Home AMBIENTE Insugherata – In via Panattoni du is mej che uan

Insugherata – In via Panattoni du is mej che uan

Più protetta di Palazzo Chigi, più blindata di Fort Knox. Così si presenta in questi giorni la Riserva Naturale dell’Insugherata vista da via Panattoni. Quasi a sfregio delle tante promesse fatte ai cittadini, sia dai proprietari privati che dall’ente RomaNatura, si continuano a negare gli accessi ma nel frattempo spuntano nuovi cancelli. Si badi bene, non nuovi cancelli uno dopo l’altro bensì un cancello sopra l’altro. Du is mej che uan era lo slogan di una nota pubblicità di un gelato che oggi pare proprio calzare a pennello sull’Insugherata.

[GALLERY=1291]
Un grazie al nostro lettore Cristiano A. che ci ha inviato le foto.

 

Visita la nostra pagina di Facebook

5 COMMENTI

  1. Il Sig Gambino (o chi per lui) sta alzando una recinzione a 100 mt circa da quella esistente chiudendo di fatto l’accesso dal ponticello verso il lato sinistro della valle.
    E’ normale tutto cio’ ? Bah !

  2. Allora, il comune di roma mi OBBLIGA a ripiantare gli alberi che sono costretto ad abbattere nel mio giardino, mi costringe a non avere un giardino vario e soleggiato, ma mi obbliga a ripiantare piante di alto fusto a 5 metri una dall’altra, e poi all’Isugherata si costruiscono recinzioni e cancelli per impedire ai cittadini di godere dlle aree verdi.
    Benissimo

  3. Il cancello che è stato realizzato in Via Panattoni (sicuramente un cancello comandato a distanza) consentirà ai residenti delle 2 grandi ville di entrare e uscire da quella strada. Questo significa anche che quell’accesso, dove per decenni sono pasate migliaia di persone e famiglie con bambini e cani, è perso per sempre. La tanto sbandierata “Convenzione” di Roma Natura, le chiacchiere, i proclami, perfino l’interessamento dell’ex assessore all’Ambiente, alla fine si sono dimostrate soltanto CHIACCHIERE!
    Ora tutta la Valle dell’Insugherata (un bene gestito con i NOSTRI SOLDI) , chiusa ai residenti, sarà terra di conquista per palazzinari, sbandati, e drogati. Con buona pace dei cittadini, a quanto pare abituati da sempre ad essere trattati in questo modo dalle ISTITUZIONI!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome