Home ATTUALITÀ Ponte Milvio – imprigionata per un’ora nel parcheggio sotterraneo del mercato

Ponte Milvio – imprigionata per un’ora nel parcheggio sotterraneo del mercato

819052.jpg“Vorrei raccontare un episodio assurdo accaduto ieri notte al parcheggio privato di via Riano, proprio quello sotto il mercato di Ponte Milvio”. Così inizia una mail della nostra lettrice Elena P. nella quale descrive un’avventura che ha dell’incredibile: è rimasta oltre un’ora imprigionata nel parcheggio.

Così prosegue il racconto di Elena. “Anche se la videosorveglianza 24h e la custodia 24h sono garantite da cartelli posti all’ingresso, ieri, a causa del guasto dell’unica macchina automatica esistente nel parcheggio per pagare il pedaggio, cinquanta automobili sono state ferme  e bloccate in attesa dell’arrivo di un sorvegliante. Abbiamo atteso, abbiamo poi chiamato la polizia, la quale ci ha detto che essendo un parcheggio privato non poteva fare nulla, abbiamo chiamato più volte un responsabile dall’autoparlante della sbarra a livello..ma non è accaduto nulla, perchè non c’era nessuno a  presidiare e sorvegliare il parcheggio! Nessuno che abbia sentito il nostro richiamo! Alcuni di noi, esasperati dopo un’ora di attesa, hanno deciso di  forzare ed alzare la sbarra. Altri , come me, sono rimasti lì ad attendere l’arrivo di non so chi. Eravamo soli, quando il parcheggio dovrebbe avere sempre un custode”.

“Da tempo parcheggiavo là sotto consapevole che, se mi fosse successo qualcosa o se avessi incontrato qualche malvivente, qualcuno sarebbe sicuramente accorso ad aiutarmi. Invece non è così – è l’amara constatazione di Elena – è un parcheggio lasciato a sè stesso e quindi pericoloso. Non ho parole”.

Visita la nostra pagina di Facebook

8 COMMENTI

  1. Elena………….. raccontala bene e giusta la verita’ di quello che e’ successo sabato notte……. io credo che il parcheggio sabato notte era pieno di ubriaconi e gente piena di boria che voleva uscire a tutti i costi e senza pagare…… o no Elena P. ?

  2. Tra l’altro, Elena P. allora sicuramente ha assistito a tutto quello che e’ successo !
    dai paletti divisori che sono stati divelti, ai cestini raccogli immondizia pieni di pipi’,
    a persone ubriache che non riuscivano a entrare nelle auto…………… e quelle che ci sono riuscite hanno urtato colonne, altre auto ecc.
    vogliamo parlare di come parcheggiano su via riano ? ….e i vigili ? mai visti !!!!!!!
    Elena P. se devi raccontare ……racconta tutto !!!!!!!!!!

  3. Queste sono le persone che girano per Ponte Milvio la notte; o no ……povera Elena P. che e’ rimasta imprigionata per un’ora !!!!!!!! insieme a altre persone che hanno poi deciso di strappare le sbarre e uscire ma no Elena ha atteso atteso chi ? come e’ uscita ? cari lettori riflettete e commentate.

    P.S quando ero li’ il sorvegliante o come lo vogliamo chiamare stava aiutando alcune persone a entrare nelle auto perche’ non in condizione di farlo !!!!!!!!! e veniva dall’uscita perche’ avevano parcheggiato sulla rampa e non potevano uscire le auto.
    Un utente del parcheggio che era li’ sabato notte.

  4. Voi vi chiederete ….e tu come sei uscito ?
    ok… la persona all’interno del parcheggio c’era, bisognava solo avere un po’ di pazienza e attendere;
    ho consegnato il gettone all’incaricato, ho pagato (2 €) il tizio mi ha ridato il gettone scusandosi del disagio arrecatomi e dicendomi che con quel gettone potevo uscire.
    A questo punto mi domando una cosa: possibile che secondo Elena P. da come dice si e’ sfiorata la tragedia; quando invece in modo razionale e da persona educata io e molti altri siamo usciti tranquillamente da quel parcheggio ?
    Questa secondo me e’ la sacrosanta verita’ anche perche’ vi posso assicurare che quel parcheggio e’ veramente utile e continuero’ ad usarlo.

    grazie

  5. Robè, però dillo sinceramente che tu sei un dipendente del parcheggio o addirittura il sorvegliante che c’era e non c’era… perchè tanto lo si capisce benissimo da questa tua appasionata difesa del parking e della situazione !
    Sarebbe stato molto più corretto che tu dicessi : “eccomi qui, mi chiamo Roberto, sono un addetto al controllo del parcheggio, ed ora vi racconto la mia versione dei fatti..” che bisogno c’era di inventarsi questo personaggio del cliente affezionato?

  6. Sherlok Urbano, io non faccio il parcheggiatore, ma sentire gente tipo quella che ha scritto, mi fa incavolare e ribadisco che io non stavo li’ a fare il parcheggiatore ma bensi’ ho visto quello che e’ successo. E poi…..una persona che dice no… gli altri se ne sono andati ma io sono rimasta….
    Ciao

  7. quanti messaggi roberto. avendo quindi visto le persone danneggiare le sbarre del parcheggio perchè non hai preso il numero di targa? è vero che non fai parte delle forze dell’ordine, ma il senso civico che tanto reclami da parte tua non c’è stato. perchè non hai telefonato al 112 o 113? troppo comodo delegare l’azione agli altri. basterebbe una piccola iniziativa anche da parte di ogni singolo cittadino.
    giusto dare da parte tua un’altra versione dei fatti; ancora più opportuno se la redazione di vigna clara facesse da tramite con il gestore del parcheggio per spiegare ulteriormente l’accaduto

  8. Io sono d’accordo con Roberto.
    Infatti, per quanto mi riguarda, mi sono sempre trovato bene, il prezzo è equo e il custode l’ho sempre visto.
    2€ per avere l’auto abbastanza vicina a Ponte Milvio ma al sicuro dai parcheggiatori che i vigili ignorano e dalla gente che ti struscia in manovra, mi sembrano assolutamente accettabili.
    Quel parcheggio è l’unica cosa buona di quel “centro commerciale”

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome