Home ATTUALITÀ Ponte Milvio – occupato l’ITIS Bernini

Ponte Milvio – occupato l’ITIS Bernini

bernini-thumb.JPGGli studenti si oppongono all’accorpamento con l’istituto Pascal. – Occupato questa mattina l’istituto tecnico industriale Bernini di via dei Robilant, a pochi passi da Ponte Milvio. Verso le 7, circa 20 studenti hanno bloccato l’accesso con banchi e sedie, agli stessi si sono poi aggiunti altri ragazzi. In totale sono ora oltre un centinaio: l’occupazione e’ infatti ancora in corso e la situazione dall’esterno viene controllata da una volante della Polizia. Gli studenti protestano contro il trasferimento nel quartiere Labaro di alcune sezioni, ed in particolare quella di elettronica, che avverrà a seguito dell’accorpamento del Bernini con l’istituto tecnico Pascal per effetto della Legge Gelmini.

[GALLERY=639]

“Da settembre il Bernini sara’ soppresso e diventera’ a tutti gli effetti una succursale del Pascal – spiega il rappresentante d’istituto Federico Zappala’ –  ma unire questi due istituti che non hanno mai avuto nessuna forma di collaborazione e che si trovano in due quartieri cosi’ distanti non ha alcun senso. Inoltre l’accorpamento causera’ la perdita per numerosi docenti del proprio posto di lavoro e soprattutto piu’ di un terzo degli studenti della nostra scuola saranno cosi’ costretti a recarsi a piu’ di 9 km di distanza, con notevoli disagi nei collegamenti.”

Quest’ultima circostanza è stata però smentita a VignaClaraBlog.it dalla preside dell’Istituto che ha assicurato che solo i nuovi iscritti alle sezioni di informatica e tecnologia dovranno frequantare la sede del Labaro.

In mattinata gli occupanti hanno incassato la solidarietà del responsabile romano del Blocco Studentesco, Guelfo Bartalucci che ha dichiarato “Il Blocco Studentesco esprime tutta la propria vicinanza e solidarieta’ agli studenti dell’Itis Bernini di Ponte Milvio, da questa mattina impegnati nell’occupazione del proprio istituto per portare alla ribalta i problemi relativi all’accorpamento con l’Itis Pascal”.

Ed a tale proposito anche Andrea Antonini, capogruppo de La Destra in XX Municipio e coordinatore per il Lazio di CasaPound Italia, ha espresso lil suo appoggio agli studenti dichiarando: “«Esprimo solidarietà agli studenti occupanti dell’Istituto tecnico Bernini in quanto vittime di un provvedimento, l’accorpamento con l’Itis ‘Pascal’, che, seppure condivisibile sulla scorta di criteri economici, deve necessariamente passare attraverso un percorso di integrazione delle due scuole. Nel caso di specie – sottolinea Antonini – esiste anche un problema connesso alla distanza intercorrente tra i due istituti interessati. Per tale ragione mi farò carico di sottoporre al Municipio Roma XX tale problematica, chiedendo la predisposizione di un servizio di trasporto idoneo. Non è giusto infatti che le economie che si intendono perseguire gravino sulle spalle di studenti e famiglie. Concludo rivolgendo un appello al dirigente scolastico Annarita Tamponi – aggiunge Antonini – affinchè unitamente a tutto il corpo docente possa esprimere condivisione per i motivi della protesta e volontà di addivenire a una linea comune con gli studenti”

la scheda: L’ITIS Bernini.
Dal sito dell’Istituto apprendiamo che il Bernini ha iniziato la sua attività nel 1948 e vanta una lunga e consolidata tradizione nella formazione di Periti altamente qualificati, grazie all’esperienza maturata nei numerosi laboratori ed al costante contatto col mondo del lavoro. bernini.gifNella provincia di Roma si caratterizza per la peculiarità delle specializzazioni, essendo una delle rare scuole che prevedono un indirizzo di Chimica di Edilizia, e quindi accoglie studenti da tutta l’area metropolitana e da numerosi comuni dell’area limitrofa. Data la vastità del bacino d’utenza, la scuola ha una popolazione scolastica proveniente da realtà socio economiche e culturali molto difformi con un aumento costante della presenza di alunni di culture native diverse da quella italiana. L’ Istituto si è caratterizzato nel tempo anche per le molteplici attività extra curricolari fra le quali ricordiamo il progetto di recupero architettonico ed ambientale della Fonte dell’Acqua Acetosa, il progetto per la realizzazione di un complesso scolastico nell’Isola di Capoverde, la partecipazione alle Olimpiadi della Chimica e della Matematica ed quella al Certamen di Arpino.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome