Home ATTUALITÀ Sala Umberto: Lillo e Greg spassosamente “intrappolati nella commedia”

Sala Umberto: Lillo e Greg spassosamente “intrappolati nella commedia”

In scena fino all’8 maggio al Teatro Sala Umberto di via della Mercede 50, “Intrappolati nella Commedia” è il nuovo divertente spettacolo, in due atti, che vede protagonisti gli affiatatissimi Lillo & Greg. Supportati egregiamente da altri quattro attori, che hanno molto spazio a disposizione per esprimere le proprie capacità, i due comici romani convincono ancora una volta con il loro umorismo surreale e a tratti deliziosamente “pecoreccio”.

Lillo e Greg stanno facendo un sopralluogo nel teatro in cui andranno in scena con il loro nuovo lavoro. Sul palco trovano la scenografia di “Una Moglie per Thomas”, la commedia che la precedente compagnia ha terminato da una settimana. All’improvviso si accendono le luci e i due amici si rendono conto che in sala c’è il pubblico. Di lì a poco, si accorgono, sgomenti, di essere gli involontari protagonisti di “Una Moglie per Thomas”.

Da questo momento in poi si susseguono i loro angosciosi e divertenti tentativi di uscire fuori da questa situazione paradossale. Tutti i loro sforzi, però, risultano vani: le porte dalle quali entrano gli attori per loro sono chiuse, le quinte sono murate e l’uscita di sicurezza li fa ritornare sul palco. L’unico varco a loro disposizione li proietta in una dimensione parallela, li fa piombare in un quiz televisivo dove Lillo è alle prese con il “rispostone finale” che gli potrebbe far vincere cinquecentomila euro. Tra gags, situazioni paradossali ed irresistibili numeri di danza, a Lillo e Greg non resta altro che prendere parte all’azione: riusciranno a scappare o rimarranno per sempre “intrappolati nella commedia” ?

Questa nuova opera scaturita dall’effervescente immaginazione di Claudio “Greg” Gregori si profila come una tappa importante del percorso artistico della coppia, rappresentando un deciso passo in avanti nella sperimentazione e nell’esplorazione del linguaggio metateatrale, ossia dell’artifizio mediante il quale, all’interno di una rappresentazione, si mette in scena un’ulteriore azione teatrale della quale viene dichiarata la natura fittizia (il cosiddetto “teatro nel teatro”).

Ritmo serrato, battute a raffica e coreografie spumeggianti punteggiano la prima parte, mentre tempi più rilassati caratterizzano il secondo (e più breve) atto. La rappresentazione conferma il profondo affiatamento della coppia ed evidenzia le capacità e il talento degli altri quattro attori che, come dicevamo all’inizio, trovano molte occasioni per mettersi in mostra.

Applausi, dunque, anche per Danilo De Santis (visto ed apprezzato al Teatro Olimpico ne La Dolce Diva – Burlesque Show), ed Emanuele Salce (figlio dell’indimenticabile Luciano, autore di “Mumble mumble ovvero confessioni di un orfano d’arte”, il monologo che conta di rappresentare di nuovo al Cometa Off), per l’esilarante Elisa Di Eusanio e Barbara Folchitto (la voce femminile del programma radiofonico di culto Sei Uno Zero).

Da sottolineare che le musiche sono dello stesso Greg e di Attilio Di Giovanni (il musicista de Il Ruggito del Coniglio, altra trasmissione cult di Radio Rai), mentre le coreografie degli effervescenti numeri di danza sono opera della deliziosa Cristina Pensiero e la regia è curata da Mauro Mandolini.

Oltre a consigliarvi di vedere lo spettacolo (quasi due ore di sano divertimento), vi segnaliamo anche che nel foyer del teatro si può visitare, negli orari in cui è aperto il botteghino o quando si entra in sala, la mostra fotografica di Carlotta Domenici De Luca intitolata “Lillo e Greg, Voci del Teatro e Volti della Radio”.

Giovanni Berti

© riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome