Home ATTUALITÀ XX Municipio – Ancora una volta ho rimasto solo

XX Municipio – Ancora una volta ho rimasto solo

No, non è un errore grammaticale. E’ invece il titolo di una vecchia ma famosa canzone lanciata da Don Backy nel 1963 ed il cui ritornello veniva fischiettato questa mattina nei corridoi del XX Municipio al termine della brevissima seduta di Consiglio, aperta e subito chiusa per mancanza del numero legale. Ancora oggi l’opposizione “ha” rimasta sola perché la maggioranza, come preannunciato, ha disertato l’aula per la terza seduta consecutiva.

Dopo “uno, nessuno e centomila” (leggi qui) è dunque il turno di “ancora una volta ho rimasto solo” (ascoltala qui) .
Accostare Pirandello a musica leggera, leggerissima, pare operazione assai azzardata, ma un pizzico di ironia ci sia consentita.

Accade dunque che il Consiglio del XX Municipio era stato convocato per oggi, giovedì 14 aprile, per esprimere il suo parere sul PRIP, il Piano  Regolatore Impianti Pubblicitari varato dalla Giunta Capitolina oggetto di accese discussioni nella Capitale (leggi qui), parere che deve essere improrogabilmente espresso entro domani, 15 aprile.
Ed è accaduto che la maggioranza compatta abbia deciso di non presentarsi al duplice appello. Restando sull’Aventino è mancato il numero legale.

L’eventualità che l’aula restasse deserta era però nell’aria da tempo tant’è che, in via del tutto prudenziale, nel convocare la seduta di oggi  il presidente d’aula, Simone Ariola, aveva già deciso che, qualora fosse mancato il numero legale, il Consiglio si sarebbe riunito in seconda convocazione venerdì 15 aprile alle 10.

L’appuntamento è dunque per domani e se anche domani la seduta andasse deserta  ciò vorrà dire che il XX Municipio avrà rinunciato scientemente ad esprimere il suo parere sul PRIP. In tal caso varrà il silenzio/assenso: significa che, una volta varato il Piano Regolatore,  dovrà accettarne in toto  tutte le eventuali implicazioni sul territorio.

Claudio Cafasso

© riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome