della democrazia”.

Si partirà il 16 giugno: a partire dalle ore 20.30, Gustavo Zagrebelsky terrà una lezione sulla parola libertà. Seguirà la riflessione di Barbara Spinelli sull’etica pubblica. Il giovedì successivo toccherà invece, con gli stessi orari, a Remo Bodei e Miriam Mafai. Il primo interverrà sulla parola identità, mentre Mafai sul concetto di piazza. Il 30 giugno sarà la volta di Sofia Ventura che analizzerà il significato politico di leadership, mentre Michela Marzano si occuperà di visibilità. Chiuderanno, il 7 luglio, Benedetta Tobagi (la parola memoria al centro del suo intervento) e Corrado Augias che, invece, parlerà di minoranze.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome