Home ATTUALITÀ Cassia, S.Godenzo – dopo il senso unico è ancora caos traffico

Cassia, S.Godenzo – dopo il senso unico è ancora caos traffico

San GodenzoRiceviamo da Alessia, una nostra lettrice, un servizio fotografico ed alcuni suoi commenti sulla situazione viabilità di Via di San Godenzo che, a quanto pare, non sembra essere affatto migliorata dopo l’istituzione del senso unico avvenuta lo scorso 25 settembre. E’ una testimonianza in presa diretta, ascoltiamola.

La nostra lettrice lamenta i disagi dovuti al traffico che ogni mattina è costretta a subire insieme agli altri residenti, secondo i quali la soluzione del senso unico di marcia non è stata adeguatamente studiata a monte ed attentamente monitorata a valle.”Ogni mattina io, come tante altre persone, mi scontro contro questa realtà – dice Alessia – contro la quale non sembra possibile trovare una soluzione. Dicono che  il senso unico sia stato fatto per agevolare la circolazione, per evitare che le auto in doppia fila creassero intralci e diventassero pericolose. Nessuno però  viene a controllare  ciò che succede ora.”  Ad avvalorare queste parole una serie di immagini di un giorno qualunque in via San Godenzo.

Parcheggio Selvaggio
[GALLERY=611]

Non ci sono controlli sulle auto che comunque sostano in doppia fila vicino all’ingresso del parcheggio dell’ospedale – continua Alessia – non ci sono controlli per le auto lasciate in doppia fila in prossimità della scuola. Non ci sono controlli delle auto che sostano su via Signa, dove c’è il divieto su entrambi i lati, e che spesso sono ferme proprio in curva, rendendo difficile girare ed intasando ancora di più la circolazione. E non ci sono controlli nemmeno per le auto lasciate in via Massarosa, alcune persino al centro della carreggiata, intasando anche qui la già complessa situazione“.

Sosta in curva e traffico
[GALLERY=612]

Dal parcheggio sui marciapiedi alla sosta selvaggia ed alla circolazione contro mano ce n’è per tutti i gusti e per tutti gli articoli del codice della strada in via San Godenzo. Peccato che non ci sia nessuno a prenderne atto. Il risultato evidente è  quindi che il traffico nel quadrante di San Godenzo, via Massarosa, via Signa e Via Santa Giovanna Elisabetta continua a essere caotico malgrado l’istituzione del senso unico che non pare aver sortito gli effetti sperati. (red.)

Per leggere tutti gli articoli di VignaClaraBlog.it sul senso unico di S.Godenzo cliccare qui

Visita la nostra pagina di Facebook

18 COMMENTI

  1. Concordo con te Gianluca: come ho già detto in un altro articolo, il traffico del mattino è diventato IMPROPONIBILE

    già, perchè ora per uscire da Via S. Godenzo, TUTTE le macchine (sia quelle che vanno su via Cassia che quelle che vanno su via Due Ponti) sono COSTRETTE a passare per la stessa strada (almeno fino all’incrocio, che già prima creava problemi perchè siccome il tratto di strada è breve blocca la circolazione per chiunque vuole proseguire invece che svoltare verso via Due Ponti).
    Inutile poi dire che arrivando al semaforo per l’imbocco su via Cassia, essendo lo spazio materialmente ristretto (ora le macchine possono stare solo su una delle due strade), si genera MOLTA più fila (e il semaforo ovviamente dura poco), provocando ancor più lentezza nell’uscire da quelle strade

    Avete analizzato i risultati ottenuti?A me sembra diventato tutto molto caotico e con pessimi risultati

  2. La cosa triste, appunto, è che una mattina qualcuno si è svegliato con questa bella idea (non si capisce scaturita da quali valutazioni) e che da quel giorno questa stessa persona (o gruppo….) ha pensato bene, una volta cambiato il senso di marcia, di non interessarsi più minimamente di ciò che accade qui intorno.
    Sveglia, signori! Qui c’è da lavorare!!!

  3. Pure io!!! devo dire la mia! ma come e possibile che da un giorno al altro a qualcuno decide di cambiare il senzo alla strada? senza nessuna comunicazione a i vicini? a parte il traffico che non e migliorato per nulla anzi e peggiorato e molto..per uscire da via Atina, o via Campagnano o Via Santa giovanna E. uno deve percorre per forza tutta san Godenzo ed uscire sulla Cassia per poi ritornare su corso Francia?…quasi tutti i giorni mi trovo qualcuno che non e infromato del cambiamento e mi viene adosso, devo abbassare il finestrino per comunicare che adesso e senso unico! Ma non so…domando: a chi le sta bene questo senzo unico?
    Cordiali saluti a tutti e grazie.

  4. Immediatamente dopo l’istituzione del senso unico di marcia in via San Godenzo, ho presentato un’interrogazione scritta rivolta al Presidente del Municipio giacomini per sapere se lui stesso o il Cons.delegato alla mobilità del municipio o la commissione mobilità avessero dato l’indirizzo politico di istituire il senso unico.
    Nonostante una mia nota di sollecito di risposta all’interrogazione da me presentata a distanza di quasi tre mesi non ho avuto ancora risposte!
    Simone Ariola – Presidente del Consiglio – Municipio Roma XX _

  5. Anche oggi,intorno alle 15,30 circa all’altezza del civico 208 di Via San Godenzo, si è verificato un altro incidente frontale!
    Una smart ha imboccato contromano la via andando a scontrarsi con uno scooter.
    Fortunatamente nonostante lo scooter distrutto, pare che il giovane conducente del motorino non abbia subito gravi conseguenze, se non un grande spavento e qualche escoriazione.
    Ciò che lascia stupiti è la totale indifferenza sia del Presidente del Municipio giacomini, che è anche Assessore alla mobilità del municipio che della Comandante della Polizia municipale del XX Gruppo.
    Inviterò ancora una volta il cons. Scipione,delegato alla mobilità a sollecitare un intervento urgente di potenziamento della segnaletica stradale della via!
    Cordiali saluti, Simone Ariola.

  6. Sono senza parole! Abbandonati a noi stessi……. quasi quasi verrebbe da ripristinare il doppio senso senza avvisare il municipio….tanto probabilmente non se ne accorgerebbero nemmeno!!

  7. Non è assolutamente vero che il senso unico non abbia giovato alla viabilità di via S. Godenzo. Il parcheggio “selvaggio” e senza controlli effettivamente c’è tuttora ma almeno si passa e non si corre il rischio di scontrarsi frontalmente con le altre auto o di bloccarsi per il passaggio del bus.
    Ho la sensazione che le lamentele per l’attuale situazione siano più ideologiche che reali. Il traffico è presente in tutta Roma e perchè via S.Godenzo dovrebbe rappresentare un’eccezione visto che è un’importante arteria di passaggio per andare su via Due Ponti o per oprendere una scorciatoia per la Cassia.
    Cordiali saluti

  8. ma quanto siete esagerati!…….le macchine in doppia fila ci sono sempre stati o con il doppio senso o a senso unico e anche l’aggrovigliamento che s trova di macchine davanti all’alledicola BALDONI SIMONA e ai negozi che stanno dietro,e anche al bar La Piazzetta di MARCO CORSO c’è sepre stato con a doppio senso perchè si fermano a fare la spesa o prendersi un caffè ecc.ecc e per me quelle foto che avete mostrato sono vecchie perchè le avete scattate prima del senso unico ,le persone che pargheggiano la propria auto scusate il termine “ALLA ME NE FREGO” già esisteva da prima del senso unico e non ora. e poi gli incidenti di procurati dagli imbecilli che vanno contro senso lo sanno che è dalla fine di settembre che hanno messo il senso unico,ma anche di notte lo fanno, mi dispiace chi ha sùbito il danno.a me sta e va strabenissimo(,lo so che no si dice,) il senso unico e ora la strada è diventata silenziosa per timpani di tutti residenti…andate a vedre inceve cosa succede alla piazzetta dove c’è la scuola di musica….e poi ne riparliamo………..vi saluto Margarita C.Cansillo

  9. la situazione è assolutamente migliorata per la stragrande maggioranza dei residenti e non.
    inoltre sicuramente la sicurezza ora è molto più garantita…. certo che se uno va contro mano di proposito, io ne incontro spesso alcuni, mica è colpa del senso unico ma di questi idioti.

    per dirla tutta gli unici che sono indubbiamente danneggiati sono i residenti della parte alta di s. godenzo ma non si può sempre accontentare tutti…. (sono una minoranza)

  10. Cara Margherita, le foto le ho scattate io personalmente, due giorni prima che venisse pubblicato l’artico. Non capisco come ti venga in mente che siano state “reciclate” vecchie foto….. di sicuro non passo le mie giornate con la macchina fotografica in mano in attesa di qualche scatto da fare…..purtroppo la mia giornata è già piuttosto incasinata senza questi pensieri!

    In secondo luogo tutti i tuoi “c’era già da prima” dimostrano il fatto che questo senso unico non ha migliorato assolutamente nulla! Inoltre ad oggi, non ho avuto il piacere di incontrare nemmeno un vigile che controllasse la zona, da quando appunto è stato istituito il senso unico. E questa scorrevolezza nel traffico di cui parli vorrei sapere dov’è, visto che da quando è cambiato il senso di marcia i 10 minuti per portare mia figlia a scuola sono diventati in media 40.

    Cari saluti.

  11. Non so voi dove abitate ma io per uscire dic asa impiego almeno 15 minuti per imboccare la Cassia con questo senso unico… prima erano 3-4 minuti al massimo

  12. Gent.ma signora Alesia volevo informarLa che dall’inizio del 2010 passa la polizia municipale quasi tutti i giorni ed ho visto con i mie occhi chi ha la macchina in doppia filia o chi la mette davati ai cassonetti oppure al passaggio per i disabili, i vigili fanno le multe.
    La saluto e se vuole le faccio io le foto per fale vedere che i vigili ci sono veramente.
    I miei ossequi.
    Margarita C.Cansillo

  13. da qualche tempo il semaforo sulla Cassia che consente a chi proviene dal GRA di girare a Via San Godenzo è impazzito, spesso arriva a saltare anche tre cicli. In questo modo si crea una pericolosa fila lungo la Cassia. Delle due l’una: o il semaforo è guasto e le decine di pattuglie di vigili che percorrono la Cassia non se ne sono accorte oppure – temo sia così – i geniali tecnici del XX Municipio che hanno varato tanti provvedimenti sul traffico hanno pensato bene di tarare così il semaforo… Non sarà il caso di modificare questa decisione prima che qualche pedone si ammazzi attarversando col rosso dopo cinque minuti di attesa al semaforo?

  14. Confermo quanto dice Maurizio: ad oggi, 25 marzo 2010, il semaforo posto all’incrocio tra via Cassia direzione centro e via di S.Godenzo continua, saltuariamente, a saltare due tre cicli prima che diventi verde e permetta di girare verso via di S. Godenzo.
    Esiste un numero telefonico a cui si possa segnalare questo inconveniente?

  15. Telefona al decoro
    I cittadini possono rivolgersi all’ufficio
    chiamando al numero: 06 671071581

    o spedire un fax ai numeri: 06 671071577 – 06 671071580

    dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,30 e dalle ore 15,00 alle ore 17,00.

    TIPOLOGIA SEGNALAZIONI

    – Interventi per rimozione rifiuti, foglie, deiezioni canine, discariche abusive, veicoli abbandonati
    – Interventi di pulizia nei parchi e nelle aree verdi
    – Rimozione scritte vandaliche o scritte volgari e/o offensive su monumenti o edifici pubblici
    – Defissione manifesti abusivi
    – Interventi per riparazione di guasti a semafori o illuminazione pubblica
    – Interventi per riparazioni di guasti di fontane e fontanelle
    – Interventi per eliminare pericoli derivanti da mancanza di strisce pedonali, segnaletica abbattuta, buche stradali e danni provocati all’arredo urbano.

    Ovviamente di un form o un indirizzo di posta elettronica neanche l’ombra…..

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome