Home ATTUALITÀ Torna la ZTL a Ponte Milvio da venerdì 8 aprile

Torna la ZTL a Ponte Milvio da venerdì 8 aprile

Da venerdì 8 aprile torna la “pedonalizzazione” di Piazza di Ponte Milvio. Quella che comunemente viene chiamata ZTL, anche se nei fatti non è così, verrà applicata fino a tutta l’estate ogni venerdì e sabato sera dalle 22.30 alle 02.30 grazie ai numerosi varchi che saranno presidiati dagli agenti del XX Gruppo di Polizia Municipale. Come sempre resterà però libero l’uscita in direzione Lungotevere per chi proviene dal quadrante Farnesina. Ne dà notizia a VignaClaraBlog.it il presidente del XX Municipio, Gianni Giacomini.

I varchi e gli orari

Stop dunque alla circolazione dalle 22.30 alle 02.30 ogni venerdì e sabato a partire dall’8 aprile e fino a tutto settembre. L’obiettivo, anche quest’anno, è “garantire la tranquillità dei residenti e di tutte le persone che vogliono passare tranquillamente una serata a Ponte Milvio, senza però danneggiare chi vi abita” ci dichiara il presidente Giacomini mentre mette a punto gli ultimi dettagli dell’operazione con il comandante del XX Gruppo dei Vigili Urbani, Giuseppe Bracci.

Com’è delimitata l’area pedonalizzata? Né più né meno come lo scorso anno, ci conferma il Presidente. Ricordiamo quindi che nel 2010 lo stop alla circolazione veniva applicato nell’area che comprende il lato destro di Piazza Ponte Milvio (direzione via Cassia), via Flaminia Vecchia (nel tratto compreso tra la Piazza e via Riano), via Bolsena e la corsia interna di viale Tor di Quinto. Il lato sinistro della Piazza, in direzione Largo Maresciallo Diaz, restava invece aperto.

I varchi potranno essere superati, oltre che dai mezzi pubblici, dai taxi e dai mezzi di soccorso, solo dai residenti nelle strade soggette alla limitazione purchè al varco dimostrino, documenti alla mano, di abitarvi.

Le strade “analcoliche”

Un ulteriore freno alla movida di Ponte Milvio verrà anche dalla richiesta già inoltrata al Campidoglio dal XX Municipio.

Come VignaClaraBlog.it ha segnalato per primo appena l’ordinanza anti alcol,  emessa dal sindaco Alemanno lo scorso 31 marzo, è stata resa pubblica, è stato commesso un grosso errore nel disegnare la mappa della movida (leggi qui).

L’ordinanza prevede infatti il divieto di consumazione e di asporto in via della Farnesina (da piazzale Ponte Milvio fino all’incrocio con via della Maratona), in via Prati della Farnesina ed in via Orti della Farnesina che sono notoriamente strade residenziali, prive di locali e completamente deserte dopo le 20 mentre, per quanto riguarda Ponte Milvio, solo l’omonimo piazzale e Largo Maresciallo Diaz sono soggette ad “embargo”.

Basta quindi, girare l’angolo e l’ordinanza non vale più, perché stranamente mancano all’appello viale Tor di Quinto, via Riano e via Flaminia, aree queste ricche di locali e spesso scenari di episodi notturni poco edificanti. La richiesta della presidenza del XX Municipio è appunto di includere anche queste tre strade nell’area soggetta a restrizione.

Edoardo Cafasso

© riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

Visita la nostra pagina di Facebook

9 COMMENTI

  1. Nel XX Municipio si è fatto grande uso degli “Studi di Fattibilità” (ricordate la vicenda Cassia Antica?) che viene da domandarsi se ne è mai stato fatto uno per la “ZTL” di Ponte Milvio. Anzi, meglio, visto che la “ZTL” è comunque attiva già da tempo, sono state fatte “analisi” sui risultati ottenuti dall’iniziativa? I residenti sono soddisfatti? I commercianti, pure?

  2. i commercianti sicuramente no…… visto che due locali su tre vendono alcolici e superalcolici !!!!
    Credo che le persone che abitano al Piazzale siano contenti della chiusura al traffico perchè non ne possono più di macchine che suonano corrono e gente che urla sotto la propria abitazione, tutta la notte.-

  3. “L’ordinanza prevede infatti il divieto di consumazione e di asporto in via della (…)Basta quindi, girare l’angolo e l’ordinanza non vale più, perché stranamente mancano all’appello viale Tor di Quinto, via Riano e via Flaminia, aree queste ricche di locali (..).”

    strano, molto strano..
    La ZTL ci salva (io abito in via Flaminia) dai clacson; purtroppo la gente che urla, canta, fa pipi’ sui portoni, spacca bottiglie,etc rimane

    I padroni della via sono ormai gli avventori dei locali e i proprietari dei locali: ma secondo voi e’ possibile che esista un locale (Gone) assolutamente non insonorizzato (e’ all’aperto) che suoni musica dal vivo e non ad un volume inaccettabile fino a tarda ora? Un locale che e’ in mezzo alle abitazioni!!
    Come si fa a dare dei permessi ad un locale del genere??

  4. La ZTL andrebbe istituzionalizzata con l’installazione di varchi elettronici e resa stabile dal mercoled’ al sabato come aSan Lorenzo, dato che il numero di presenze serali a Ponte Milvio non è certo inferiore a quello di quel quartiere.
    Il comportamento troppo rumoroso e incivile di avventori e l’arroganza dei gestori dei locali (ad es. decine di tavolini sul marciapiede di Via Flaminia, che impediscono il passaggio dei pedoni: siamo sicuri che ci siano i permessi per questa invasione?) sta rendendo impossibile la vita dei residenti. Oltre al GONE, inspiegabile esempio di come non si possano rilasciare le licenze, è la presenza di TROPPI LOCALI IN UNO SPAZIO TROPPO RISTRETTO a rendere il quartiere più simile a Disneyland che non ad un posto dove vivere.

  5. Messaggio ai POLITICI
    Nessuno risponde alla Pimpa a questa richiesta?

    Come si fa a dare dei permessi ad un locale del genere??

  6. Anch’io mi associo a Stefano G., alla Pimpa, e a me stessa (messaggio del 13 maggio). Vorrei che qualcuno della giunta municipale rispondesse a queste due semplici domande: 1) come è possibile dare i permessi per l’apertura di locali come il GONE, una discoteca all’aperto, in mezzo alle case e 2) come è possibile dare COSI’ TANTI permessi per l’apertura di COSI’ TANTI locali per la ristorazione, uno attaccato all’altro, aperti fino a notte fonda, con il risultato di creare una situazione di intollerabile convivenza.
    Adesso è il momento di venire incontro alle esigenze dei residenti: presenza costante della polizia municipale, strisce blu e ZTL da mercoledì a sabato per tutto l’anno, tanto per incominciare!

  7. Brava La Pimpa, ti rispondo con molto ritardo ( 29 giugno) la mia sorella 76enne abita in via Duchi di Castro, non sta molto bene in salute e non è giusto che dei ragazzi molto maleducati ( ma non è sempre colpa dei genitori ma sopratutto degli esempi che ricevono dalla TV e altro) non rispettino il riposo delle persone , ci si può divertire anche senza …..sballare ( linguaggio dei giovani) e rispettando il riposo delle persone ( anziane e non) che lavorano tutto il giorno e hanno diritto a riposare. Penso però che lamentele mie, della Pimpa e di Maria siano e resteranno parole al…VENTO!!!!

    i

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome