Home ATTUALITÀ Pineta Sacchetti – Al Policlinico Gemelli scoperta la causa del crepacuore

Pineta Sacchetti – Al Policlinico Gemelli scoperta la causa del crepacuore

E’ stata scoperta da un gruppo di cardiologi italiani dell’Università Cattolica-Policlinico Gemelli di Roma la causa che provoca il crepacuore, ovvero la sindrome da “Tako-Tsubo”. Questa sindrome è caratterizzata dalla forma a palloncino che assume il cuore, colpisce soprattutto le donne in menopausa ma può essere provocata da un forte stress emotivo come quello causato da un lutto. Per questo motivo viene anche chiamata sindrome da crepacuore.

Nei sintomi è molto simile all’infarto, la differenza sta nel fatto che nell’infarto con una coronarografia si vede il danno delle coronarie, nella sindrome da crepacuore a livello delle coronarie è tutto a posto. Allora i ricercatori hanno utilizzato una metodica: l’ecocontrastografia miocardica, che permette di studiare il microcircolo coronario ed hanno visto che il motivo va cercato in questi vasi.

La loro intensa vasocostrizione non si può constatare con una coronarografia, spiega il coordinatore della ricerca Filippo Crea. Invece con l’ecocontrastografia i ricercatori hanno appunto visto che è lì la disfunzione e che lo spasmo microvascolare è reversibile, infatti nel paziente normalmente non permangono danni. Lo spasmo del microcircolo temporaneamente non permette al cuore di contrarsi in modo normale, di qui la forma a palloncino, ma non fa danni come l’infarto. (fonte Farmacia.it)

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. Allora anche io oggi ho sfiorato il crepacuore !!
    Verso le 17,00 ho avvertito una fitta al torace e sono corso al Gemelli.
    Effettata una ecocontrastografia miocardica, hanno diagnostica una “romanite acuta non curabile” che aveva plasmato il mio cuore a forma di palloncino giallorosso, dimesione numero 5.
    Che goduria !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome