Home ATTUALITÀ Progetto Provincia Wi-Fi: obiettivo 500 hot-spot entro il 2010

Progetto Provincia Wi-Fi: obiettivo 500 hot-spot entro il 2010

In attesa di inaugurare le nuove aree wi-fi di Ponte Milvio, evento programmato per ieri ma rinviato causa maltempo, Nicola Zingaretti, presidente della Provincia di Roma, ha fatto il punto sullo stato dell’arte del progetto “Provincia Wi-Fi” il cui obiettivo è raggiungere entro la fine del 2010 500 hot-spot attivi.

A margine del convegno dell’AIPP – Associazione Italiana Internet Provider, tenutosi ieri, martedi’ 26 ottobre, Zingaretti ha infatti dichiarato: “Speriamo di raggiungere quota 500 aree coperte dal servizio a dicembre di quest’anno. Stiamo lavorando per capire come estendere la nostra rete di accessi gratuiti ad internet e come arricchirla di servizi telematici per il territorio. Vogliamo raggiungere per esempio i distretti industriali oggi in sofferenza a causa della crisi. All’inizio si e’ trattato di una sfida culturale mettere nel programma un piano per il wi-fi gratuito – ha aggiunto Zingaretti – quello che abbiamo affermato e’ che per rendere un territorio competitivo si devono accompagnare le infrastrutture materiali con quelle immateriali. Abbiamo pensato ad uno strumento per tutti, un servizio che fosse universale”.
Per Zingaretti ci sono “due fatte di straordinaria importanza: la crescita delle iscrizioni nei piccoli paesi e delle richieste da parte di esercizi commerciali privati di entrare a far parte della rete ‘Provincia Wi-Fi'”.

Ricordiamo infatti che questo progetto consiste nell’installazione in piazze, biblioteche e luoghi di ritrovo di hot spot per l’accesso gratuito ad Internet ed è aperto al contributo dei privati – esercizi commerciali e associazioni no profit – che possono installare gli access point nei loro locali e offrire un servizio ai loro clienti superando facilmente tutte le difficoltà e le complicazioni previste dalla legge in vigore, il cosiddetto Decreto Pisanu del 2005 (dal nome dell’allora Ministro degli Interni).
Tale Decreto, varato all’indomani degli attentati del 2005 a Londra e Madrid, quando il nostro Paese, come tanti altri assunse una serie di misure di contrasto al terrorismo, obbliga i gestori di qualsiasi esercizio, pubblico o privato nel quale sia possibile collegarsi a internet, a chiedere la licenza al questore, a identificare gli utenti attraverso un documento d’identità e a conservare in un apposito archivio i vari log relativi ai clienti/utenti.
La Rete Provincia Wi-Fi, invece, si fa carico di queste attività in collaborazione con il consorzio interuniversitario CASPUR garantendo il rispetto della legge. Ogni operatore commerciale che aderisce a Provincia WI-FI si dovrà dunque preoccupare solo di offrire ai propri clienti la connessione alla rete a costo zero, con il solo onere, da parte dell’esercente, di fornire l’accesso attraverso una collegamento a banda larga pre-esistente, di qualsiasi  provider.
Il progetto della Provincia di Roma è in assoluto il piu’ imponente progetto in Italia per la diffusione del wi-fi sia per numero di abitanti coinvolti (circa 4 milioni di persone) che per superficie del territorio (5mila chilometri quadrati) e comuni interessati (oltre 130).

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome