Home ATTUALITÀ Cassia – Investe un uomo e scappa, il XX Gruppo di Polizia...

Cassia – Investe un uomo e scappa, il XX Gruppo di Polizia Municipale lo rintraccia dopo un giorno

Nella serata di ieri, martedì 1 febbraio, su via Cassia, all’altezza di via Bracciano, un romano di 23 anni è stato lasciato sull’asfalto dal suo investitore. Il giovane immediatamente trasportato all’ospedale A. Gemelli è stato ricoverato in codice rosso. Quando è arrivata la pattuglia del XX Gruppo, diretto dal comandante Giuseppe Bracci, sulla carreggiata c’era solo un frammento del paraurti ma analizzando scrupolosamente questo unico elemento di indagine i vigili si sono accorti che sul pezzo di paraurti era indicata la marca del veicolo BMW e l’anno di produzione.

Questa mattina gli agenti della Polizia Municipale si sono recati presso la concessionaria di zona che con la sua collaborazione ha permesso di risalire all’anno di fabbricazione del veicolo. Successivamente da un testimone è stato fornito un possibile numero di targa del responsabile.

Incrociando queste informazioni si è potuto risalire ad un residente nella provincia di Roma che ha immediatamente ammesso le sue responsabilità. La macchina che è stata posta sotto sequestro stava già in carrozzeria con il parabrezza sfondato.

La prova più evidente si è avuta quando il frammento in mano agli agenti della municipale combaciava perfettamente con la parte mancante dell’autovettura.

Visita la nostra pagina di Facebook

2 COMMENTI

  1. Un vero bastardo! Non dovrebbe succedere, ma siamo esseri umani e può capitare di investire qualcuno per distrazione, per errore. Ma lasciarlo per terra senza prestargli soccorso e fuggire è un atto vile e volontario, che può significare la morte di qualcuno. Spero che a questo infame diano la (dura) lezione che merita.

  2. Dimenticavo: un plauso al lavoro investigativo della Polizia Municipale! (quando ce vo’ ce vo’)
    Peraltro noto con soddisfazione che finalmente si multano le auto sulle strisce, in curva, in divieto di sosta, ecc. con una certa frequenza e intensità. E’ l’unico modo per superare questa anarchia e inciviltà di cui siamo ostaggio.
    Mi domando se tutto ciò non sia un “nuovo corso” che segue il cambio al Comando del XX…. Quanto meno me lo auguro.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome