Home ATTUALITÀ Cassia, Via Volusia – confermato sequestro dei cantieri Anas

Cassia, Via Volusia – confermato sequestro dei cantieri Anas

Restano sotto sequestro i tre cantieri sul Grande Raccordo Anulare all’altezza di via Volusia, in zona Cassia. La decisione è stata presa dal Tribunale del Riesame a seguito del primo sequestro disposto lo scorso 17 giugno dal GiP su richiesta del Pubblico Ministero Barborini che aveva ravvisato il rischio che il proseguimento dei lavori potesse causare ulteriori danni alle abitazioni di via Volusia.

Il Tribunale dei Riesame hanno respinto il ricorso con relativa richiesta di dissequestro affermando che la situazione dimostra in modo inequivocabile che tali lavori “sono stati effettuati in modo da non tener conto delle conseguenze provocate (almeno) sugli edifici circostanti, proseguendo imperterriti, benché fossero emerse già da tempo le conseguenze dannose di tali modalità operative”.
E ciò nonostante che l’ANAS, il giorno successivo al sequestro, avesse dichiarato che ” dai monitoraggi effettuati risulta che non vi è mai stato, né vi è ora, rischio di crolli delle abitazioni e pericolo per i residenti nelle aree circostanti”.

Ricordiamo che lo scorso 17 giugno ben tre cantieri di lavoro dell’ampliamento del Grande Raccordo Anulare aperti all’altezza di via Volusia,  nei pressi dello svincolo Cassia, furono sequestrati dalla magistratura per un possibile pericolo di crolli e danni alle persone: il sequestro faceva infatti seguito alla dichiarazione di inagibilità degli edifici di via Volusia 51, 81 ed 84 dichiarati tali il 13 maggio in quanto danneggiati da fenomeni di slittamento del terreno dovuti ai lavori in corso.

Qui di seguito i nostri recenti articoli correlati:

13.5 – l’ANAS s’impegna ad accertare le responsabilità sulle prime crepe
18.5 – L’mergenza immobili di via Volusia approda in XX Municipio
17.6 – avviene il sequestro dei 3 cantieri
18.6 – per l’Anas non ci sono rischi

 

Visita la nostra pagina di Facebook

6 COMMENTI

  1. Benissimo… quindi? Il raccordo termina all’uscia TRIONFALE e ricomincia all’uscita CASSIA BIS ??… non è possibile, il paese delle prese in giro siamo!

    Ovviamente i tempi di messa in sicurezza, riapertura cantieri e termine dei lavori a noi CLIENTI non è data sapere giusto??

  2. Caro/a Soleluna
    a noi sudditi ( e non clienti ) non è dato sapere quando finiranno le nostre tribolazioni. Meno sappiamo e meglio è ! In un precedente mio post ho invocato la giustizia divina e sono stato censurato! Giusto ! aspettiamo la giustizia terrena…..siamo nel 2010, è più di un anno che la circolazione da queste parti è un incubo……i nostri bei e bravi politicotti fanno il massimo per noi……e tutto va bene….tutto continua come sempre…nessuno pagherà a parte il popolo suddito che da oltre un anno non riesce a sapere quanto ci metterà la mattina per andare a lavorare!!!
    spero nella giustizia….non mi censurate!!!

  3. Mi domando, che pericolo ci sia nell’apire almeno il cantiere relativo alla galleria, visto che i lavori erano ormai terminati e rimanevano solo i lavori di rifinitura (strisce sull’asfalto, impiati tecnoligici, ecc.). Anzi ritengo che non aprire al traffico la galleria sia alquanto pericoloso in quanto gli autoveicoli sono ora costretti a passare proprio sotto le abitazioni per cui la magistratura ha ravvisato un pericolo di crollo.
    Inoltre il danno che sarà causato ai cittadini e all’economia è enorme sia in termine di tempo perso a fare la coda sia in termini di carburante sprecato (senza contare lo smog prodotto).
    Mi auguro che la magistratura abbia valutato il danno che questa decisione arrecherà alla popolazione e spero che la cosa si risolva il prima possibile.

  4. Sarebbe utile conoscere le azioni che i responsabili del XX Municipio porranno in essere per sollecitare la Magistratura nell’abbreviare i tempi di apertura dello svincolo, anche considerando che i lavori sono praticamente finiti.

  5. Avrà l’ANAS il coraggio di chiedere la riapertura del solo cantiere relativo alla galleria, prendendosi carico di tutte le problematiche (messa in sicurezza) relative ai cantieri a ridosso di Via Volusia? Si tratterebbe di una parziale ammissione di colpevolezza, e temo che l’ANAS preferisca non spendere un euro in più per i propri errori ma aspettare sine die che un qualche giudice la assolva del tutto….

  6. Da quanto si evince nel sopracitato articolo finalmente abbiamo un quadro completo della situazione, siamo venuti a conoscenza del fatto abbiano ritardato di anno in anno questa inaugurazione degli ultimi tratti del GRA!! Ma se i problemi si sono riscontrati nel lontano 2005 adesso che siamo nel 2010 se ne accorgono!! Ma dico io!!
    La prassi che non aprono il tunnel è che devono mettere in sicurezza il vecchio svincolo Cassia!! E la questione abbattimento viadotto Volusia dove la vogliamo mettere?? Aspettiamoci che chiuderanno a breve il tratto tra dopo Trionfale e Cassia Bis e faranno uscire tutti appunto al Trionfale dove si creerà una fila enorme di veicoli!!
    Pensate che ormai ho rinunciato a prendere la macchina per andare a Roma, preferisco di gran lunga impiegare 3 ore per tornare a Capranica VT ma viaggiare sul treno comodo e risparmiare ben 17 € di benzina se non di più!!
    Scusate lo sfogo!!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome