Home ATTUALITÀ XX Municipio – Mori (PDL): L’ambiguità della sinistra nei confronti dei nomadi

XX Municipio – Mori (PDL): L’ambiguità della sinistra nei confronti dei nomadi

In una nota il consigliere PdL Giorgio Mori, presidente della Commissione Politiche Sociali, Sanità, Immigrazione e Integrazione in XX Municipio, dichiara: “Dopo qualche giorno di smarrimento, si chiarisce la vicenda dei nomadi kossovari provenienti dal River Village di Via di Tenuta Piccirilli nel XX Municipio e che avevano occupato un immobile nella zona di Via di Tor Cervara, facendo affiorare una preoccupante verità.

“La presenza di numerosi esponenti politici di Sinistra Ecologia e Libertà, forse troppo presto sul posto, era già un elemento rivelatore della politicizzazione della vicenda e, dopo aver visto gli striscioni apparsi sugli edifici, è emerso con chiarezza che si trattava proprio delle metodologie utilizzate da Action, su analoghe situazioni di marginalità sociale”.

“Lucrare consenso su tali problematiche appare davvero discutibile – incalza Mori – ancor più perché i cittadini romani sono stanchi sia di vedere immobili occupati da nomadi che da Action, movimento che infesta purtroppo ancora alcuni immobili che insistono nel XX Municipio. Come confermato anche dal Direttore del Dipartimento promozione dei servizi sociali e della salute, Angelo Scozzafava, in nessun caso si sarebbe potuto concordare con i nomadi di Casilino ‘900, un loro esodo attraverso la contropartita di una casa e un posto di lavoro, che peraltro tanti cittadini romani sognano da molto più tempo.”

“Le convenzioni contenute nel Piano nomadi prevedono esclusivamente scolarizzazione, inclusione sociale, formazione professionale e assistenza sanitaria.
Appare ambiguo il comportamento della sinistra, in particolare in XX Municipio, che prima contesta i flussi di nomadi verso il campo attrezzato di Via Tiberina, poi festeggia con i bambini rom la befana proprio in quel luogo e infine – conclude  Mori- plaude la loro occupazione illegale realizzata con l’esodo in luoghi che diventerebbero insicuri per loro e per i cittadini romani.”

Visita la nostra pagina di Facebook

9 COMMENTI

  1. credimi Mori, non riesco più a capire se ci sei o ci fai!!

    chi scrive, e lo sai, é quello che ha contestato l’azione dell’attuale amministrazione tesa a densificare la presenza nei campi esistenti a prescindere dalle etnie e le appartenenze. In particolar modo a Prima Porta avete fatto danni seri.

    Chi scrive era presente il 5 gennaio in una bella iniziativa organizzata da una associazione per i bambini del campo di Prima Porta.

    Chi scrive non ha dichiarato nulla sull’abbandono del campo da parte di un gruppo di ospiti.

    spiegati meglio quindi perchè a me sembra questa la tua ennesima occasione persa nella quale sarebbe stato meglio tacere. E, prendilo se vuoi come consiglio, dopo 3 anni la storiella berlusconiana “è sempre e comunque colpa dell’opposizione” non regge.

    marco tolli

  2. Sintetizzo.
    E’ vero che avete contestato i trasferimenti nel “Village River” affermando che Alemanno trasporta i rom nelle periferie?
    E’ vero che avete festeggiato la befana con i rom al Village River?
    Un fatto peraltro meritorio che io apprezzo.
    Certo però che allora bisognerebbe evitare di stracciarsi le vesti quando altri celebrano pubblicamente simili festività sul territorio e con i cittadini romani…
    E’ vero che il PD, ad esempio nella persona del Vice Presidente della Commissione Politiche Sociali del Comune di Roma Daniele Ozzimo, si è espresso con solidarietà verso questa azione a Tor Cervara e ha contestato i metodi del Piano Nomadi ?
    Ne prendi le distanze e condividi tempistica e forma del Piano (voluto da Sindaco e Prefetto)? Beh ne prendo atto! Questo è un passo avanti importante anche se io non apprezzo molto il fatto che alcuni individui (certo non vicini alla mia parte politica) stiano tentando di eccitare gli animi di coloro che risiedono vicino al campo, perché questo fatto ingenera una tensione sociale facile da produrre, visto che da decenni quell’area di marginalità sociale ha problematiche diffuse (acqua, fogne, illuminazione pubblica e mobilità) che stiamo cercando di risolvere.
    Allora chiedo a te adesso di precisare. “A Prima Porta avete fatto danni seri”.
    A chi e cosa ti riferisci per favore.?
    G.Mori

  3. Sarebbe stato più nobile scusarsi anzichè continuare ad arrampicarti sugli specchi!!!

    1) contesto, e non da ora, l’applicazione parziale dei contenuti del piano nomadi. La demolizione degli insediamenti tollerati doveva essere contestuale rispetto alla realizzazione di nuove strutture. Il Sindaco ha scelto (in prossimità delle elezioni regionali) di fare alcune operazioni (la martora e casilino 900) utilizzando i pochi villaggi esistenti. A Prima Porta dove c’erano circa 300 rom romeni si arriva ad oltre 500 presenze. Non sto qui ad elencare gli effetti collaterali, dovresti conoscerli. Aggiungo che Via del Baiardo è ancora lì, quindi deduco che voi al governo del XX Municipio siete stati dei fuoriclasse!!!!

    2) ho partecipato ad una iniziativa di solidarità rivolta ai 160 bambini del campo. Una bella giornata che non è costata nulla alla pubblica amministrazione. Tanti cittadini hanno sostenuto l’iniziativa raccogliendo nei giorni precedenti giocattoli e organizzando un concorso a premio per i disegni più belli. Sta a noi tentare di evitare l’avvento di futuri già scritti!! Nessuna polemica rivolta alla vostra Befana.

    3) Nessuno del PD ha stimolato l’occupazione dell’immobile di tor cervara. Condivido totalmente le parole di Daniele Ozzimo che ti riporto al fine di mettere un punto alle tue becere strumentalizzazioni.

    marco tolli

    TOR CERVARA, OZZIMO (PD): «ESCALATION TENSIONI IN CAMPI ROM» Roma, 29 GEN – «Dietro l’escalation delle tensioni nei campi rom degli ultimi giorni, è di questa mattina la notizia dell’occupazione di uno stabile da parte di circa 200 persone appartenenti alle comunità Rom e Sinti, c’è il peggioramento delle condizioni di vita all’interno dei campi dovuta ad una scriteriata gestione della vicenda a parte dell’amministrazione Alemanno che ha portato ad una densificazione dei campi regolari esistenti e ad un Piano Nomadi fumoso e fermo da mesi nella costruzione di nuovi insediamenti. A questo si aggiunge peraltro l’uso poco trasparente delle risorse» Ad affermarlo in una nota Daniele Ozzimo, vicepresidente della Commissione Politiche Sociali e consigliere PD Roma Capitale, che prosegue: «Lunedi, infatti, depositerò un’interrogazione urgente per conoscere l’elenco dettagliato con relativo importo delle convenzioni stipulate dall’amministrazione all’interno dei campi. Da mesi denunciamo la scarsa trasparenza nell’uso delle risorse afferenti al Piano Nomadi. È necessario fare chiarezza sia nella gestione ordinaria che commissariale, a distanza di mesi infatti ancora non si capisce chi paga la vigilanza armata presente nei campi attrezzati dall’aprile 2009».

  4. ……E ancora signor consigliere Mori, fossi in lei leggerei attentamente tale dichiarazione, soffermandomi su un punto ……”Da mesi denunciamo la poca trasparenza nell’uso delle risorse” …E ancora, signor consigliere, dovrebbe essere orgoglioso sapere di avere, sul suo territorio, cittadini che con mezzi propri organizzano poche ore di puro divertimento a 160 bambini del campo…Magari il prossimo anno il Presidente del municipio XX può prendere spunto da questo e organizzare la sua befana anche per i bambini ancora più sfortunati. Auspico, consigliere Mori, che si renda conto di come oggi la comunità del River, stia esplodendo, grazie al Sindaco Alemanno le presenze nel campo da 300 rom romeni sono diventate circa 500, Tutto questo con gravi ripercursioni anche sui cittadini. Ancora che parliamo di befane…..Povertà, degrado, miseria, di certo non favoriscono nessuna forma di integrazione…dovrebbe saperlo questo.
    Luigina Chirizzi

  5. La rozzezza e grevità con cui il Cons. Tolli si è rivolto a me si può spiegare solo col fatto che forse ho colpito nel segno!
    Però è opportuna anche una risposta nel merito.
    Caro Tolli, parli della demolizione degli insediamenti Tolle-rati e ammetti dunque implicitamente la responsabilità di chi, come voi, ha Tolle-rato per anni che chiunque venisse nella nostra città a insediarsi ovunque volesse, alla faccia di sicurezza e legalità. (eh già perchè non è morto nessuno vero a Roma e nel nostro Municipio, per colpa di questi comportamenti dissennati …)
    Priorità della nostra amministrazione era quella di ripristinare le condizioni di sicurezza che non esistevano e lo stiamo facendo. Lo Sbando Nomadi voluto dalle amm.ni precedenti è in via di eliminazione, attraverso il Piano Nomadi che prevede la dismissione del campo di Via del Bajardo entro il primo semestre di quest’anno (io personalmente ogni settimana provo a ricordarlo in Dipartimento per esempio, ma anche Giacomini si sta muovendo da tempo, gliene debbo dare atto)
    Tu questo lo sai e nonostante tutto lucri politicamente su questa questione, la questione di un campo Tolle-rato da decenni da VOI e, ti prego, finiscila di scaricare tutte le responsabilità a pochi mesi di amm.ne Giubilo, perchè sei davvero ridicolo!
    Vetere, Carraro, Rutelli, Veltroni, chi erano … ? Non certo sporchi fascisti al soldo degli imprenditori edili che governano l’informazione cittadina… (intendo solo dire che non erano fascisti, spero tu lo abbia capito … il resto lo lasciamo valutare ai lettori …)
    Il fatto che Alemanno non sia al soldo di nessuno … credo sia ormai deducibile dai fatti …
    Dunque noi, in materia di integrazione, non prendiamo lezione da voi. Te lo ripeto come peraltro faccio guardandoti sempre negli occhi!
    Io sono orgoglioso, cara signora Chirizzi, che centinaia di cittadini organizzino a spese loro il divertimenti di bambini che, proprio in quanto bambini, hanno gli stessi diritti di tutti gli altri.
    Se aveste invitato anche me, forse sarei venuto, ma avete preferito invitare esclusivamente gli esponenti della sinistra … Mi permetterà spero di interpretare tale scelta in senso politico …
    Si ricordi, solo per fare un esempio, che loro sono sempre gli amministratori che hanno investito molte somme sulla scolarizzazione … Ma non si sono occupati di verificare che le loro cooperative svolgessero il compito per cui erano pagati … Non v’ è bisogno che le dica cosa pensano i cittadini di tale ambiguità …
    Solo una nota, io ho chiesto di inserire l’unico finanziamento nel Piano Regolatore Sociale a favore degli stranieri e il PD ha tentato un emendamento per eliminarlo… Triste.
    Il campo sta esplodendo…, io spero di no … di certo sono esplosi gli altri nei precedenti anni…
    Prima di esagerare con la lunghezza, ( voglio essere puntuale nelle risposte, ma anche non suscitare il fastidio della Sig.ra Oliva con contenuti troppo prolissi …) termino, ma non prima di ricordarti, caro Tolli, che io non ho detto che il PD stimola le occupazioni, ma solo che solidarizza con gli occupanti, che è cosa ben diversa, ma forse anche più vile, perchè il lavoro sporco lo lascia fare ad Action.
    G.Mori

  6. Trovo tutto questo paradossale e inutile. Siete al governo da tre anni, governate tutto e continuate a fare comunicati contro l’opposizione. I cittadini osservano e giudicano. Continua pure da solo.

    “Poi, quando finisci spegni la luce!”. (G. Pajetta)

  7. In realtà io non ho trovato né rozzi, né grevi gli interventi del Cons. Tolli. Semmai lo è stato un po’ il suo (quello più lungo), cons. Mori e ciò mi sorprende non poco perché non mi sembra il suo solito stile. Capita.
    Però noto che quando cita questo benedetto Piano Nomadi, che doveva finalmente risolvere alla radice il problema dei campi, della delinquenza, della sicurezza, ecc, il predicato verbale che lei usa è “prevede”. Ora, Mori, tra un annetto o poco più inizierete con la campagna elettorale (se non viene giù tutto prima, appresso alla xxxxxxx dopata di berlusconi); se dunque siamo ancora al “prevede” pensa che riusciremo mai a “vede” degli effetti (positivi, intendo) di questo Piano prima che termini la Consiliatura in Comune? Sarò forse distratto, ma io finora questi effetti non li ho visti.
    Tre anni fa, forse perché un po’ prevenuto, pensavo che con l’elezione di Alemanno la questione Rom e Sinti si sarebbe aggravata… mi sembrava come l’aver dato un Canadair in mano a un piromane… Ho il terrore che i fatti mi stiano dando ragione.
    Ah, attenzione ad affibbiare Carraro all’attuale opposizione. Quel marciume creato, plasmato e protetto da quel ladro pluricondannato di Craxi (mentore del signor berlusconi) milita ora quasi tutto nel suo partito, Mori. Anzi, quel marciume ex psi è stato una delle due colonne fondanti di Forza Italia, insieme alla colonna siciliana capeggata da quell’altro distinto signore che risponde al nome di Marcello Dell’Utri, condannato in primo grado e in appello per Concorso esterno in associazione mafiosa. Mi dia retta, faccia attenzione a citare Carraro.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome